Piadina romagnola

piadina

Prima di conoscere mio marito e di venire ad abitare in Romagna, non conoscevo nemmeno la piadina! La prima volta l’ho vista fare da mia suocera, che, dopo mia mamma, è stata la persona che più mi ha insegnato in cucina.

Poi ho capito che, come tutti i piatti della tradizione, anche la piadina aveva tante ricette,
quasi quante le cuoche (qui in Romagna si chiamano “arzdore”) che la preparano.

Per cui mi sono messa a sperimentare, a provare, ed il risultato al quale sono arrivata adesso è quello che vi propongo qui sotto. So bene che ci possono essere altri che vi propongono dosi diverse, ma queste sono le mie.

Si possono anche fare delle varianti.  Io uso lo strutto, ma si può anche usare l’olio, anche se le piade non saranno altrettanto morbide. Si può sostituire, a chi piace, la farina 1 con quella integrale, di farro o di Kamut. Io preferisco usare farina di tipo 1 macinata a pietra.

 

piadina

 

 

 

Piadina romagnola

Difficoltà: media
Tempo: 1 ora + 1 ora di riposo
Stagionalità: tutto l’anno

 

INGREDIENTI: (per 9-10 piadine)

1 kg di farina di tipo 1

200 g circa di acqua tiepida

200 g circa di latte intero tiepido

200 g di strutto

3 cucchiaini di sale

 

Mettere sulla spianatoia la farina e il sale. Fare la conca e nel mezzo mettere lo strutto a pezzetti. Scaldare l’acqua e quando è calda versarla a poco a poco sullo strutto e impastare tutto. Lavorare l’impasto per 10 min circa. Si deve ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. In alternativa si può usare l’impastatrice: in questo caso impastare tutti gli ingredienti insieme a bassa velocità.

A questo punto suddividere l’impasto in tanti piccoli panetti (con queste dosi ne devono venire circa 9-10) e metterli in 1 o 2 sacchetti di plastica e lasciarli riposare in frigo almeno 1 ora.

Piadina

Stendere quindi ogni impastino in forma rotonda di circa 3-4 mm. di spessore. La piadina va quindi cotta sul testo che è la tipica padella piatta di terracotta o di ghisa o, in mancanza di questa, altro tegame piatto antiaderente. La cottura va fatta senza alcuna aggiunta di condimento. Punzecchiarla durante la cottura con una forchetta. Il testo va tenuto ad una temperatura abbastanza elevata ma non troppo se no la piadina si brucia all’esterno e rimane cruda dentro.

 

Piadina
Inizio cottura

 

Piadina
Metà cottura

 

 

Piadina
Piadina pronta

 

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi sempre rimanere informato sui miei nuovi articoli, puoi iscriverti alla newsletter, oppure mettere MI PIACE alla mia pagina Facebook https://www.facebook.com/blog.zuccherolievitoefarina/, Twitter https://twitter.com/zuccherolievito, Instagram https://www.instagram.com/zuccherolievitoefarina/ oppure G+ https://plus.google.com/u/1/113541737177885349098 A PRESTO!

 

 

piadina

Related Post

One Reply to “Piadina romagnola”

  1. adoriamo le piadine! 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.