Brutti ma buoni

Aiutami a condividere....
  • 12
  •  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

Brutti ma buoni in versione Natalizia.

La mia seconda proposta per biscotti come idea regalo.

In questi giorni mi sono buttata in un vero e proprio shopping natalizio per farvi sentire meglio l’Atmosfera di festa che mi circonda ed il mio blog non può che giovarne.

Senza spendere troppo ho trovato in un negozio meravigliose decorazioni adatte a tutte le tasche e ne sono uscita contentissima….

E con poco ho realizzato queste deliziose meringhe dal cuore di nocciola e mandorle, brutti nella forma ma eccellenti nel gusto.

Gli albumi sono quelli avanzati nella precedente ricetta

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    45 minuti
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 150 g albumi a temperatura ambiente
  • 200 g Zucchero
  • 200 g nocciole in granella
  • 100 g mandorle in granella

Preparazione

  1. In una ciotola cominciare a montare gli albumi.

    Aggiungere lo zucchero e continuare a montare fino a che alzando le fruste otterrete la classica punta.

  2. Aggiungere le granelle poco alla volta, mescolando con un movimento che va dal basso verso l’alto, delicatamente, con una spatola.

  3. Trasferire il composto in una pentola d’acciaio e sempre con la spatola, girarlo per circa 10 minuti, fino a quando si addenserà.

  4. Rivestire una teglia con carta da forno e con due cucchiaini formare dei mucchietti ( anche se io personalmente li ho fatti a mano, bagnandole di tanto in tanto).

  5. Infornare in forno statico a 130° per circa 40-45 minuti.

    La temperatura è indicativa.

    Dovranno asciugarsi senza bruciarsi, anche perché raffreddandosi si induriranno un po’.

    La seconda idea regalo per queste feste è pronta.

    A voi utilizzarla come meglio desiderate!

264 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Riso patate cozze e ceci Successivo il pandoro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.