Crea sito

La salade du médicin (o insalata del dottore)

La salade du médicin (o insalata del dottore) è buonissima, ideale da gustare come antipasto leggero, salutare e vegetariano. Si può preparare in ogni stagione dell’anno perchè gli ingredienti sono tutti sempre reperibili.

La ricetta prende spunto da un antipasto che scelgo spesso all’ottimo ristorante Lou Ressignon di Cogne, dove torniamo sempre ogni volta che andiamo nella nostra casa in montagna. La mia insalata non è perfetta come la loro ma a casa nostra riscuote successo 😉 ogni volta che la preparo.

Il nome la dice lunga… la salade du médicin è un vero e proprio toccasana sia perchè ricca di ingredienti preziosi per il nostro organismo sia perchè se consumata all’inizio del pasto induce un senso di sazietà e riduce lo stimolo della fame, facendoci poi mangiare di meno. Inoltre, migliora l’assorbimento delle sostanze nutritive e la digestione e controlla l’assorbimento degli zuccheri nel sangue.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) invita a consumare 600 g di frutta e verdura al giorno per prevenire le malattie coronariche. Mangiare verdura cruda a inizio pasto è una sana e buona abitudine perchè aiuta a mangiarne di più, essendo lo stomaco ancora vuoto.

Insomma che cosa aspettiamo… mettiamoci subito al lavoro!

Salade du médicin
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 100 ginsalata verde a piacere
  • 1finocchio
  • 1arancia
  • 1 cucchiaiouvetta
  • 1 cucchiaiopinoli
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • aceto di lamponi (o a piacere)

Strumenti

  • Coltello
  • Padellino
  • 2 Piatti
  • Tagliatartufi o mandolina
  • Centrifuga
  • Tazza

Preparazione

  1. Salade du médicin

    In una tazza, mettere l‘uvetta ad ammollare in acqua tiepida.

    Lavare l’insalata ed asciugarla con la centrifuga. Dividerla nei 2 piatti.

    Pelare a vivo l’arancia e tagliarla a piccoli pezzetti. Aggiungerla all’insalata.

    Pulire il finocchio, togliendo le foglie più dure. Lavarlo, tagliarlo a metà e affettarlo con il tagliatartufi o con la mandolina. Più è sottile e più è buono!

    Distribuirlo sopra l’insalata.

    Tostare i pinoli, in un padellino e strizzare l’uvetta. Mettere entrambi nel piatto con l’insalata.

    Condire con olio evo, aceto balsamico al lampone (o come vi piace) e sale.

    Buon appetito!

Altre ricette

Se anche a voi piacciono le ricette colorate, potrebbero interessarvi la salade nicoise, l’insalata di pesche noce con formaggio, l’insalata con le fragole, gli asparagi, fragole e cialde di San Ste, i fagottini di bresaola con le nespole, l’insalata di finocchi, arancia e mela, l’insalata di trevigiana e avocado, il pollo in insalata di costetto.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su  YouTubeFacebookInstagramPinterestTwitter Telegram.

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.