Filetto alla Wellington | Beef Wellington – Ricetta Gordon Ramsay

Che sia una festa importante o un semplice pranzo della domenica che volete rendere speciale, il Filetto alla Wellington fa al caso vostro. Il filetto alla Wellington o Beef Wellington è un secondo di carne ricco, saporito e succoso, che lascerà a bocca aperta i vostri ospiti. La ricetta è dello chef Gordon Ramsay ed ho cercato di riprodurla alla lettera traducendo il video che trovate il fondo al post.

Per chi non lo conoscesse, Gordon Ramsay è lo chef britannico diventato famoso grazie alle trasmissioni televisive Master Chef ed Hell’s Kitchen che personalmente seguo sempre e adoro. Lui ha un caratteraccio, almeno in tv, ma a me sta molto simpatico perchè dice le cose in faccia così come le pensa, ed io apprezzo questo tipo di persone.

Ma tornando alla ricetta, il filetto alla Wellington non è semplicissimo da preparare ed infatti è una delle ricette più difficili che Gordon propone proprio quando vuole mettere alla prova i concorrenti. Io è da quando seguo Gordon Ramsay che ho voglia di farlo, sia per mettermi pure io alla prova, sia perchè avevo proprio voglia di provarlo e vedere se effettivamente ne valeva la pena come lui fa sembrare. Se amate la carne al sangue e la sfoglia dovete provare questa ricetta. Io ho cercato di riprodurla nel miglior modo possibile e quindi vi trascrivo la ricetta, ma alla fine vi consiglio di guardare il video perchè preparata da lui vi farà venire l’acquolina in bocca. (Nota: nel video Gordon Ramsey prepara una versione natalizia e quindi aggiunge anche delle castagne ai funghi).

Filetto alla Wellington | Ricetta Gordon RamseyIngredienti Filetto alla Wellington (per circa 8/10 persone)

  • 1 filetto di manzo (circa 1 kg)
  • 400 g di funghi champignon freschi
  • 100 g di prosciutto crudo di Parma (6 fette)
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • senape inglese qb
  • 1 tuorlo
  • olio extravergine di oliva qb
  • sale e pepe qb

Procedimento Filetto alla Wellington

  1. Salate e pepate l’esterno del filetto massaggiandolo e fatelo rosolare in una padella ben calda con un filo d’olio extravergine di oliva, facendo in modo di rosolare tutti i lati, comprese le estremità. La carne non deve cuocere ma semplicemente si deve sigillare in superficie in modo da non perdere i succhi successivamente. Spennellate il filetto con la senape e mettetelo da parte in un piatto a riposare.
  2. Nel frattempo preparate la crema di funghi. Pulite gli champignon eliminando il terriccio con un panno umido, tagliateli a pezzetti, versateli nel mixer, aggiungete un po’ di sale e pepe e frullate fino ad ottenere una purea fine ed omogenea. Trasferite la purea di funghi in una padella ben calda e fate cuocere la crema rigirandola di tanto in tanto fino a quando non sarà completamente asciutta.
  3. Su un foglio di pellicola trasparente disponete le fette di prosciutto crudo (in base alla lunghezza e larghezza del mio filetto ne ho usato 6), mettete un pizzico di pepe sul prosciutto e poi distribuitevi sopra la crema di funghi formando uno strato uniforme. Adagiate al centro il filetto e con l’aiuto della pellicola arrotolate formando un cilindro, avvolgetelo completamente nella pellicola e ruotate le estremità formando una caramella, strizzate in modo da far amalgamare bene gli ingredienti, e poi riponete in frigorifero a riposare per circa 15 minuti.
  4. Stendete la pasta sfoglia, assottigliatela leggermente con il matterello e, dopo aver eliminato la pellicola, posizionate al centro il filetto, avvolgetelo con la sfoglia richiudendo le estremità (eventualmente eliminando la pasta sfoglia in eccesso), arrotolatela nella pellicola e riponete in frigo altri 5 minuti.
  5. Spennellate la pasta sfoglia con un tuorlo sbattuto, praticate dei tagli a spiga ed infornate a 200° per circa mezz’ora, fino a quando la pasta sfoglia diventerà dorata.
  6. Togliete dal forno, fate riposare pochi minuti dopodichè tagliate a fette di circa 1,5 cm e servite subito.

E come direbbe Gordon Ramsay: Beef Wellington… done!!!

Precedente Licurdia calabrese | Ricetta zuppa rustica Successivo Mostaccioli con miele di fichi | Mustazzuali | Ricetta tipica calabrese

29 commenti su “Filetto alla Wellington | Beef Wellington – Ricetta Gordon Ramsay

  1. Adoro Gordon sia come cuoco che come uomo :-))))) Non ho mai provato questa ricetta, mi sembra così di alta cucina, ti è venuto benissimo! Un bacione

  2. Pier il said:

    Biongiorno
    2 domande:
    Cosa si mette di “umido” nel tritare i funghi?? Olio?? Perché gli champignon sono di per se molto asciutti
    La pasta si spennella con il tuorlo o con l’albume?
    Grazie

    • Ciao Pier. I funghi vanno tritati “a secco” senza niente di umido, in cottura rilasceranno il loro liquido e devono essere molto asciutti altrimenti la preparazione non viene bene. Anzi se ci fai caso c’è un passaggio in padella per asciugare i funghi tritati, devono essere molto asciutti. La pasta si spennella con il tuorlo. Ti consiglio di guardare anche il video perchè lì i passaggi sono chiarissimi.

  3. Gipi il said:

    Gordon Ramsey è senza ombra di dubbio un grande chef con un grandissimo talento rubato al …football!
    In ogni caso volevo solo precisare che la trasmissione si chiama “Hell’s kitchen” (non chicken!!!) e che la ricetta originale non è di Gordon Ramsey e non prevede l’uso di funghi e prosciutto, ma piuttosto di paté de foie gras. La ricetta dovrebbe essere considerata a tutti gli effetti inglesi, ma trattandosi di una ricetta molto antica è piuttosto difficile dare un’origine precisa.
    La variante di Gordon Ramsey è una rielaborazione della ricetta originale e soprattutto risulta più leggera, molte sono poi le varianti che si possono utilizzare e inventare anche se riguardano solo il “cappotto” del filetto di manzo.

    • Grazie per la precisazione, c’è sempre da imparare. Credo che, anche se erroneamente, la ricetta o almeno questa versione venga attribuita a Ramsey perchè l’ha resa nota grazie al programma televiso, ma è giusto precisarne la paternità.

    • Ciao Fabiola, sinceramente non saprei, non mi viene in mente nessun sostitutivo della senape, a questo punto io non la metterei proprio, anche se il sapore non si sente tanto, prevale molto di più quello dei funghi. Oppure prova a metterne proprio un velo.

    • Ciao 🙂 I funghi danno il sapore particolare che caratterizza il filetto alla wellington, ma se non ti piacciono o non puoi mangiarli, potresti sostituirli con cuori di carciofo, che anche come consistenza dovrebbero andare bene. L’importante è seguire lo stesso procedimento, cioè farli asciugare bene, altrimenti poi rilasciano acqua in cottura.

  4. Davide il said:

    Volevo solo precisare che Gordon usa il filetto di manzo, in quanto la ricetta è il “Beef Wellington” e con il filetto di vitello non viene la stessa cosa…

      • SONIA MARCHETTI il said:

        Ho visto ieri sera cucinare Gordon Ramsey in diretta il suo filetto e prima di avvolgere
        la pasta sfoglia, mette una crepes molto sottile fatta con abbondanate erba cipollina.

        • Ho tradotto la ricetta direttamente dal video e non c’è questa aggiunta, sicuramente sarà una variante proposta dallo chef. Grazie per averla segnalata, può essere un’idea alternativa 🙂

  5. Marcella il said:

    È possibile preparare il filetto in anticipo, riponendolo nel frigoriferi, e metterlo nella sfoglia alla sera prima di infornarlo?

    • Non sono un’esperta di tagli di carne e credo di averlo comprato come filetto, in ogni caso la foto è dimostrativa, è anche brutta in realtà e dovrei rifarla, ma credo che l’importante sia il procedimento 🙂

    • Ciao, sul costo non so darti indicazioni, dipende dalla qualità della carne e da dove la compri. Per le quantità, io ho indicato 8/10 persone considerando delle fettine sottili (1 cm circa), se invece vuoi farle più spesse da circa 150 / 200 g, direi che un chilo va bene per 5 o 6 persone.

Lascia un commento

*