Riso nero alla messinese, antico dolce siciliano

Il riso nero alla messinese è un’antica ricetta tipica della provincia di Messina, un delizioso dolce tradizionale che è considerato simbolo di devozione alla Madonna nera di Tindari e solitamente viene preparato nel periodo natalizio, per Pasqua e, in alcune zone, anche in occasione della festa di Santa Lucia. Come sempre quando si tratta di ricette tradizionali, la preparazione di questo dolce presenta piccole differenze da paese a paese, da famiglia a famiglia: la mia versione è quella che in tempi remoti si faceva in casa della famiglia di mio marito, originaria appunto della provincia di Messina. 

Riso, latte e cioccolato sono gli ingredienti principali del riso nero alla messinese: un dolce semplice e golosissimo, privo di glutine e davvero molto facile da preparare.

riso nero alla messinese

Riso nero alla messinese

INGREDIENTI

  • riso originario (io preferisco quello per riso al forno), 300 grammi
  • latte, 750 ml 
  • zucchero, 230 grammi
  • mandorle tostate, 140 grammi
  • cacao amaro, 40 grammi
  • cioccolato fondente al 70%, 130 grammi
  • cannella in polvere (o, se si preferisce, vaniglia) q.b. (io metto due cucchiaini)
  • la buccia di un’arancia biologica grattugiata
  • scorzette d’arancia candite,  30 grammi

Per decorare

mandorle, confettini colorati, canditi secondo gusto e fantasia 

PREPARAZIONE

Mescolare bene zucchero e cacao amaro setacciato, versarli in una pentola con il latte freddo e mescolare ancora, fino a quando si saranno sciolti completamente. Accendere il fuoco e portare ad ebollizione.

Aggiungere il riso e la cannella in polvere e portare a cottura, mescolando spesso per evitare che il riso si attacchi al fondo.

Prima di spegnere, aggiungere anche il cioccolato fondente fatto a pezzetti, le mandorle tostate e tritate non troppo finemente, la buccia d’arancia grattugiata e le scorzette d’arancia tagliate a cubetti, mescolando per distribuirli in modo omogeneo. 

Versare il riso nero sul piatto da portata, dandogli una forma circolare come fosse una normale torta. In alternativa versarlo in coppette singole.

Lasciare raffreddare, poi decorare secondo la propria fantasia con canditi, mandorle o zuccherini colorati. 

Il riso alla messinese si taglia perfettamente a fette e va servito freddo (non va conservato in frigorifero). 

riso nero alla messinese

Se la ricetta del riso nero alla messinese  ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook,Twitter,Google+ e Pinterest!

Precedente Pasta con carciofi e ricotta, ricetta siciliana Successivo Curry di barbabietola, ricetta cingalese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.