Castagnaccio toscano

Il castagnaccio toscano è un dolce tipico del periodo autunnale e invernale, preparato con farina di castagne e acqua. Dolce rustico e profumato, il castagnaccio toscano si presenta come una torta molto bassa, morbido ma con una crosticina più croccante in superficie e sui bordi. Il castagnaccio toscano è un dolce che può contare tante piccole varianti a seconda della zona della Toscana in cui è preparato e a volte qualche piccola differenza si può contare da famiglia a famiglia… per questo quando mi capita di leggere “ricetta originale del castagnaccio toscano” mi viene un po’ da sorridere, proprio perché come tutte le ricette di tradizione molto antica – e tanto più per i piatti di origine povera come il castagnaccio toscano, oppure, per rimanere in zona, la ribollita – è praticamente impossibile rintracciarne la ricetta originale, dal momento che venivano preparati con quello che si aveva in casa. Certo è che per un buon castagnaccio toscano bisogna avere un’ottima farina di castagne, dell’olio extravergine di oliva (possibilmente toscano), pinoli e rosmarino. In alcune zone della regione il castagnaccio toscano prevede l’aggiunta di uvetta, in altre di noci, in altre ancora di entrambe. Ho letto anche di ricette in cui si usa il latte al posto dell’acqua, o ancora si “taglia” la farina di castagne con della farina di frumento. Io ho preparato il castagnaccio toscano così come lo faceva mia nonna, originaria del grossetano, senza uvetta ma con noci e pinoli. Il castagnaccio toscano è ottimo da solo, ma provatelo ancora tiepido accompagnato con ricotta fresca e miele… sublime!

castagnaccio toscano morbido senza uvetta ricetta originale il chicco di mais
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    35 minuti
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 300 g Farina di castagne (se siete celiaci deve avere la scritta “senza glutine”)
  • 450 g Acqua (a temperatura ambiente)
  • 70 g Pinoli
  • 70 g Gherigli di noci
  • 20 g Olio extravergine d’oliva (più quello necessario per la teglia)
  • 1 pizzico Sale
  • 1 rametto Rosmarino

Preparazione

  1. Per preparare il castagnaccio toscano iniziate tritando grossolanamente i gherigli di noce (1). Versate la farina di castagne in una ciotola e unitevi un pizzico di sale e l’acqua poco a poco (2), mescolando con una frusta. Alla fine dovrete ottenere un composto omogeneo e abbastanza liquido (3).

    castagnaccio toscano morbido senza uvetta ricetta originale il chicco di mais 1 mescolare acqua e farina di castagne
  2. Versate anche l’olio a filo (4), mescolando sempre fino ad amalgamarlo alla perfezione. Aggiungete a questo punto le noci tritate e i pinoli interi (5), tenendone da parte una manciata per decorare la superficie del castagnaccio toscano. Ungete con 2-3 cucchiai di olio una teglia di 26 cm di diametro (6). Se non ne avete una di queste dimensioni questo articolo vi aiuterà a modificare le dosi in base alla vostra teglia. Considerate comunque che il castagnaccio toscano non deve essere alto più di 2 cm.

    castagnaccio toscano morbido senza uvetta ricetta originale il chicco di mais 2 unire olio noci e pinoli
  3. Versatevi l’impasto, distribuendolo uniformemente (7). Adagiate sulla superficie del castagnaccio toscano i pinoli tenuti da parte e gli aghi di rosmarino. Completate con un filo di olio (8). Cuocete il castagnaccio toscano nel forno già caldo a 180° (statico) per 35-40 minuti. La superficie deve seccarsi ma l’interno deve rimanere morbido. Sfornate il castagnaccio toscano e fatelo intiepidire prima di staccarlo dalla teglia (9).

    castagnaccio toscano morbido senza uvetta ricetta originale il chicco di mais 3 cuocere il castagnaccio
  4. Servite il castagnaccio toscano da solo o accompagnato da ricotta e miele e conservatelo fuori dal frigorifero per 2-3 giorni.

    Consigli: il castagnaccio toscano è un dolce che si prepara senza zucchero, poiché la farina di castagne, se di buona qualità e soprattutto se è una farina nuova, è già dolce di suo. Proprio per questo il momento migliore per preparare il castagnaccio è dalla fine di novembre a tutto dicembre, quando la farina di castagne è stata appena macinata. Se però vi rendete conto che la farina acquistata non è sufficientemente dolce (magari assaggiando l’impasto prima di cuocerlo) potete “correggerla” aggiungendovi un cucchiaio di zucchero.

    v_ castagnaccio toscano morbido senza uvetta ricetta originale il chicco di mais

Note

Se ti è piaciuta la ricetta del castagnaccio toscano segui il Chicco di Mais anche su FacebookTwitter e Google+qui inoltre puoi consultare tutte le ricette toscane.

Precedente Come preparare il ragù in pentola a pressione Successivo Ricette con broccoli e cavolfiori

4 commenti su “Castagnaccio toscano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.