Ricetta semplice per pasta madre con miele

La ricetta semplice per pasta madre con miele è la mia conquista culinaria. Meditavo a lungo questo traguardo, ma come sempre ero in attesa del momento propizio per iniziare a sperimentare senza soffrire troppo. Ricetta semplice per pasta madre con miele

Leggendo le ricette qua e là mi sono resa conto di quanta pazienza e perseveranza occorressero e quindi era indispensabile riuscire ad organizzarmi in un periodo di tempo trovando il momento tranquillo.

Ora che ci sono riuscita posso dire che non mi è costata poi tanta fatica come pensavo, anzi ci ho preso gusto e mi piace sempre di più impastare e capire qual’è la consistenza giusta dosando acqua e farina. Poi l’esperimento continua… ho già preparato oltre al pane integrale, un ciambellone con l’uvetta e la pizza sia con il pomodoro che con il rosmarino… presto pubblicherò le ricette così da ricordarmele per le prossime volte!

Sono una smemorata cronica, così dalla nascita, almeno spero di non peggiorare più con l’età! 🙂

Questa ricetta l’ho trovata sul libro “Il Pane” della collana “i Ricettari Volanti” che ho acquistato presso un negozio che vende prodotti biologici, alla modica cifra di 1 euro. Poi però ci ho unito dei consigli di GialloZafferano Sonia Peronaci che ho trovato pratici e funzionali.

Ricetta semplice per pasta madre con miele

 Ingredienti:

  • 200 g di farina biologica semintegrale (100 g di farina integrale e 100 g di farina 0),
  • 1 cucchiaino di miele,
  • 100 g di acqua tiepida.

 Preparazione:

versate in una ciotola la farina, aggiungete il miele e l’acqua tiepida, quindi mescolate fino ad ottenere un impasto di consistenza non appiccicosa.

Lasciate riposare per 48 ore in un ambiente moderatamente caldo in un contenitore di vetro coperto con la pellicola trasparente bucata con uno stuzzicadenti.

Trascorso il tempo troverete l’impasto raddoppiato!

Sciogliete 200 g dell’impasto in 100 g di acqua tiepida e aggiungete 200 g di farina.

Ripetete la stessa procedura inserendo l’impasto nel contenitore di vetro coperto con la pellicola forata. Lasciate lievitare nuovamente per 48 ore.

Questa procedura si chiama “rinfresco”, serve a nutrire con nuovi zuccheri semplici e complessi i microrganismi che si formano naturalmente nell’impasto.

L’impasto comincerà a gonfiarsi e compaiono gli alveoli, segno che il lievito madre si sta attivando. Continuate i rinfreschi per circa due settimane, finché il lievito non sarà in grado di raddoppiare il suo volume in circa 4 ore.

A questo punto la pasta madre sarà pronta per essere utilizzata per produrre il pane o altri lievitati. Si conserverà in frigorifero in un vasetto di vetro anche per più di una settimana tra un rinfresco e l’altro. La preparazione della pasta madre è un processo piuttosto delicato e per ottenere un fermento di buona qualità è consigliabile utilizzare ingredienti biologici e non raffinati.

Quando si prepara il pane ricordarsi di staccare sempre un pezzetto di pasta madre rinfrescata, prima di procedere all’impasto finale: servirà da lievito per la successiva panificazione.

Nelle ricette la sostituzione del lievito di birra con il lievito madre dipende da molti fattori: il tipo di farina, l’idratazione dell’impasto, la ricchezza degli ingredienti. Di base, considerate dei tempi di lievitazione tripli e che grossolanamente, la proporzione del lievito madre è di 200/300 g per 800 g/ 1 kg di farina.

lievito_madre_1

Per non perdere nessuna ricetta iscriviti alla newsletter: clicca qui
Visita la pagina Facebook Ricette di Campagna e segui le mie ricette cliccando “mi piace” !
Puoi seguirmi anche su PinterestInstagram e Twitter!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

2 Risposte a “Ricetta semplice per pasta madre con miele”

    1. Grazie Katherine, ci provo! Più che altro sono una perfezionista ma con poca memoria. Il blog mi aiuta moltissimo per ordinare le ricette e cucinare sempre meglio evitando gli sbagli. L’esperienza è quella che serve ed io la sto facendo giorno dopo giorno, dopo giorno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.