Torta fredda allo yogurt

Torta fredda allo yogurt. Torta fredda allo yogurt

Quando ero piccola d’estate mia madre comprava la TORTA FREDDA ALLO YOGURT, chissà quanti di voi se la ricorderanno, era in scatola, c’erano le buste da aprire che contenevano delle polveri, si aggiungevano degli ingredienti freschi, una mescolata e si poneva in frigo a rassodare. Una volta che era completamente fredda, come da istruzioni, si procedeva a decorarla con i rebbi di una forchetta formando delle “onde” sulla superficie della torta fredda, ecco io modestamente ero l’addetta al decoro. A me piaceva solo il fondo, composto da biscotti, la crema la lasciavo sempre. Anche perché all’epoca esisteva solo allo yogurt, mica come adesso che la troviamo a tutti i gusti possibili e immaginabili. Nel frattempo sono cresciuta i miei gusti son cambiati e adesso mi mangerei pure la scatola, ovviamente sto scherzando, ma ho imparato ad apprezzare il gusto fresco dello yogurt, di una torta fredda di frigo, la consistenza cremosa che ben si sposa con i frutti di bosco e regala un vero momento di piacere, soprattutto con il caldo che abbiamo patito in questi giorni. Ovviamente è facilissima, SENZA COTTURA ed è anche veloce, l’unica cosa che dobbiamo fare è lasciarla in frigo a rassodare per qualche ora. Pronti?

TORTA FREDDA ALLO YOGURT

(Dose per una tortiera da 20 cm) 

Per la crema: 

  • 600 g di yogurt bianco naturale
  • 280 g di panna fresca liquida
  • 50 g di zucchero a velo
  • 50 g di latte
  • 10 g di colla di pesce

Per la base:  

  • 200 g di biscotti digestive
  • 90 g di burro

Per decorare: 

  • 300 g di frutti di bosco misti

Note:

  1. Se usate una tortiera più grande di quella che vi ho indicato (20 cm) dovete riproporzionare gli ingredienti, altrimenti rischiate che la torta fredda sia troppo bassa e quindi anche brutta da vedere. 
  2. Procuratevi i biscotti della digestive per il fondo, prima di tutto perchè si polverizzano meravigliosamente e secondo perchè hanno usa sapore particolare che contribuisce a rendere questa torta fredda allo yogurt identica a quella famosa (in scatola). 
  3. Potete usare qualsiasi tipo di yogurt, anche alla frutta, cambierà leggermente il colore della crema, ad esempio se lo usate al mirtillo. Ricordatevi di regolare lo zucchero se usate lo yogurt già zuccherato, basterà semplicemente assaggiare la crema ottenuta. 
  4. Se invece volete farvi in casa anche lo YOGURT cliccando QUI trovate la nostra ricetta. 
  5. Per decorarla ovviamente potete dare sfogo alla vostra fantasia e usare altri tipi di frutta. 
  6. Sento già le lamentele per la quantità di colla di pesce, ma questa torta ha una crema molto soffice che ha bisogno di questa dose per rimanere perfettamente in fetta. Non preoccupatevi, nulla di gommoso, ma morbida e cremosa. 
    Leggete bene comunque si parla di 10 GRAMMI e non 10 fogli! 😛
  7. E visto che ultimamente è scoppiata la moda dei bloom…… ….. tagliamo la testa al toro dicendo la marca usata (in questa e in tutte le altre ricette presenti sul blog) e trtrtrtrtrtrttrtrtr rullo di tamburi: pane e angeli. La più comune al supermercato, quella che sicuramente potete reperire tutti quanti. 
  8. Questa torta ha BISOGNO di ALMENO SEI ORE in frigo, meglio ancora se la fate la sera prima per il giorno successivo. 
  9. E’ una torta fredda, va conservata in frigo, quindi non fatela se avete la necessità di fare due ore di macchina con quarantagradiall’ombra o non portatela ad un pic nic in spiaggia, in questo caso vi verranno in aiuto le CROSTATE, cliccando QUI troverete un sacco di spunti. 

PROCEDIMENTO:

Procediamo foderando il fondo della teglia con un foglio di carta forno incastrandolo con il bordo a cerniera per farlo restare bello teso ma soprattutto stabile. Se siete così bravi da riuscire a foderare anche i bordi, tagliate delle strisce di carta alta come il bordo della tortiera e rivestiteli, in alternativa potete usare un nastro di acetato.

Procedete fondendo il burro in un pentolino, a fiamma dolcissima senza farlo bruciare, quindi attenzione che ci mette davvero pochi secondi. Ponetelo da parte e lasciatelo intiepidire. In un tritatutto mettete i biscotti e polverizzateli finemente.

Versate la polvere di biscotti in una ciotola, aggiungete il burro fuso e mescolate bene, fino ad ottenere un composto simile a sabbia bagnata.

Prendete la tortiera, versate il composto di biscotto e riempite bene il fondo della tortiera, occupando tutta la superficie e dando a tutto il fondo lo stesso spessore. Dovrete pressarlo per bene, quindi potrete aiutarvi con un batticarne o il fondo di un bicchiere. Una volta finito, ponete in frigo mentre vi occupate della crema.

Per prima cosa ammollate in acqua fredda la colla di pesce, ci vorranno 10 minuti. 

Nel frattempo montate la panna fresca con lo zucchero a velo, aggiungete lo yogurt con delicatezza, con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare eccessivamente il composto.

torta fredda allo yogurt

Scaldate il latte in un pentolino, strizzate benissimo la gelatina in fogli precedentemente ammollata, togliete il latte dal fuoco, inserite la gelatina e mescolate fino a completo scioglimento. Non ci devono essere grumi. 

Inseritela nella crema e mescolate bene ma sempre delicatamente. 

A questo punto potete versarla sulla base biscotto, livellatela con il dorso di un cucchiaio e ponete in frigo per ALMENO 6 ore a rassodare.

Per liberarla dalla tortiera, se avrete rivestito i bordi con la carta forno non ci saranno problemi: aprite il cerchio e togliete le strisce di carta. Se invece non avete messo nulla, aprite leggermente il bordo e passate un coltello sull’intera circonferenza, una volta liberata del bordo passate una spatola anche sotto il fondo per staccarla dalla carta forno e spostatela su un piatto, con delicatezza.

Decoratela con una cascata di frutti di bosco ed è pronta per essere servita! 

Va conservata in frigo e consumata entro 3/4 giorni massimo. 

Se vi piacciono questo genere di torte fredde/cheesecake cliccando QUI trovate tutte le nostre ricette.

Vi ricordiamo che siamo sempre presenti su Facebook sulla nostra fanpage che vi consigliamo di “piacciare” e nel nostro gruppo in cui dovete “assolutamente” iscrivervi. Eva

 

 

Precedente Limonata al mirtillo freschissima Successivo Caffè leccese con sciroppo di mandorle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.