Strudel speck, asiago e mela rosa

Lo strudel speck, asiago e mela rosa è una vera chicca da sfoggiare per stupire i nostri ospiti per un buffet o come antipasto. Io ho voluto subito assaggiare dopo aver scoperto la ricetta sul blog di Cinzietta, che ringrazio pubblicamente.strudel speck, asiago e mela rosa

Il contrasto di sapori dolce, salato, il croccante della pasta sfoglia ricoperta di semi di papavero, il formaggio filante e saporito rendono lo strudel speck, asiago e mela rosa molto raffinato e rustico al tempo stesso.

Io ho utilizzato la mela rosa al posto di quella verde tipo Granny Smith che ho imparato recentemente ad apprezzare: uno dei prodotti tipici tradizionali dei Monti Sibillini nelle Marche, che è una vera squisitezza! Quest’anno le mele rosa sono particolarmente succose, dolci, con un sapore unico. La mia mela preferita senza ombra di dubbio. Ne abbiamo piantato un alberello che avrà bisogno di tempo prima di dare i suoi primi frutti.

Per lo strudel ho usato la pasta sfoglia rettangolare già pronta, ma si potrebbe provare anche facendo un impasto come quello per lo strudel di mele con farina integrale che ho già preparato.strudel speck, asiago e mela rosa - mele rosa

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare,
  • 100 g di speck a fette,
  • 100 g di asiago tagliato sottile,
  • 1 mela rosa,
  • 1 uovo,
  • semi di papavero.

Preparazione:

preriscaldate il forno a 170 gradi.

Disponete la pasta sfoglia sopra un foglio di carta forno e farcite con le fettine di speck lasciando almeno un cm dal bordo. Poi continuate con uno strato di asiago e uno di mela tagliata a fettine sottili.
Arrotolate come per lo strudel classico.
Quindi con un pennello passate sopra l’uovo e cospargete bene lo studel con i semi di papavero.
Cucinate in forno a 170° per circa 30 minuti, fino a doratura. Lasciate raffreddare un po’ prima di tagliare lo strudel e servirlo.strudel speck, asiago e mela rosa - preparazione

strudel speck, asiago e mela rosa - da nfornare

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.