Crea sito

Ragù di lenticchie

Ragù di lenticchie. Ragù di lenticchie

La ricetta di questo RAGU’ DI LENTICCHIE è sempre della mia amica Maria, quella famosa per la ricetta dei CANNOLI SICILIANI che trovate QUI. Era convinta mi sarebbe piaciuto e infatti dopo averlo finalmente (ho la ricetta da un annetto nel cassetto, coff coff) ho dovuto darle ragione.

Il ragù di lenticchie è una valida alternativa a quello classico che trovate QUI, se vi capita di avere amici vegani a cena è l’ideale! Potete usarlo come quello classico, condire la pasta, usarlo come un contorno oppure fare una bella lasagna. Il procedimento è più o meno identico al ragù classico, ma le tempistiche sono diverse, infatti è pronto nel giro di un’oretta scarsa.

A mio parere il giorno dopo, riposato, è ancora più delizioso. Inoltre potete congelarlo già in porzioni e averlo pronto all’occorrenza. Risciacquate le lenticchie che si parte! 😉

RAGU’ DI LENTICCHIE

(Dose per 1,2 kg circa di ragù)

  • 500 g di lenticchie secche
  • 1,200 g di salsa di pomodoro
  • 800 g di acqua
  • 1 cipolla bianca piccola
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • Sale
  • Pepe
  • Olio EVO

Note:

  1. Potete aggiungere degli aromi al ragù di lenticchie, come ad esempio rosmarino o alloro. 
  2. Si conserva per 2/3 giorni in frigo, oltre come ho già detto sopra potete congelarlo in comode porzioni. 
  3. Vi consiglio di usare una pentola antiaderente per questa ricetta, in alternativa una casseruola dal fondo spesso.

Procedimento:

Per prima cosa risciacquate sotto l’acqua corrente le lenticchie, scolatele bene e ponetele da parte.

Tritate la cipolla, la carota e il sedano per il soffritto. In una pentola anti aderente versate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete le verdure tritate e lasciate soffriggere a fuoco dolce per una decina di minuti.

Aggiungete le lenticchie e mescolate bene, ora versate anche la salsa di pomodoro e successivamente anche l’acqua. 

Mescolate, lasciate che prenda il bollore, dopodiché spostate la casseruola sul fuoco più piccolo, abbassatelo al minimo, coprite con un coperchio e lasciatelo cuocere per circa 30/40 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Verso fine cottura aggiustate di sale e pepe. 

Deve risultare un sugo corposo, non troppo liquido, ben amalgamato. Se dovesse asciugarsi troppo potete aggiungere acqua o brodo.

All’occorrenza va riscaldato prima di condire la pasta.

Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook e nel nostro numeroso e super attivo Gruppo Facebook, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.