Crea sito

Torta salata di spinaci e ricotta (facile)

La mia torta salata di spinaci e ricotta è molto saporita, facile e veloce da realizzare: l’ideale per preparare qualcosa di buono per pranzo o cena in anticipo, quando sappiamo di rientrare all’ultimo momento e vogliamo un piatto già pronto.

Ormai avete tutti capito che noi liguri siamo fissati con i ripieni e in particolare con le torte salate.
Questa si prepara con una base di pasta matta che racchiude una farcia dal sapore delicato ma gustoso.

Io amo moltissimo gli spinaci e voi? Li trovo una verdura versatile, buona e che fa molto bene alla salute. Si possono gustare sia crudi (quelli piccoli e teneri) che cotti, molto adatti per i ripieni, le minestre e i risotti. In genere gli spinaci piacciono anche ai bambini, forse perché li associano alla forza di Braccio di Ferro.

Possiedono proprietà protettive associate alla riduzione di molte malattie come i tumori, le malattie cardiache, il diabete e le malattie neurodegenerative.

Forniscono alti livelli di antiossidanti e una grande quantità di vitamine e minerali. Il loro consumo, infine, ha un effetto preventivo nei confronti della stitichezza. Perché facciano davvero bene meglio usare spinaci freschi

Allora non perdiamo altro tempo e mettiamoci al lavoro per preparare questa torta squisita.

Torta salata di spinaci e ricotta (facile)
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Pasta matta

  • 300 gfarina
  • 165 mlacqua
  • 15 mlolio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicosale

Ripieno

  • 700 gspinaci
  • 6uova
  • 250 gricotta
  • 50 gParmigiano grattugiato
  • q.b.sale e pepe
  • q.b.maggiorana

Strumenti

  • Ciotola
  • Spianatoia e mattarello
  • Tegame da forno (26/28 cm)
  • Carta forno
  • Forchetta
  • Tagliere e mezzaluna
  • Pentola e scolapasta
  • Pennello
  • Ciotola piccola

Preparazione

  1. Pasta matta

    Preparare la pasta matta.

    In una ciotola impastare tutti gli ingredienti della sfoglia fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

    Farne un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciarlo riposare per mezz’ora.

  2. Torta pasqualina 2

    Nel frattempo preparare il ripieno e comporre la torta.

    Pulire e bollire gli spinaci. Scolarli, passarli subito sotto l’acqua fredda per mantenere il colore e strizzarle bene. Tritarli.

    In una ciotola, sbattere 2 uova, poi aggiungere, la ricotta, il parmigiano grattugiato, la maggiorana.

    Consiglio: se non avete la maggiorana potete mettere un pizzico di noce moscata.

    Mescolare bene e aggiungere anche gli spinaci, amalgamando il tutto. Aggiustare di sale e pepe.

    Tagliare la carta forno della dimensione della teglia come spiegato nel mio tutorial.

    Preriscaldare il forno a 180° C statico.

    Prendere l’impasto e dividerlo in due con una parte leggermente più grande. Sulla spianatoia infarinata, stendere due sfoglie sottili. Mettere quella più grande nella teglia con una parte di bordo in eccesso. Sarà la base della torta.

    Ungere con il pennello la sfoglia e bucherellarla con una forchetta.

    Mettere il ripieno e fare con le dita 4 fossette dove si romperanno le 4 uova (vedi foto).

    Posare sopra l’altra sfoglia. Tagliare il bordo in eccesso di quella di sotto e chiudere bene tutto il bordo.

    In una ciotolina sbattere olio ed acqua e spennellare la superficie della torta prima di infornarla per 50 minuti a 180° C (forno statico).

    Sfornare e lasciare intiepidire prima di servire a fette. Si può consumare anche fredda.

Altre ricette

Questa torta salata si conserva qualche giorno in frigo. Per intiepidirla meglio non usare il microonde ma il forno elettrico a 100°C per 5 minuti.

Potrebbero interessarvi anche la torta pasqualina di carciofi, la torta pasqualina di bietole, la turta de gee, la torta di cipolle, la torta salata di tarassaco, la sfogliata di cipolle e rosmarino e la crostata salata morbida con pomodoro e mozzarella.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.