Cannoli siciliani

Cannoli siciliani.Cannoli siciliani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Parto con il dirvi che tengo tantissimo a questa ricetta della mia amica Maria, originaria di Messina. Li mangio da anni fatti dalle sue sapienti manine ed ogni volta le dico “dobbiamo metterli sul blog“, sono troppo buoni. Finalmente dopo anni di stalkeraggio ha ceduto, grazie Maria! Per la prima volta non sono stata io a cucinare, ma lei stessa invitandomi nella sua cucina. Io ho osservato, carpito i segreti, preso appunti e fatto le foto, il grosso del lavoro è stato suo. Ho fatto anche pochissime domande, perchè lei conoscendo il blog da anni e frequentando il nostro gruppo mi ha anticipata su tutto, dandomi veramente una valanga di consigli e trucchetti. Non si è risparmiata su nulla e mi ha donato la sua ricetta storica, con le sue personali variazioni e accorgimenti, dati da anni di esperienza. Come tutte le ricette regionali, ogni famiglia custodisce la propria ricetta, quindi ci saranno inevitabilmente delle piccole variazioni sugli ingredienti e sul procedimento, ma vi posso assicurare che questi CANNOLI SICILIANI sono una bomba di bontà, divini. Vale la pena provarli almeno una volta, parola mia.

CANNOLI SICILIANI

(Dose per 15/16 cannoli) 

Impasto per le cialde: 

  • 250 g di farina 00 debole
  • 30 g di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di cacao amaro
  • 80/90 g di marsala
  • 30 g di strutto
  • 25 g di uovo intero
  • 1 g di sale

Per ripieno: 

  • 600 g di ricotta di pecora
  • 200 g di zucchero semolato
  • 100 g di gocce di cioccolato

Per friggere: 

  • 1 lt di olio di semi di arachide

Per decorare: 

  • granella di cioccolato
  • ciliegie candite
  • zucchero a velo

Note:

  1. Lo STAMPO per i cannoli è un tubo d’acciaio come QUESTO. Li ho pure io anche se non li ho mai fatti. Se non li avete potete ripiegare su qualche tutorial per farli in casa, se ne trovano parecchi su YouTube, ma non so con che risultato. Calcolate che vanno immersi nell’olio a 180°C per friggere le cialde.
    I tubi che ha usato Maria erano i classici, la misura standard, abbiamo ottenuto 16 cialde con la dose che vi ho indicato.
  2. Esiste uno stampo anche per coppare i cannoli, è un ROMBO con le punte leggermente arrotondate. Anche in questo caso, potete farvi una dima casalinga con un cartoncino, semplicemente prendendo le misure del vostro tubo. Una volta steso l’impasto lo appoggiate e ritagliate la sagoma con una rotella. 
  3. Al posto del MARSALA potete usare vino bianco secco, anche se con il marsala vengono più saporiti. Se usate il VINO bianco, nell’impasto potete mettere un cucchiaino di cacao al posto di mezzo, altrimenti restano troppo chiari.
  4. C’è chi mette anche il caffè liofilizzato, oppure la cannella nell’impasto e anche chi mette un cucchiaio di aceto, insomma cambia poco a seconda dei vostri gusti.
  5. Se non vi piace lo STRUTTO potete sostituirlo con il burro, pari quantità.
  6. Potete friggere le cialde anche nello STRUTTO, io preferisco l’olio di semi di arachide. In ogni caso l’olio o lo strutto, deve essere ALTO e ben caldo, i cannoli devono galleggiare e non appoggiarsi sul fondo.
  7. Per l’impasto vi servono 25 g di UOVO intero, quindi aprite un uovo, sbattetelo con una forchetta e pesatene la quantità richiesta nella ricetta. Il resto che vi avanza conservatelo da parte, vi servirà per sigillare la chiusura dei cannoli. 
  8. La RICOTTA deve essere rigorosamente di pecora. Va fatta scolare bene, setacciata e mescolata allo zucchero semolato almeno 4/5 ore prima, per comodità potete fare quest’operazione il giorno prima e conservarla in frigo. Le gocce di cioccolato vanno aggiunte all’ultimo momento per evitare che colorino la ricotta. In alternativa alle gocce di cioccolato potete utilizzare dei canditi a vostro gusto. 
    Usate lo zucchero semolato e NON a velo, setacciate la ricotta e NON frullatela. 
  9. I GUSCI potete prepararli fino a 3/4 giorni prima e conservarli al riparo dall’aria. Vanno farciti con la crema di ricotta 3/4 ore prima di servirli, in alternativa per anticipare i tempi, potete isolare la cavità dei cannoli con del cioccolato fondente fuso, spennellandolo all’interno per evitare che la cialda si inumidisca perdendo la croccantezza. 
  10. Per la DECORAZIONE potete dare libero sfogo alla vostra fantasia! C’è chi mette granella di frutta secca, chi mette il filetto di arancia candita, la ciliegina, il cioccolato, insomma: libertà di scelta. 

PROCEDIMENTO

Per la farcitura: 

Come prima cosa dovete occuparvi del ripieno. Prendete la ricotta e fatela scolare bene, successivamente setacciatela con un setaccio o un passaverdura, aggiungete lo zucchero e mescolate bene deve sembrare una crema.
Coprite con pellicola e mettete a riposare in frigo per almeno 3/4 ore o in alternativa per tutta la notte, dando così il tempo alla ricotta di assorbire lo zucchero.

Prima di farcire i cannoli, ricordatevi di aggiungere le gocce di cioccolato o i canditi a seconda della vostra scelta. La quantità è indicativa nel post, potete regolarvi a vostro gusto e metterne leggermente di più o di meno.

Per l’impasto: 

L’impasto si fa tranquillamente a mano, ci vogliono 10 minuti.

In una ciotola raccogliete: farina e cacao setacciati, il sale e lo strutto. cannoli siciliani Iniziate a lavorare con la punta delle dita in maniera da creare uno sfarinato.
Successivamente aggiungete: lo zucchero semolato, i 25 g di uovo intero e 80 g di marsala. Impastate bene e quando tutti i liquidi saranno stati assorbiti, trasferite l’impasto sulla spianatoia. Lavorate energicamente l’impasto e regolate l’elasticità con gli ultimi 10 g di marsala, aggiungendone poche gocce alla volta e facendolo assorbire bene di volta in volta.

L’impasto è pronto quando è elastico, liscio e omogeneo. Copritelo con la pellicola e lasciatelo riposare mezz’ora a temperatura ambiente.

Nel frattempo fate scaldare l’olio di semi di arachide in una pentola, deve essere ALTO e ben caldo, 180°C. Vi consiglio di monitorare la temperatura dell’olio con un termometro.

Passata la mezz’ora di riposo, spolverate leggermente il piano della cucina con un pizzico di farina e prelevate metà impasto, il resto lasciatelo coperto dalla pellicola per non farlo seccarecannoli siciliani Stendetelo con il mattarello ad uno spessore omogeneo di circa 1/2 millimetri.
In alternativa potete utilizzare anche la macchinetta per tirare la pasta fresca.

Appoggiate la vostra dima di cartoncino, o l’apposito stampo, e ritagliate la forma dei cannoli.

Arrotolatelo sul cilindro, spennellate leggermente i lembi con l’uovo sbattuto e chiudete, sigillate la chiusura facendo pressione con i polpastrelli. E’ importante che i gusci vengano chiusi e sigillati correttamente altrimenti in cottura rischiate che si aprano.

Mano a mano friggete, non più di due cannoli per volta, rigirandoli spesso, in maniera che si colorino uniformemente su ogni lato.

Prelevateli dall’olio, fateli scolare e poggiateli su carta da cucina per assorbire l’eccesso. cannoli siciliani Lasciateli raffreddare prima di sfilare i cilindri, basta fare una leggera pressione sul cilindro in modo da stringerlo e ruotate delicatamente il guscio per staccarlo senza romperlo.

Una volta completamente fredde potete farcire la cialde con la crema di ricotta, basta semplicemente un cucchiaino, oppure in alternativa potete usare una sacca da pasticcere.

Decorate le estremità dei cannoli siciliani e spolverizzateli di zucchero a velo prima di servirli.

Inutile dirvi quanto sono buoni e golosi, dovete assolutamente provarli! 🙂

Cliccando QUI, potete trovare altre ricette tipiche del periodo di CARNEVALE! 

Vi ricordiamo che siamo sempre presenti su Facebook sulla nostra fanpage che vi consigliamo di “piacciare” e nel nostro gruppo in cui dovete “assolutamente” iscrivervi. Eva

cannoli siciliani

 

 

 

 

 

 

Precedente Sbriciolata al cacao con crema pan di stelle Successivo Muffin con gocce di cioccolato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.