Crostata moderna con fragole e namelaka al limone

La namelaka è una crema setosa e avvolgente, una delizia per il palato. Se non l’avete mai assaggiata questa è la ricetta giusta per voi! Una crostata moderna che non è eccessivamente difficile, ma che vi darà delle grandi soddisfazioni! Frolla sablè, coulis di fragole e namelaka al limone. Io amo le fragole e questo è il dolce adatto per esaltare questi frutti deliziosi! Ma quando sarà finita la stagione delle fragole, potete proporre lo stesso dolce con i frutti di bosco, niente di più adatto!

Se amate i dolci con le fragole, vi suggerisco di provare la mia Crostata con frangipane, crema e fragole.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Porzioni8
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera

Ingredienti

Per la frolla

250 g farina 0
150 g burro
40 g tuorli (circa 2)
1/2 bacca vaniglia
1 pizzico sale

Per la coulis di fragole

250 g fragole
2 cucchiai zucchero di canna
Qualche goccia succo di limone

Per la namelaka al limone

100 g latte intero
2.5 g gelatina (in fogli o in polvere)
12.5 g acqua (per idratare la gelatina)
200 g panna fresca liquida (fredda)
60 g succo di limone
scorza di limone

Per la decorazione

100 g fragole
Qualche scorza di limone

Passaggi

Per realizzare la Crostata moderna con fragole e namelaka al limone è necessario iniziare il giorno precedente. La namelaka infatti ha bisogno di 12 ore di riposo in frigo prima di poter essere montata con le fruste. Io consiglio di organizzare il lavoro nel modo seguente: il primo giorno impastare la pasta frolla e lasciare riposare in frigo per un paio d’ore. Più tardi stendere e cuocere la frolla. Nel frattempo preparare la coulis di fragole e la namelaka. Montare quindi la prima parte del dolce e far riposare in frigo tutta la notte. Il giorno successivo terminare il dolce e decorare.

Per la frolla

Disporre la farina sulla spianatoia e aggiungere il burro a piccoli pezzi. Lavorare il burro insieme alla farina per ottenere delle piccole briciole. Quando il composto avrà assunto un aspetto “sabbioso”, aggiungere lo zucchero, gli aromi e quindi i tuorli. Lavorare giusto il tempo necessario per ottenere un impasto liscio. Riporre in frigo per almeno 1 ora. Tutta questa operazione può essere fatta in planetaria usando la frusta a K.

Dopo un paio di ore di riposo, riprendere la frolla e lavorarla brevemente con le mano fino a renderla plastica.

Stenderla sulla spianatoia fino all’altezza di mezzo centimetro e con questo rivestire un anello microforato (oppure una tortiera bassa da crostata). Io ho usato uno stampo microforato rettangolare.

Forare con i rebbi di una forchetta. Posizionare all’interno un foglio di alluminio e aggiungere dei fagioli secchi.

Mettere a cuocere il fondo di frolla in forno a 180° gradi. Dopo i primi 15 minuti togliere i fagioli e l’alluminio e finire la cottura. Ci vorranno altri 15 minuti circa.

Tenere da parte.

Per la coulis di fragole

Tagliare le fragole a pezzi piuttosto piccoli e farle saltare in padella con lo zucchero di canna e qualche goccia di succo di limone. Lasciarle cuocere qualche minuto finché non risultino tenere e piuttosto asciutte. Tenere da parte.

Per la namelaka

Fondere il cioccolato bianco al microonde. Idratare la gelatina in 5 volte il suo peso in acqua e quindi scioglierla al microonde. Far bollire il latte e aggiungere la gelatina sciolta. Versare quindi in due volte sul cioccolato ed emulsionare bene con il frullatore a immersione.

Aggiungere quindi a filo la panna fredda liquida e continuare ad emulsionare con il frullatore a immersione senza creare bolle d’aria. Per questa operazione è perfetto un apparecchio che è utilizzato dai professionisti e che ho acquistato anche io. Trovate il link QUI. All’ultimo unire sempre a filo il succo di limone filtrato e la scorza gratuggiata di mezzo limone.

Versare la namelaka in un recipiente adatto e coprire con pellicola alimentare a contatto. Porre in frigo fino al giorno seguente.

Per il montaggio del dolce

Il giorno successivo prendere il fondo di frolla e versare al suo interno uno strato sottile di coulis di fragole.

Montare la namelaka fredda con le fruste fino ad ottenere una crema soffice e spumosa. Mettere la crema in un sac a poche con bocchetta liscia e coprire tutta la crostata con grossi ciuffi di namelaka. Decorare con fragole fresche e scorzette di limone. Tenere in frigo fino al momento del servizio.

Variazioni

Se non si vogliono usare le fragole, queste si possono sostituire con i frutti di bosco misti o anche con un frutto solo come i lamponi.

Se si desidera, si può versare all’interno del guscio di frolla una parte della namelaka quando questa è ancora liquida il giorno precedente. Bisogna versare la namelaka a filo con il bordo della frolla e porre tutto in freezer fino al giorno seguente. La namelaka rimanente dovrà essere montata come spiegato in ricetta e usata a sac a poche.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.