Crea sito

Riso basmati con mela verde e gamberetti

Il Riso basmati con mela verde e gamberetti è un delizioso primo piatto leggero e gustoso.

Si realizza con pochissimo tempo ed è la carta vincente se vogliamo presentare ai nostri ospiti qualcosa di alternativo.

La scelta del riso basmati non è casuale…lo prediligo al normale riso perchè molto più leggero e profumato.

Ormai sapete benissimo che a me piace molto azzardare e mischiare anche la frutta nelle preparazioni salate.

In fondo basta trovare un giusto equilibrio per ottenere dei deliziosi piatti molto alternativi!!!

La mela verde con il suo sapore leggermente aspro non disturba affatto all’interno di questo primo piatto ma comunque non bisogna farla cuocere troppo altrimenti inizia a sprigionare la sua parte zuccherina.

Che ne dite allora di verdere questa ricettina insieme???

Riso basmati con mela verde e gamberetti

Riso basmati con mela verde e gamberetti, dose per due persone

 

  • 180 gr di riso basmati
  • 1 mela verde
  • 120 gr di gamberetti sgusciati e precotti
  • 100 ml di vino
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiai di olio
  • sale q.b

Fare il Riso basmati con mela verde e gamberetti è semplice e veloce.

Laviamo la mela e tagliamola a tocchetti piccoli.

Scoliamo i gamberetti e passiamoli sotto l’acqua.

In un tegame affettiamo finemente uno scalogno e lasciamolo appassire insieme a due cucchiai di olio e di acqua.

Aggiungiamo i gamberetti e lasciamoli insaporire per 5 minuti, uniamo la mela , aggiungiamo un pizzio di sale e saltiamola per qualche minuto senza farla ammorbidire molto.

In un bicchiere sciogliamo un cucchiaio di farina con 100 ml di vino e aggiungiamolo nel tegame per creare una golosa cremina.

Nel frattempo lessiamo il riso basmati e una volta cotto mantechiamolo nell’intingolo pronto.

Bene, il nostro strepitoso Riso basmati con mela verde e gamberetti è pronto per essere servito..impazzirete!!!

Buon appetito. Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi su FAcebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale o su Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.