Prussiane – Ventagli di pasta sfoglia

Prussiane.

Le PRUSSIANE sono dei deliziosi biscottini fragranti di PASTA SFOGLIA perfetti per l’ora del tè. Hanno origine in Francia, manco a dirlo, ma hanno fatto il giro del mondo e oggi si trovano ovunque. Riconoscibili per la forma tipica, hanno un nome diverso in ogni paese: girelle, palme, cuori, ventagli, orecchie di elefante e farfalle. Nonostante il loro nome cambi a seconda del paese, la loro bontà resta immutata. Sono dei biscottini semplicissimi, fatti con tre ingredienti: pasta sfoglia, zucchero e acqua. Mi sono entrate in testa per merito di Sara, trovate le sue qui. In alcune ricette è presente anche il burro da spalmare sulla pasta sfoglia prima di richiuderla, ma avendo usato pasta sfoglia fatta in casa da me medesima, ho deciso che era più che sufficiente il burro usato per la sfogliatura. 😀 Sono dei dolcetti velocissimi nell’esecuzione e nella cottura, praticamente una ricetta di salvataggio, sempre che abbiate della pasta sfoglia pronta in frigo che potrà essere fatta da voi o comprata, il procedimento per realizzare le PRUSSIANE non cambia.

PRUSSIANE:

(Dose per circa 30 biscotti)

Per i biscotti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare da 250 g
  • 120 g di zucchero semolato
  • Acqua per spennellare

Per la finitura: 

  • 70 ml di acqua
  • 40 g di zucchero semolato

Note: 

  1. Se volete cimentarvi nella pasta sfoglia fatta in casa trovate la ricetta cliccando QUI
  2. Come avrete letto sopra potete usare sia la pasta sfoglia fatta in casa, sia quella comprata. La differenza sta nel risultato, quelli con la pasta sfoglia comprata restano leggermente più chiusi e meno friabili. 
  3. Una volta fatta e finita la pasta sfoglia fatta in casa l’ho suddivisa in panetti, il mio panetto a differenza di quello comprato pesava circa 400 g ed era alto 1 cm. Quindi l’ho steso con il mattarello fino ad ottenere uno spesso di circa 3 mm e un rettangolo 30×40 cm. Con un coltello ho rifinito i bordi in maniera da ottenere un rettangolo con i lati dritti. 
  4. Se invece utilizzate pasta sfoglia comprata basta semplicemente srotolarla. 

PROCEDIMENTO:

Una volta ottenuto il rettangolo di pasta sfoglia (come ho detto nelle note qui sopra), trasferitelo su un foglio di carta forno.

Spennellatelo leggermente con dell’acqua, senza esagerare, su tutta la superficie.

Cospargetelo con abbondante zucchero semolato e fate pressione con i palmi delle mani per farlo aderire alla pasta sfoglia.

Con un coltellino segnate la metà esatta del lato corto. Iniziate ad arrotolare i lati lunghi verso il centro in egual misura, cioè fino al vostro segno.

Chiudete il rotolo nella carta forno a caramella e ponetelo in frigo per circa 15 minuti. Non lasciatelo di più perchè l’acqua fa sciogliere lo zucchero.

Nel frattempo accendete il forno in modalità statica a 200°C. 

Fate uno sciroppo di acqua e zucchero, scaldando l’acqua sul fuoco e scioglieteci due cucchiai di zucchero. Mescolate bene e ponete da parte a raffreddare.

Foderate due teglie con della carta forno.

Riprendete il rotolo dal frigo, con un coltello tagliatelo a fette di circa 1 cm.

Disponetele sulla carta forno ben distanziate fra loro, poichè in cottura cresceranno molto, spennellatele con lo sciroppo di acqua e zucchero e una volta che il forno ha raggiunto la temperatura impostata infornate per circa 10/12 minuti, regolatevi in base alla doratura.

Passati 10/12 minuti, sfornate e giratele una per una dall’altro lato e rinfornate giusto per un paio di minuti.

Sfornate, fatele raffreddare completamente su di una gratella prima di servirle.

Si conservano perfettamente per 3/4 giorni in una scatola di latta o un contenitore ermetico.

Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook e nel nostro numeroso e super attivo Gruppo Facebook, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

Precedente Cupcakes ragnetti per Halloween Successivo Cupcakes gufetti al cioccolato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.