Pasta fritta o meglio pasta di pane fritta!

La pasta fritta calabrese, in altre regioni lo chiamano gnocco fritto, a casa mia l’abbiamo chiamata sempre pasta di pane fritta.
Quando ero bambina, ricordo mia mamma ogni volta che faceva il pane mentre lei lo infornava nel grande forno a legna. Mi dava un pezzo di pasta lievitata e mi diceva vai figlia a fare la pasta fritta. Io andavo in casa la stendevo con le mani, allargando, la pasta da pane, dando la forma di losanghe o pezzi, come più mi veniva meglio, prendevo la padella mettevo dentro del buon olio extravergine di oliva (di nostra produzione) e friggevo questi pezzi di pasta. Ed era cosi buona! Mentre si aspettava la cottura del pane, si iniziava a mangiare la “pasta fritta” Semplicemente non è altro che pasta da pane fritta! La cosa più semplice che ci sia! Mangiata appena fritta e calda con della buona e saporita salsiccia o soppressata calabrese è di una bontà unica.
Ottimi negli antipasti, nei finger food o per accompagnare formaggi e salumi.

Su Facebook è presente la mia pagina In cucina con Mire  mi trovate anche su Twitter.  Pinterest. Instagram

Scoprite le mie ricette cliccando Qui 
Per le foto cliccate Qui

Pasta fritta
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la pasta fritta o gnocco fritto

  • 300 gFarina 0
  • 90 gLievito madre
  • 1 cucchiaioOlio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainoSale
  • 150 mlAcqua

Ingredienti per la frittura

  • q.b.Olio extravergine d’oliva

Strumenti da lavoro

  • Ciotola
  • Spianatoia
  • Tarocco in metallo
  • Padella

Preparazione per la pasta fritta

  1. Al posto della pasta madre si possono usare 8 gr di lievito di birra, naturalmente cambieranno i tempi di lievitazione. Con il lievito madre ci vogliono delle ore, con il lievito di birra di solito basta un ora.

  2. Mettere la farina in una ciotola, aggiungere la pasta madre rinfrescata, l’olio, l’acqua appena tiepida e per ultimo il sale. passare l’impasto sulla spianatoia e fare un panetto morbido e liscio.

  3. Mettere il panetto a lievitare in una ciotola in luogo caldo, va bene o in forno con la luce accesa oppure coperto da un canovaccio.

  4. Aspettare che sia raddoppiato di volume, prenderlo e metterlo sulla spianatoia stenderlo con il matterello dello spessore di 7/8 millimetri, tagliare a piccoli pezzi tipo losanghe anche irregolari. Io da piccola non lo stendevo ma tagliavo dei pezzetti e li allargavo con le mani.

  5. Personalmente faccio la frittura in olio extravergine, però si può sostituire con olio di arachidi

  6. Versare l’olio in una padella dai bordi alti farlo riscaldare e friggere le losanghe.

  7. Pizzette fritte con pasta madre

    Andate a leggere la ricetta delle Pizzette fritte con pasta madre

Consigli

La pasta fritta è pronta da mangiare, bella calda ottima con il salame calabrese ed accompagnata da un buon bicchiere di vino fatto in casa. A dire il vero è molto buona anche fredda!

Se la ricetta ti è piaciuta, spero che ritornerai a visitare il mio blog, cosi sarai sempre aggiornato sulle novità.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da incucinaconmire

Mi chiamo Mirella, sono una mamma/nonna, calabrese di fatto e nel cuore. Amo la mia terra e mi piace preparare i piatti della tradizione, piatti che mi hanno accompagnato fin dall'infanzia, rivisitati alla mia maniera con gusto e originalità, mi piace condividerli e farli conoscere, sono ricette semplici e facili da rifare, troverete anche ricette attuali, mi piacciono anche le novità.

8 Risposte a “Pasta fritta o meglio pasta di pane fritta!”

  1. Sono una bontà questi gnocchi..mi hai fatto ricordare anche quando li faceva mia madre..Io faccio le pizzette, rotolate nello zucchero che piacciono tanto ai miei figli.
    Complimenti per il blog..Ti ho vista su twittwer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.