Crea sito
Ricette Pugliesi,  Secondi di pesce

Baccalà in umido.

Buona settimana ! E speriamo che sia buona!!!la mia è iniziata all’insegna della nevrosi ……si corre da stamattina. Prima di staccare per il pranzo vi voglio suggerire una ricetta veloce e molto gustosa che vi permetterà di preparare un ottimo secondo e se gradite potrà essere utile a realizzare un primo piatto molto succulento. Dalle mie parti è un piatto tipico del periodo natalizio o invernale ed è associato alle tripoline oppure ai paccheri…ma di cosa stiamo parlando?  Ma del baccalà in umido o al sugo ! Il sugo che si puo’ realizzare sminuzzando il filetto di pesce è molto gustoso, ma ricordate che un po’ di peperoncino in questa ricetta serve non solo per esaltare i sapori,  ma anche  per riscaldare , visto il freddo che è piombato in questi giorni. Questa è una di quelle ricette della serie “dettto…fatto!” ovvero nel mentre preparate la pasta si prepara anche il sugo ed anche  il secondo. Vi aspetto ai fornelli e sbrigatevi……… che ho molta fetta!

Baccalà in umido.
Ingredienti per 4 persone
  • 500 g di filetto di baccalà (già ammollato in acqua)
  • 5-6 cucchiai di polpa di pomodoro fresco
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • 1 filetto di acciughe
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 limone
  • 2 spicchi di aglio
  • peperoncino
  • alloro
  • prezzemolo
  • olive nere (a piacere)
Preparazione
In una padella capiente versare un paio di cucchiai di olio extravergine , 2 spicchi di aglio schiacciati ed un pezzo di peperoncino e lasciar sofriggere per qualche minuto a fuoco basso. Aggiungere il filetto di acciuga ed i capperi tagliati al coltello e lasciar cuocere un minuto. Disporre nella padella i pezzi di baccalà, precedentemente ammollati per almeno 3-4 giorni e lasciar dorare da ambo i lati, sfumare con il vino bianco e subito dopo aggiungere la polpa di pomodoro, una foglia di alloro e mezzo bicchiere di acqua. Se le gradite, si possono aggiungere anche una decina di olive nere. Lasciar cuocere per una decina di minuti a fuoco medio. Completare il piatto aggiungendo  il prezzemolo tritato molto
fine e la scorzetta di limone grattugiata e servire con crostini di pane. Volendo usare lo stesso sughetto per condire la pasta , si puo’ aumentare la quantità della polpa di pomodoro fresco e si puo’ sminuzzare qualche pezzo di filetto di baccalà, verrà fuori un gustoso sugo ideale per condire le reginette o mafaldine , le tripoline oppure i paccheri.
p.s il sale non c’è perché non serve,  c’è fin troppa sapidità!
Print Friendly, PDF & Email

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.