Crea sito

Arancini siciliani – ricetta originale ed infallibile

Arancini o arancine? E’ questo l’eterno dilemma sul nome corretto da utilizzare…la disputa divide in due l’isola siciliana: il termine arancina (dalla forma rotonda) si usa principalmente nella parte occidentale mentre il termine arancino (dalla forma a punta che potrebbe ricordare l’Etna) in quella orientale, con alcune eccezioni nelle zone ragusane e siracusane.

Comunque li si voglia chiamare, sono uno dei piatti della tradizioni culinaria siciliana che preferisco. E, grazie all’arancinotto, ovvero il mitico stampo per gli arancini che mi hanno regalato per il mio compleanno, ho finalmente provato a farli e sono stra soddisfatta del risultato 🙂

Scopriamo insieme come prepararli e…buon appetito!

Arancini siciliani, cucina con sara
  • Preparazione: 2 Ore
  • Cottura: 4 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 12 arancini
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per il riso:

  • riso 500 g
  • brodo vegetale 1100 ml
  • Burro 60 g
  • zafferano 2 bustine

Per il ripieno:

  • carne trita 400 g
  • piselli 100 g
  • cipolla 1/2
  • vino bianco 30 ml
  • olio extra vergine di oliva 3 cucchiai
  • Burro 10 g
  • pelati 300 g
  • sale fino q.b.
  • formaggio tipo silano 100 g

Per la panatura:

  • uova 2
  • Farina 00 100 g
  • acqua 180 ml
  • pan grattato 150 g

Per friggere:

  • olio di semi di arachide 1 l

Preparazione

  1. Iniziate preparando il riso. In una pentola versate il brodo vegetale, il burro e lo zafferano; portate a bollore, quindi unite il riso e lasciatelo cuocere a fiamma bassa, fino a quando avrà assorbito tutto il brodo. Attenzione a non farlo scuocere 😉

    Rovesciate il riso su un tagliere e fatelo raffreddare.

    Nel frattempo preparate il ragù. La ricetta originale prevede l’uso del concentrato di pomodoro ma a me non piace per nulla, quindi ho utilizzato i classici pelati.

    Affettate finemente la cipolla e rosolatela in padella insieme all’olio ed al burro; unite la carne e rosolatela bene. Unite i piselli e sfumate con il vino bianco. Aggiungete i pelati, regolate di sale e cuocete per circa 1 ora, preparando un ragù piuttosto ristretto e denso.

    Formate gli arancini o a mano o usando l’arancinotto come ho fatto io. Per il ripieno usate il ragù e pezzetti di formaggio silano.

  2. Ponete gli arancini a rassodare in congelatore per almeno 1 ora.

    Preparate la pastella per la panatura: in una ciotola versate le uova e la farina; mescolate con una frusta, aggiungendo l’acqua poco alla volta, fino ad ottenere un impasto fluido e omogeneo.

    Passate gli arancini prima nella pastella, poi nel pan grattato.

  3. Friggeteli in olio bollente e scolateli su carta assorbente.Ora gli arancini siciliani sono pronti per essere gustati 😉

Consigli

Con questa dose vi verranno 12 arancini: se non li mangiate tutti potete congelarli subito dopo averli impanati.

Mi trovate anche su facebook. Se vi va, mettete il vostro like alla pagina e rimarrete sempre aggiornati sulle nuove ricette 🙂

Pubblicato da cucinaconsara

Sara, psicologa per professione e foodblogger per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.