Impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia

Questo impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia è, senza falsa modestia, uno dei miei fiori all’occhiello. Nata quasi per caso da un’intuizione avuta osservando il famoso impasto Bonci, la ricetta di questa base per pizza senza glutine in teglia è stata poi perfezionata nel tempo (sono mesi che uso praticamente solo questa) e sperimentata sia con lievito madre (come in questa pizza rossa) che con lievito di birra (come in queste focaccine).

Il punto di forza di questa pizza senza glutine in teglia è sicuramente la sua alta idratazione, che consente una lievitazione perfetta senza usare chili di lievito; grazie al folding, ossia al metodo delle pieghe, è possibile lavorare anche impasti molto molli come spesso sono le basi per pizza senza glutine in teglia. Seguite bene la spiegazione con le foto passo passo, sembra difficile, ma una volta presa la mano lo farete ad occhi chiusi. La pizza senza glutine in teglia con questo impasto si prepara senza impastatrice, ma semplicemente con un cucchiaio in una ciotola, e non ha bisogno di una doppia lievitazione; se invece volete preparare una focaccia senza glutine bella alta, consiglio di farla lievitare un po’ anche dopo averla stesa. Un altro vantaggio di questo impasto per pizza senza glutine in teglia è la possibilità di usare con una certa libertà diversi mix di farine per il pane: il fatto che assorba da sola la giusta quantità di farina durante il folding non vi vincola più di tanto a una certa marca e vi consente di variare di poco le dosi. Se non avete molta dimestichezza con i mix dietoterapeutici, è bene per le prime volte attenersi alle marche da me indicate e, solo successivamente, provare qualche sostituzione, regolandovi anche in base alla vostra esperienza.

Impasto per focaccia e pizza senza glutne in teglia soffice ricetta con vari mix glutenfree il chicco di mais

Con questo impasto per pizza senza glutine soffice potete preparare morbide focacce, da condire a piacere o da farcire dopo cotte, e tanti tipi di pizza senza glutine, che avrà l’aspetto e la consistenza della pizza in teglia che “i glutinosi” possono gustare tranquillamente in qualsiasi pizza a taglio; ma vi dirò che quando preparo la pizza senza glutine in teglia con questo impasto, i miei amici che invece mangiano la pizza normale più e più volte mi hanno confessato di provare una certa invidia, tanto che una sera ho preparato pizza senza glutine per tutti e con grande successo!

Aggiornamento del 20/02/2018

Come molti di voi sapranno, già da qualche mese la farina Glutafin non si trova più in commercio, almeno in Italia. Per giunta anche la Mix B della Schar ha cambiato formulazione. Si tratta dei due mix di farine dietoterapeutiche che usavo per questa pizza senza glutine in teglia, per cui mi sono vista costretta a rimettere mano a una ricetta che consideravo super-collaudata, cercando di ottenere un risultato il più possibile simile a quello a cui ormai mi ero abituata. Come dicevo sopra, uno dei punti di forza di questo impasto è la possibilità di realizzarlo con diversi mix, cambiando di poco le dosi. Man mano che sperimenterò la ricetta della focaccia e della pizza senza glutine in teglia con i vari mix aggiornerò l’articolo con le dosi esatte, fermo restando che il procedimento rimane lo stesso.

Per prima vi lascio quindi la ricetta originale dell’impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia con le farine Glutafin e Mix B Schar vecchio, non si sa mai che in futuro possa comunque tornare utile. Di seguito trovate invece le dosi per realizzare la ricetta con altri mix di farine con relativa foto e commento.

Ricetta dell’impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia con Mix B Schar + Glutafin

focaccia Glutafin + mix B senza glutine il chicco di mais

Ingredienti per una focaccia o una pizza senza glutine in teglia di 35×24 cm:

  • 150 g di mix B per pane Schar (vecchio) + 2-3 cucchiai per la lavorazione
  • 150 g di mix pane Glutafin select
  • 180 g di lievito madre senza glutine oppure ½ bustina di lievito di birra secco oppure ½ cubetto di lievito di birra fresco
  • 240 g di acqua tiepida (se usate il lievito di birra ne bastano 200 g)
  • 25 g di olio extravergine di oliva
  • 8 g di sale fino

Ricetta dell’impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia con Mix Revolution per pane, pizza e dolci

Questo mix molto valido, che uso spesso anche per il pane, ha una buona lavorabilità e richiede un po’ meno acqua rispetto al precedente, anche se all’inizio può risultare un po’ più appiccicoso, ma soltanto nella fase iniziale, quando comunque non dobbiamo usare le mani ma semplicemente il cucchiaio. La lievitazione è eccellente. Quella che vedete in foto è una focaccia, quindi ottenuta con doppia levitazione (ha lievitato per 4 ore dopo le pieghe e altre 2 una volta stesa) ed è ottenuta con lievito madre. Ho fatto comunque delle prove anche cuocendola subito dopo averla stesa, per preparare una pizza senza glutine in teglia e viene benissimo. Rispetto alla vecchia ricetta rimane solo un po’ più chiara in superficie. Nel frattempo ho cambiato anche la teglia che è un po’ più grande di quella che usavo prima 😉

focaccia senza glutine revolution il chicco di mais

Ingredienti per una focaccia o pizza in teglia senza glutine di 38×30 cm:

  • 340 g di mix Revolution per pane, pizza e dolci
  • 180 g di lievito madre senza glutine oppure 10 g di lievito di birra fresco
  • 250 ml acqua tiepida (se usate il lievito di birra ne basteranno 230 ml)
  • 25 g di olio extravergine di oliva
  • 8 g di sale fino

Ricetta dell’impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia con il mix Dallagiovanna per pane e pizza

Il mix per pane e pizza Dallagiovanna ha un’ottima lavorabilità, forse paragonabile alle farine glutinose. La lievitazione è un po’ più lenta, tanto che ho aumentato leggermente le dosi di lievito (se avete più tempo potete diminuirle e aumentare i tempi di lievitazione). Il sapore è molto buono, forse ha un leggerissimo retrogusto, ma appena percepibile. La pizza senza glutine in teglia che vedete qui sotto è preparata con lievito madre e una sola lievitazione (dopo le pieghe per 4 ore). Una volta stesa l’ho subito cotta. La pecca più grande è forse nella colorazione, che rimane piuttosto bianchiccia. C’è da dire comunque che non ho abbondato con il condimento in cottura, ho messo un po’ di olio e poi, 10 minuti prima della fine della cottura, ho aggiunto prosciutto cotto e mozzarella.

pizza dallagiovanna senza glutine il chicco di mais

Ingredienti per una focaccia o pizza in teglia senza glutine di 38×30 cm:

  • 370 g di mix Dallagiovanna per pane e pizza
  • 200 g di lievito madre senza glutine oppure 14 g di lievito di birra fresco
  • 290 ml di acqua tiepida (se usate il lievito di birra ne basteranno 260 ml)
  • 30 ml olio extravergine di oliva
  • 10 g di sale fino

Procedimento valido per tutti i mix

(preparazione: 15 min. riposo: 30 min. lievitazione: 4 ore con LM – 2 ore con Ldb)

Per preparare l’impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia iniziate mettendo il lievito madre, dopo averlo rinfrescato e fatto lievitare, in una ciotola e unitevi l’acqua tiepida (1). Scioglietelo accuratamente e fatelo riposare 5 minuti (2) Se usate il lievito di birra fresco, scioglietelo allo stesso modo, mentre se usate il lievito di birra secco mescolatelo alla farina e poi unite l’acqua. Aggiungete a questo punto la farina (3) e iniziate a mescolare con un cucchiaio.

Impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia soffice il chicco di mais 1Dopo qualche minuto otterrete un impasto morbido (4). Aggiungete a questo punto il sale e l’olio (5) e continuate a mescolare per qualche minuto, in modo che gli ingredienti si amalgamino bene (6).

Impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia soffice il chicco di mais 2Lasciare riposare a temperatura ambiente per 30 minuti. Trascorso il tempo di riposo, infarinate molto bene il piano di lavoro (7), e rovesciatevi l’impasto della pizza senza glutine in teglia, che sarà ancora molto molle, cercando di dargli una forma vagamente rettangolare (8). Per farlo usate il dorso di un cucchiaio.

Impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia soffice il chicco di mais 3A questo punto, con le mani ben infarinate o con dei guanti di lattice, procedete a fare il folding: prendete il lembo sinistro e ripiegatelo a su se stesso arrivando a metà del rettangolo (9), quindi fate la stessa cosa con il lembo destro (10). Girate l’impasto di 90 gradi, in modo che la giuntura sia posta orizzontalmente (11) e ripiegate anche qui il lembo sinistro (12) e poi quello destro fino a metà (13).

Impasto per focaccia e pizza senza glutine soffice il chicco di mais 4Girate di nuovo l’impasto di 90 gradi e ripetete queste operazioni altre 3 volte, vedrete che man mano che lo lavorerete in questo modo assumerà una consistenza più soda (14). Ungete bene i bordi di una ciotola (15) e sistematevi l’impasto, a cui avrete dato la forma di una palla (16).

Impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia soffice il chicco di mais 5

Per illustrare meglio la tecnica delle pieghe ho fatto anche un video:

Coprite la ciotola con un foglio di pellicola e fatelo lievitare nel forno spento e con la luce accesa per almeno 4 ore, se avete usato il lievito madre, o per almeno 2 ore se avete usato il lievito di birra secco o fresco. Quando l’impasto per la pizza senza glutine in teglia sarà raddoppiato (17) potete usarlo per preparare pizze in teglia e focacce. Rovesciatelo direttamente sul foglio di carta da forno che rivestirà la vostra teglia, con la parte più secca rivolta verso il basso, e iniziate a stenderlo tirandolo delicatamente (18) e premendolo con la punta delle dita.

Impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia soffice il chicco di mais 6Se volete preparare una pizza senza glutine in teglia, conditelo e cuocetelo nel forno già caldo a 230° per circa 20 minuti; se invece volete preparare una focaccia, fatelo lievitare ancora nel forno spento e con la luce accesa per 1 ora e mezzo se avete usato il lievito madre, o per 45 minuti se avete usato il lievito di birra; quindi cuocete la focaccia a partire dal forno freddo a 200° per circa 30 minuti.

Note: se avete tempo per far lievitare l’impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia, potete ridurre anche la quantità di lievito, arrivando a usare anche solo 100 g di lievito madre o 8 g di lievito di birra fresco.

Appena avrò sperimentato altri mix di farine aggiornerò l’articolo, quindi continuate a seguirmi!

Se ti è piaciuta la ricetta dell’impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia segui il Chicco di Mais anche su Facebook, Twitter e Google+ e clicca qui per scoprire tutte le ricette di focacce e pizza senza glutine!

Precedente Bastoncini ricoperti di cioccolato Successivo Nuova collaborazione con Alpro

69 commenti su “Impasto per focaccia e pizza senza glutine in teglia

  1. martina il said:

    Ciao!Posso chiederti dove si compra la farina Glutafin? Io sono nuova del “mestiere” e moooolto disorientata! Oltre al fatto che mi manca la pizza in modo tremendo.questa tua ricetta mi apre una piccola speranza 🙂

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Martina, io la trovo in farmacia, certo in quelle più fornite, oppure nei negozi specializzati in prodotti senza glutine. Prova a chiedere dove ti rifornisci tu, magari te la ordinano. In alternativa esistono anche diversi siti on line che la vendono 😉

        • ilchiccodimais il said:

          Ciao Ilaria, potresti sostituirla con il mix Revolution per pane e pizza, se non erro non contiene lattosio. In alternativa puoi provare un altro mix per pane e pizza senza glutine che contenga amido di frumento deglutinato

          • Ilaria il said:

            Grazie mille, ho capito!.
            Veramente sto facendo la tua ricetta usando solo la mix b schar , aggiungendo un po più di acqua ed è cmq molto buona. Le mie bimbe la mangiano volentieri! è già 2 volte che la faccio…solo che volevo provare con la ricetta originale!

          • ilchiccodimais il said:

            Sì il bello di questa ricetta è che è facilmente adattabile a tante farine 😉

  2. fra io ti adoro!!!!sei fantastica quando spieghi le cose….ho detto ad una mia amica,di seguirre il tuo blog,anche lei è intollerante e ogni volta si lamenta di tutto….se vede questa focaccia impazzisce!!!!
    ciao tesoro…bacioni e buona serata

  3. corinne il said:

    una domanda strana ..
    usi farine GF e poi mi usi lievito di birra che contiene malto ?
    proibitivo …
    o in Italia esiste GF anche il lievito di birra ?

    🙂

    • ilchiccodimais il said:

      Tra i due userei la Nutrifree, ma potrebbe assorbire un pochino più di liquidi, eventualmente se l’impasto ti sembra eccessivamente secco aggiungi uno o due cucchiai di acqua

  4. leandra il said:

    ciao
    per la pizza con il lievito madre ho letto cxhe se hai tempo per la lievitazione posso aggiungere solo 100gr di lievito madre , ma l’acqua è sempre 240 gr. oppure

    • ilchiccodimais il said:

      Sì in questo caso dovresti comunque mantenere la stessa quantità di acqua anche considerando che questo impasto è pensato proprio per essere molto idratato

  5. ilaria il said:

    ciao, mio figlio è celiaco e allergico ai lieviti e al niche. Sto provando a fare la pizza e fino ad ora il lievito madre è perfetto facendolo solo con farina di riso. Solo ho problemi con le tempistiche: secondo te posso fare più pizze e poi congelarle? grazie mille ancora dei tuoi consigli

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Ilaria, io in genere le pizze fatte con questo impasto le congelo sempre, perché anche a casa mia il celiaco è solo mio marito e una intera spesso è troppa. La preparo, la condisco e la cucio, poi, quando è fredda, la congelo a pezzi (per comodità, così se ne vuole un pezzetto per lo spuntino è già porzionata). Al momento di consumarla, la faccio scongelare nel microonde, così non rimane umida, oppure nel forno non troppo alto. Alcuni so che congelano solo la base con un po’ di pomodoro sopra, ma comunque secondo me va fatta cuocere un po’ prima, altrimenti l’impasto si rovina perché è molto ricco di acqua. Volendo puoi fare anche così: ci metti il pomodoro, la fai cuocere una ventina di minuti e poi la fai raffreddare e la congeli. Quando la vuoi consumare, ci metti la mozzarella sopra e la fai cuocere altri 10-15 minuti 😉

      • ilaria il said:

        ok proverò come mi hai consigliato.
        Intanto sono veramente felice di essere riuscita a fare una focaccia perfetta!!! Grazie di cuore.
        Ilaria

  6. Martina il said:

    L’ho provata questa ricetta…E’ buonisssssimaaaa! E’ venuta croccante sotto e sulla crosticina ma alta e soffice dentro. La prima volta non avevo il Mix B della Schar (ho preso uno spavento a vedere quanto costa in farmacia e io non ho i buoni, in quanto “solo” intollerante) e quindi ho sostituito pari quantità di mix per pane e pizza marca Auchan, che ho scoperto essere prodotta sempre dalla Nutrifree. Buona anche così. Ma con il Mix B era insuperabile! Mio marito mi ha chiesto di farla sempre così! 😀 GRAZIE!

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Martina, grazie per i complimenti, in questo caso mi fanno davvero piacere perché vado molto orgogliosa di questa ricetta 🙂 Hai ragione sul costo della farina Schar e di altre dietoterapiche, la cosa più scandalosa però è che chi è “solo” intollerante non possa usufruire dei buoni, nonostante i medici e la dieta priva di glutine dimostrino che i disturbi che si avevano sono passati. Io la prendo in un negozio per prodotti senza glutine, costa un po’ meno della farmacia ma sempre tanto.

  7. Valentina il said:

    Ciao, volevo farti i complimenti per questa strepitosa ricetta!
    L’ho fatta oggi per mia sorella e devo dire che l’ho trovata buonissima anch’io che sono una “glutinosa golosastra” 🙂
    L’unica modifica che ho fatto riguarda i tempi di lievitazione, perché l’ho preparata ieri sera tardi e l’ho fatta lievitare circa 9/10 ore più circa un’altra ora in teglia.
    Il tuo blog è davvero ben fatto e le ricette sono sempre ben spiegate e precise. E poi son cose buone che piacciono a tutti, celiaci e non. Brava! 😀

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Valentina, grazie per i complimenti! In effetti è vero, anche io che non sono celiaca mangio pizza e focaccia preparata con questo impasto quando la faccio per mio marito celiaco e in genere se ci sono amici a cena un pezzettino la gradiscono sempre anche loro 😀 Come per tutti i lievitati, se si ha a disposizione un po’ più di tempo per farli lievitare è sempre una buona cosa, anche perché ci permette di usare meno lievito e ottenere comunque un buon risultato. Complimenti comunque perché questa ricetta, anche se non è eccessivamente complicata, può sempre nascondere qualche difficoltà di esecuzione 😉

  8. Mario il said:

    Valentina, ciao!
    Scusa per la domanda scema, ma se volessi fare questa pizza non in versione gluten free, dovrei utilizzare 300gr di farina 00?
    Grazie mille

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Mario, no questa ricetta è pensata appositamente per le farine senza glutine, con la 00 l’impasto risulterebbe eccessivamente liquido. Potresti diminuire la quantità di acqua a 200 ml o, meglio ancora, cercare su internet la ricetta della pizza con metodo Bonci, che come risultato si avvicina molto a quella che viene fuori con questa ricetta 😉

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Patty, per questa specifica ricetta, anche se i risultati migliori si ottengono con questi due mix, la pizza e la focaccia riescono anche usando solo 300 g di mix B Schar. Grazie al folding, infatti, l’impasto assorbe la farina necessaria in quella fase 😉

  9. Alessandra il said:

    Ciao… stavo cercando qualche ricettina da fare con la mia PastaMadre neonata (Risetto)… non sono celiaca ma una mia cara amica sì e volevo provare a preparare qualcosa di sfizioso (sperando che Risetto sia buono e bravo!) per quando viene ai compleanni delle mie bimbe o anche solo a mangiare qui da noi…
    Leggevo che usi farine a me sconosciute e mai viste nei supermercati (anche i più forniti): io finora per i dolci GF (per dirti, ho fatto la Red Velvet Cake) ho sempre usato la farina MIX IT della DS gluten free…
    Può sostiutire quelle che hai scritto o devo proprio usare quelle?

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Alessandra, per quel che riguarda le farine, per pane, pizza, focacce etc. devi orientarti su quelle che indicano esplicitamente “mix per Pane”. La mix IT è equivalente alla mix per dolci Schar, quindi non va bene per pane e pizza. La maggior parte delle farine che uso, si trova purtroppo solo in farmacia o nei negozi specializzati senza glutine. Il più delle volte le ricette di pane e pizza, a differenza dei dolci, riescono bene se si usa proprio quella marca di farina, perché la composizione è molto diversa da mix a mix. Se trovi in vendita solo mix per il pane diversi da quelli indicati, fai una foto agli ingredienti e mandameli sulla pagina Fb, vedrò se riesco a darti una mano a scegliere qualche ricetta dal blog da poter realizzare con quella farina 😉

      • Alessandra il said:

        grazie per i consigli… 🙂
        purtroppo non riesco a trovare altre farine senza glutine (nella grande distribuzione) al di fuori della mix it… ed è già tanto se trovo quella… 🙁
        (come ho detto anche ad una mia amica, non ci provo neanche ad andare in farmacia: quella che c’è qui è gestita da ladre patentate, se fai conto che pure un classico antibiotico bisogna ordinarlo e andarlo a prendere il giorno dopo!)
        comunque sia oggi al supermercato del mio paese ho trovato una farina senza glutine (marca omino sigma) per pizza, pane e dolci con questi ingredienti: amido di mais, farina di riso, latte scremato in polvere, zucchero, fibre di semi di psyllium, addensante guar.
        proverò ad usare questa per fare le girelle con zucchine e pancetta col mio lievito madre Risetto (fatto di pura farina di riso)…
        ho paura che l’unica mia alternativa saranno gli acquisti via internet, perchè non riesco a trovare, per dirti, neanche la pasta sfoglia pronta, di nessuna marca… e, siccome uso i prodotti senza glutine solo due volte l’anno (per i compleanni delle mie bimbe ai quali partecipa una mia carissima amica celiaca) ho anche mio marito che non è molto contento della “spesa” decisamente alta…
        un abbraccio e grazie anche per la pazienza! :*

        • ilchiccodimais il said:

          Eh immagino che i costi per chi non ha l’esenzione siano piuttosto importanti, puoi fare una prova però con la farina che hai trovato, in fondo questa ricetta è tra le più adattabili; puoi anche regolarti un po’ ad occhio con la quantità di acqua, guardando le foto. Per la pasta sfoglia, quella surgelata della DS (la più diffusa) non è un granché, se riuscissi a procurarti il mix B schar e la Glutafin, oltre a questa pizza, potresti preparare in casa la pasta brisé, che è facilissima (la trovi qui: https://blog.giallozafferano.it/ilchiccodimais/pasta-brise-senza-glutine-ricetta-base-per-torte-salate/ ) e perfino la sfoglia, che è un po’ più impegnativa, ma se ti vuoi cimentare la trovi qui: https://blog.giallozafferano.it/ilchiccodimais/pasta-sfoglia-senza-glutine-ricetta-semplificata/

          • Alessandra il said:

            Ho fatto la prova con la farina omino/sigma: risultato ottimo!
            Tutta un’altra vita rispetto alla mix it: l’impasto non era una pappetta e assomigliava in tutto e per tutto all’impasto per un pane non gf!
            Gli stuzzichini (appena sfornati e assaggiati) son venuti buoni ma poco lievitati (nonostante 6 ore a ta): credo che la PM Risetto sia ancora un po’ troppo giovane per questi lavori (lievitazione lentissima).
            Per il compleanno di venerdì userò il ldb (anche se mi piange il cuore, ma ritenterò i primi di luglio, rinfrescando la pm a gg alterni).
            Anche la mia amica celiaca mi ha detto che deve ancora trovare una pasta sfoglia gf decente 🙁 e io sono una frana con la sfoglia: ho già provato con la farina “normale” e non c’è verso, non sfoglia mai!

          • ilchiccodimais il said:

            Bene Alessandra, sono molto felice! Non conosco la farina Sigma (nella mia zona non c’è questo supermercato), ma così, per curiosità da chi è prodotta? Perché come accade per altri cibi, spesso le linee da supermercato sono prodotte da aziende note che utilizzano spesso proprio la stessa ricetta anche per prodotti destinati alla grande distribuzione. Per il problema della lievitazione, può dipendere dal lievito madre ancora non perfettamente maturo, ma anche dalla farina stessa. Se anche con il ldb vedi che non lievita bene, la volta successiva prova ad aggiungere 10-20 ml in più di acqua.
            Per la sfoglia lo so, non è impresa facile anche con le farine glutinose. Che ci devi fare? perché eventualmente potresti sostituirla con la briseé, molto più semplice da fare in casa 😉

  10. Martina il said:

    Ciao! Da quando ho dovuto togliere anche il lattosio, non ho più trovato una ricetta per la pizza valida quanto questa! Stasera ho provato solo con il mix B, buona, ma molto compatta…la Glutafin dà una sofficita’ unica. Solo con mix B, ci vuole un po’ più di 200 ml di acqua su 300 gr di farina. Io ho fatto a naso…

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Martina, grazie per il tuo messaggio. Io ormai uso sempre questa ricetta per ogni pizza e focaccia e, in mancanza della Glutafin, ho provato varie sostituzioni, regolandomi ad occhio con la quantità di acqua; se poi l’impasto viene un po’ molle so già che con le pieghe assorbirà la giusta quantità di farina 😉

  11. Mary il said:

    Ciao, voglio provare a fare questa ricetta ma ho una domanda veloce. Dici che ci vuole 1/2 businta di lievito di birra secco, ma io ho diverse bustine una da 10g, una da 16g, e una di piu’. Quindi ovviamente meta’ di una non e’ uguale a meta’ dell’altra :). Quanti grammi di lievito di birra secco c’e’ bisogno nella tua ricetta? Grazie mille per l’aiuto.

    • ilchiccodimais il said:

      Allora non ho messo appositamente il peso perché, per quanto ne so, una bustina corrisponde sempre a un cubetto di lievito di birra fresco (almeno così ho sempre visto scritto sulle etichette, anche se poi effettivamente il peso a seconda delle marche può variare). Io uso sempre quello schar contenuto nel pacco della farina, le cui bustine sono 10 g (quindi ne metto 5). Controlla se c’è scritto a quanto lievito fresco corrisponde una bustina di quello che hai tu e se corrisponde a 25 g (un cubetto) di lievito fresco, mettine la metà 😉

      • Mary il said:

        Grazie mille. Ho provato a fare la ricetta con 5 g di lievito di birra secco ma l’acqua non era sufficiente e alla fine la focaccia non e’ cresciuta…pero’ era buonissima di gusto. Oggi ci riprovo con piu’ acqua :). Grazie mille

        • ilchiccodimais il said:

          È molto strano che l’impasto fosse troppo secco, anzi, con queste dosi viene un impasto molto molle e ad alta idratazione… Hai usato le stesse farine indicate nella ricetta? Forse hai esagerato con la farina durante le pieghe? Mi spiace comunque, spero sia venuto meglio la seconda volta!

  12. Mary il said:

    Quanti grammi di lievito secco contiene la bustina ? Dici di usa mezza bustina ma negli USA le bustine sono più grandi che in Italia. quanti grammi? Grazie

  13. silvana il said:

    Ho trovato e provato questa fantastica ricetta non ci posso credere, una schiacciata così non mi era mai venuta infatti avevo rinunciato a farla complimenti è favolosaaaaaaa, grazie

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Silvana, lo sai che non ho mai provato a friggerlo? La prossima volta che preparo la pizza un po’ di impasto lo tengo da parte per fare questa prova 😉

  14. Valentina il said:

    Ho provato questa ricetta è il risultato è stato ottimo. Ho usato la farina Della Giovanna per pane e pizza. Questa farina assorbe molta acqua, circa l’80% del peso della farina. Quindi per fare un impasto molto idratato come consigli tu bisogna mettere almeno l’85-90% di acqua.
    Ricetta che ripeterò perché ne vale veramente la pena!

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Valentina, grazie per il tuo commento! In effetti questa ricetta si presta bene a molti tipi di mix, certo bisogna conoscerli un po’ e regolarsi con la quantità di acqua come hai fatto tu. 🙂

  15. Ciao! Complimenti la tua pizza ha un aspetto stupendo, sembra una pizza con glutine! Allora sto provando a farla anche io, solo che ho usato due mix di farine diversi anche se di composizione quasi identica a quelli usati da te, ovvero la miscela senza glutine per pane del Lidl e la Revolution sempre per pane e pizza, usando però il lievito di birra. Ho messo inizialmente 200 gr di acqua ma l’impasto l’ha letteralmente bevuta tutta quindi per ottenere una consistenza morbida simile alla tua ho dovuto aggiungere altri 45 gr di acqua, comunque ho dovuto impastare con le mani perché col cucchiaio non ci riuscivo. Adesso sta riposando in attesa delle pieghe, ma sono speranzosa 😀 Grazie per aver condiviso questa bella ricetta!

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Roberta, la Revolution la uso spesso anche io, specialmente per il pane, e in effetti assorbe un bel po’ di acqua. Hai fatto bene quindi ad aumentare le dosi, la consistenza dovrebbe essere abbastanza morbida e laborabile col cucchiaio (certo con un po’ di fatica), più che altro perché con le mani ti si sarà appiccicato tutto alle dita immagino. In ogni caso fammi sapere com’è venuta!

      • Roberta il said:

        Certo ti farò sapere! Sono molto curiosa anch’io. Sono una cultrice della pizza e la mia pizza con glutine è eccezionale, lo dico senza falsa modestia, quindi i miei standard sono piuttosto alti. Questo è il mio secondo tentativo di fare una pizza senza glutine, la prima volta usai soltanto farina senza glutine dell’eurospin ed il risultato non mi entusiasmò granché, pur rimanendo mangiabile. Sono sicura che questa sarà migliore!

  16. Roberta il said:

    Ah comunque volevo dire che ho scoperto che vendono anche l’amido di frumento deglutinato e costa molto meno di queste miscele, tipo 2,60€/kg su tibiona. Volendo uno potrebbe crearsi una propria miscela spendendo decisamente meno! La farina revolution mi è costata 6,30€/kg, per dire. Non sono pochi, specialmente se non hai accesso ai buoni statali!

  17. Avevo scritto un lungo messaggio ma è sparito, boh! Comunque, ho fatto le pieghe e ho avuto un po’ di difficoltà perché comunque l’impasto tende a stracciarsi. Succede anche a te? Poi ha un odore un po’ strano, non proprio gradevolissimo! Adesso è a lievitare, ero tentata di metterlo in frigo perché già solo nell’oretta di riposo che gli ho fatto fare prima delle pieghe stava lievitando (nonostante io abbia dimezzato la dose di lievito prevista dalla ricetta). Speriamo bene 😉 Grazie ancora!

    • ilchiccodimais il said:

      L’impasto si straccia perché è un po’ troppo secco, probabilmente con le farine che hai usato tu andava aggiunta ancora più acqua. Anche per l’odore, dipende un po’ da che farine componevano i due mix, quello Revolution per pane lo conosco, l’altro della Lidl non l’ho mai usato e non ti saprei dire. In ogni caso come dici tu, con un po’ di prove ciascuno puó farsi in casa il proprio mix, quello che ritiene più buono e più facile da impastare secondo la propria esperienza. Sicuramente si risparmia!

      • Oddio devo dire che l’impasto non mi sembrava affatto secco, ma comunque non ho esperienza con queste tipologie quindi non saprei. Quindi insomma mi stai dicendo che il tuo non si stracciava?
        La farina del lidl ha questi ingredienti: amido di mais, zucchero, fibra di semi di psyllium, fibre di cicoria (inulina), addensanti: gomma di guar, idrossi-propril-metilcellulosa.

        • ilchiccodimais il said:

          No, diciamo che quando l’impasto si straccia bisogna smettere di fare le pieghe. Se vedi anche il video, è abbastanza morbido e appiccicoso, per questo ci va un bel po’ di farina durante le pieghe, per non farlo appiccicare al piano di lavoro e renderlo più secco in superficie senza asciugarlo troppo all’interno. In igni caso era il primo tentativo, non si tratta di ricette semplicissime anche per chi ha già esperienza con i lievitati “normali”

          • Ciao, volevo solo dirti che alla fine la pizza è venuta meglio delle mie aspettative. Forse doveva crescere di più, non la prima lievitazione che era già bella che arrivata, magari la seconda, in teglia, perché probabilmente l’ho schiacciata un po’ troppo nello stenderla, dato che si rompe facilmente. Devo riprovare anche aumentando i tempi di lievitazione per diminuire ulteriormente il lievito, e provando ad inserire qualche piccola % di qualche farina che dia un tocco più rustico. Grazie!

          • ilchiccodimais il said:

            Ciao Roberta, mi fa piacere! A dire il vero io se faccio la pizza faccio fare una sola lievitazione, stendo l’impasto senza schiacciare troppo ma allargandolo con la punta delle dita, condisco e metto subito a ucocere in forno già caldo, dove lievita un pochino. Se anche si formano dei buchini mentre la si stende, poi cuocendo si chiudono 😉

  18. Ciao, eccomi di nuovo qui dopo il secondo tentativo. Stavolta ho messo 260 gr di acqua e sono stati decisamente troppi. Non sono riuscita a fare le pieghe per bene ed ho dovuto aggiungere altra farina, reimpastando. L’ho preparata la sera prima, poi messa in frigo dopo le pieghe, usando pochissimo lievito, solo qualche briciola. Il giorno dopo tirata fuori dal frigo dopo pranzo, stesa verso le 19, infornata verso le 20.30. Due cose: la prima è che in superficie mi rimane sempre un po’ bianchiccia, non si colora come la tua. La seconda è che il giorno dopo risulta molto secca. Succede anche a te? Mi chiedo se il latte in polvere non faccia questa differenza, so che si usa per ritardare il raffermamento dei prodotti da forno.

    • ilchiccodimais il said:

      Ciao Roberta, se non ricordo male tu non usi la Glutafin vero? Ho idea che sia merito di questo mix il fatto che la pizza risulti più colorata in superficie, le farine senza glutine rimangono sempre un po’ bianchicce purtroppo :\ Il fatto che il giorno dopo indurisca ahimé, è un po’ inevitabile, specialmente se la stendi sottile e la cuoci subito, senza la seconda lievitazione. Io in genere se avanza la surgelo, poi riscaldandola un po’ in forno riprende vita senza indurirsi eccessivamente. Visto che giustamente ti piace la pizza con poco lievito, hai già dato un’occhiata a questa ricetta? https://blog.giallozafferano.it/ilchiccodimais/pizza-bonci-senza-glutine/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.