il pandoro

Aiutami a condividere....
  • 3
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Che Natale è senza il pandoro?

Da sempre in competizione con il panettone, la sua soffice anima profumata ricoperta da un velo di zucchero conquista sempre molti di noi, grandi o piccoli.

Certo farlo in casa non è semplicissimo.

Io per esempio l’ho lavorato tutto a mano, avendo una planetaria non eccellente.

Ma il procedimento è lo stesso ed anche i tempi di lavorazione, sostanzialmente lunghi, che ne garantiscono la morbidezza, sono simili a quelli di un pandoro artigianale.

Per questa ricetta è necessaria la preparazione di una biga, ovvero un pre-impasto a base di farina,lievito e acqua che garantirà al tutto, ritardandone la lievitazione, una maggiore digeribilità e fragranza.

Leggiamo insieme i passaggi.

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    2 giorni
  • Cottura:
    55 minuti
  • Porzioni:
    pandoro 750 gr
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per la biga

  • 45 g farina di manitoba
  • 30 g Acqua
  • 5 g lievito di birra fresco

Per il primo impasto

  • biga
  • 50 g Uova
  • 90 g farina di manitoba
  • 7 g lievito di birra fresco
  • 20 g Zucchero

Per il secondo impasto

  • 210 g Farina Manitoba
  • 90 g Zucchero
  • 5 g miele
  • 2 Uova
  • 1 tuorlo
  • 125 g Burro ammorbidito
  • 1 bustina vanillina

Preparazione

Per la biga

  1. In una ciotola unire il lievito sbriciolato alla farina e all’acqua.

    Impastare con le mani fino ad ottenere un panetto omogeneo.

    Coprire con pellicola e far riposare 12 ore.

Per il 1° impasto

  1. Mettere la biga in una planetaria con gancio, unire 90 gr. di farina di manitoba, 20 gr di zucchero e 7 di lievito sbriciolato.

    Unire l’ uovo  e farlo assorbire completamente.

    Una volta incordato l’impasto, trasferirlo sul piano di lavoro leggermente infarinato.

  2. Realizzare le pieghe, riportando i lembi verso l’interno.

  3. Rimettere l’impasto nella ciotola e far lievitare circa 2 ore coperto, in forno spento e con luce accesa, per garantire una temperatura costante..(io lasciato dietro la finestra al sole….)

per il 2° impasto

  1. Lievitato l’impasto, rimetterlo nella planetaria con gancio e versare il miele, lo zucchero e la farina e cominciare ad impastare.

  2. Unire un uovo alla volta sempre impastando e attendendo l’assorbimento del primo uovo prima di aggiungere il successivo.

    A questo punto aggiungere un pezzetto di burro alla volta lavorando sempre con la planetaria fino a realizzare un nuovo impasto incordato.

  3. Ottenuto un impasto ben idratato trasferirlo sul piano di lavoro ben infarinato e dare le pieghe di rinforzo tirando i lembi dall’esterno verso l’interno.

    Ruotare l’impasto tra le mani fino ad ottenere una palla liscia e tesa.

  4. Imburrare ed infarinare uno stampo per pandoro da 750 gr. e adagiarvi l’impasto con le pieghe rivolte verso l’alto.

  5. A questo punto coprire lo stampo e riporlo di nuovo in forno spento fino a che il pandoro quasi raggiunga i bordi dello stampo.

    Cucinare in forno caldo statico a 140-150° per 55 minuti, dopo avervi riposto una ciotola con acqua, resistente al calore , per creare la giusta umidità.

    Far intiepidire per circa 30 minuti e capovolgere lo stampo.

    Attendere che il pandoro si raffreddi completamente prima di estrarlo.

    Servite decorando con zucchero a velo e …buone feste!!!!

126 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Brutti ma buoni Successivo Biscotti di Natale alle mandorle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.