Crea sito

Crostata senza cottura estiva

La crostata senza cottura estiva è un dolce freddo che si presta ad essere gustato nelle calde giornate dell’estate. Organizzi una cena al volo e mentre stai cucinando un pensiero ti colpisce come un fulmine: non ho pensato al dolce. Allora il tuo cervello inizia a far girare tutte le rotelline per trovare una soluzione, ma è troppo tardi per qualsiasi cosa: la panna cotta non rapprenderebbe mai in tempo, una cheesecake neanche ed è troppo caldo per accendere il forno. L’unica soluzione inizialmente mi sembrava quella di uscire e comprare del gelato, poi mi sono ricordata di questa crostata veloce di Simona. Corro quindi a leggere la ricetta e avendo tutti gli ingredienti mi metto all’opera e in pochissimo questa crostata fredda era pronta. Bellissima con la sua crema soffice e la coloratissima frutta fresca. Io poi adoro quel giro di fruttini di bosco, una corona che mi ricorda tanto il mio Trentino. Si tratta di un guscio di biscotti tritati riempito di crema al mascarpone e decorato a vostro piacimento. Vedrete che come me farete un figurone senza alcuna fatica, perchè questa ricetta veloce è davvero un dolce alla frutta da dieci e lode. E anche di più. Infatti è finita fra le mie ricette di crostate preferite. Quindi divertitevi con questa crostata senza cottura e ricordatevi di condividere le vostre foto nel nostro gruppo (QUI). E ora, al lavoro…
Eva.

Crostata senza cottura
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni8
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Dose per uno stampo da 24 cm

Per la base:

  • 350 gbiscotti Digestive
  • 150 gburro
  • 25 gmiele di acacia

Per la crema:

  • 250 gmascarpone
  • 200 gpanna fresca liquida
  • 90 gzucchero a velo

Per la decorazione:

  • q.b.frutta fresca

Strumenti

  • Teglia Per crostate, meglio se con fondo rimovibile.

Preparazione della crostata senza cottura

  1. crostata senza cottura tutorial

    Ritagliate un cerchio di carta forno su misura della vostra tortiera e poggiatelo sul fondo. Se non avete una tortiera da crostata con il fondo rimovibile (come QUESTA), vi consiglio di usare una tortiera a cerniera con i bordi lisci.

    In questo caso dovrete foderare anche l’altezza dei bordi con la carta forno, oppure con un nastro di acetato. In ogni caso una passata con la lama del coltello, se fatto con delicatezza, vi dovrebbe risolvere il problema.

    Procedete fondendo il burro in microonde per qualche secondo o in un pentolino a fiamma dolcissima senza farlo bruciare, quindi attenzione che ci mette davvero pochi secondi. Ponetelo da parte e lasciatelo intiepidire.

    In un tritatutto mettete i biscotti Digestive e polverizzateli finemente. In una ciotola radunate i biscotti, il miele e il burro fuso e mescolate fino ad ottenere un composto sabbioso. 

    Prendete la tortiera, versate il composto di biscotto e riempite bene il fondo della tortiera, occupando tutta la superficie e dando a tutto il fondo lo stesso spessore, man mano che spostate il composto verso l’esterno della tortiera pressatelo coprendo anche l’altezza dei bordi.

    Dovrete pressarlo per bene, quindi potrete aiutarvi con un batticarne o il fondo di un bicchiere. Una volta finito, ponete in frigo per circa 20 minuti mentre vi occupate della crema.

    Mettete il mascarpone in una ciotola, lavoratelo qualche minuto con un cucchiaio per renderlo cremoso e aggiungete lo zucchero a velo, mescolate ancora per avere una crema omogenea e senza grumi.

    A parte montate la panna fino ad una consistenza soffice e ancora lucida e aggiungetela a cucchiaiate al mascarpone, mescolando delicatamente.

    Ponete la crema in frigo. Anche se vi sembrerà liquida non vi preoccupate, al freddo si rapprende l’importante è lasciarla scoperta, quindi per questa volta niente pellicola.

    Nel frattempo tagliate e lavate la frutta, vi ho lasciato liberi di scegliere i frutti che preferite ma cercate di evitare banane, mele e pere che si ossidano e anneriscono facilmente all’aria.

  2. Riprendete la base della crostata, se avete il fondo rimovibile sarà un gioco da ragazzi, usate solo un po di delicatezza. Per liberarlo dalla tortiera con i bordi a cerniera, se li avrete rivestiti con la carta forno non ci saranno problemi: aprite il cerchio e togliete le strisce di carta.

    Se invece non avete messo nulla, aprite leggermente il bordo e passate un coltello sull’intera circonferenza. Una volta liberata dal bordo passate una spatola anche sotto il fondo per staccarla dalla carta forno e spostatela su un piatto.

    Inserite la crema che ormai si sarà rappresa in una sac a poche munita di bocchetta liscia (come QUESTA), partite dal centro del fondo andando verso il bordo, cercando di dare sempre la stessa pressione disegnate una spirale di crema. Fate un doppio giro dove andrà appoggiata la frutta per dare maggiore sostegno.

    Rimettete la crostata in frigo per almeno 15 minuti prima di servirla, senza coprirla.

VARIANTI E CONSIGLI

  1. Se ne avete aggiungete qualche fogliolina di menta per dare maggior risalto ai colori della frutta.

    Se volete potete lucidare la frutta con della gelatina neutra.

    Potete sostituire i biscotti Digestive con altri biscotti secchi o ai cereali.

    Potete sostituire il mascarpone con il formaggio spalmabile.

    Se non avete la sac a poche potete versare il composto sul fondo lisciandola con il dorso di un cucchiaio disegnando una spirale.

    Se vi è piaciuta questa ricetta potrebbe interessarvi anche la CROSTATA SENZA COTTURA AL CIOCCOLATO o la CROSTATA MORBIDA ALLA FRUTTA oppure la TORTA FREDDA ALLO YOGURT.

CONSERVAZIONE

Questa crostata estiva senza cottura si conserva in frigo fino a due giorni.
Link sponsorizzati inseriti nella pagina.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

4 Risposte a “Crostata senza cottura estiva”

  1. Ciao, volevo sapere se la pesca tagliata, stando all’aria si può rovinare e quindi sapere se conveniva passare sopra uno strato di gelatina neutra oppure no.
    Grazie

    1. Ciao Silvia, se vuoi mettere la gelatina male non fai, o meglio non crei nessun danno. Io non l’ho messa ed è arrivata a tavola perfetta, ovviamente non l’ho preparata due giorni prima. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.