Crea sito

Mustaccioli napoletani

Mustaccioli napoletani. Mustaccioli napoletani

«Ma… posso richiedere il mio regalo di Natale a Babbo Claudio e Babba Eva???
Posso? Sono stata un po’ brava e po’ cattiva ma posso migliorare eh 😃.
Allora….io ci provo…😊.
Cari Babbi…una settimana fa ho fatto i vostri roccoco’ in preda alla nostalgia della mia infanzia. Un successo! E li preparerò per Natale per la mia famiglia. Ieri sera cercavo la ricetta dei mustaccioli napoletani e non l’avete ( hai hai hai ).
Quindi cercando affannosamente altrove, ne ho provata una che mi sembrava promettente. Seguita alla lettera..tutto bene ma… all’ assaggio….deludente la consistenza, asciutti e un po’ stopposi.
La bambina che è in me ha pianto lacrime di frustrazione, volevo a sorpresa presentarli a Natale alla mia famiglia. Un salto nei nostri ricordi e nelle nostre origini.
Ora….se per caso nelle mille incombenze che gravano su di voi…riusciste a regalarmi la ricetta equilibrata io sarei la bimba più felice del mondo 😍😊😁.
Nel caso la mia richiesta non fosse possibile esaudirla, io non muterei la stima nei vostri confronti. Babbi….siete i più onesti ed attendibili…..certo però ….potreste fare degli incubi….magari dei sensi di colpa atroci….😂😂😂😂. No eh? Ok ok….io ci ho provato. Grazie Babbi 😍
#inattesadiunsogno #FablesBabbiforever #Sietebellissimi😂 #Sieteiltop😂 #Hofinitoconitentatividiplagio😂»

Questo è il messaggio di Cinzia, una pazza da legare che frequenta il nostro gruppo su Fb. Allora  io, che onestamente non avevo nessuna voglia di dedicarmici, ho risposto in questo modo:

“Essendo una richiesta impegnativa a cui vedo tu tieni molto, e non essendo noi davvero babbo natale, col potere contrattuale che ci hai concesso ti dico che, io prenderei in considerazione la richiesta solo a seguito di un video messaggio in cui ce li chiedi in napoletano stile gomorra. Foss ca foss…”

Voi che pensereste? Ecco, si è scoraggiata, non lo farà mai. No, lo ha fatto! E anche bene. Forse per capire quanto bene dovreste aver visto qualche puntata di Gomorra, però fidatemi di me, è stata bravissima e anche molto intelligente nello scegliere le parole e i simboli giusti (quando ho visto il bicchiere alla fine mi sono venuti i brividi :O). Anzi, giudicate voi guardandolo cliccando qui.

Quindi, grazie ad Eva che si è presa a cuore la sua richiesta, noi ci abbiam provato. Ora, tenete conto che i mustaccioli napoletani non li avevamo mai neanche assaggiati in vita nostra, ma ci siamo fidati dei consigli e della ricetta della nostra napoletana doc di fiducia, Marianna, la stessa dei roccocò citati da Cinzia. Perciò la fonte è attendibile e speriamo di aver reso onore a questa ricetta tanto attesa. Ecco a voi, i mustaccioli.

MUSTACCIOLI NAPOLETANI:

(Dose per circa 30/35 biscotti) 

Per l’impasto: 

  • 500g di farina 00
  • 500 g di zucchero
  • 3 g di ammoniaca per dolci
  • 5 g di pisto
  • 100 g di acqua
  • 100 g di succo di arancia
  • 1/2 scorza di arancia bio grattugiata
  • 50 g di caffè (moka)
  • 15 g di cacao in polvere

Per la finitura: 

  • 400 g di cioccolato fondente

Note:

  1. L‘ammoniaca per dolci è un agente lievitante che si usa in pasticceria, va usata solo nei biscotti che hanno una lunga cottura in forno, rispettando le dosi i biscotti non avranno né odore né sapore di ammoniaca una volta cotti in quanto è volatile sottoposta a calore. E’ reperibile in tutti i supermercati, tuttavia la potete sostituire con lievito chimico per dolci usandone il doppio rispetto al peso dell’ammoniaca, in questo caso 6 g.
  2. Per pesare pochi grammi di ammoniaca per dolci vi consiglio di usare un bilancino di precisione come QUESTO, nelle foto dei passaggi vedete il mio (ho fatto metà dose, infatti è 1,5 g).
  3. Il PISTO napoletano è una miscela di spezie fra cui: cannella, chiodi di garofano, noce moscata e coriandolo (c’è anche chi aggiunge anice stellato o pepe). Io avevo la bustina già bella pronta, voi potete polverizzare e  miscelare i vari ingredienti fra loro creandovi il vostro pisto casalingo.
    Altrimenti è acquistabile on line QUI.
  4. I MUSTACCIOLI napoletani sono un biscotto bello grande a forma di rombo è lungo circa 10/12 centimetri e pesano circa 45/50 g l’uno. 

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa preparate il caffè e lasciatelo raffreddare.

Setacciate farina e cacao assieme direttamente nella ciotola della planetaria, aggiungete il resto delle polveri: zucchero, pisto e ammoniaca per dolci.

Grattugiate anche metà della buccia dell’arancio e aggiungetela nella ciotola con le polveri.

Radunate i liquidi: caffè, acqua e succo d’arancia (filtrato con un colino).

Montate la foglia (gancio K) e fate partire la planetaria a bassa velocità versando a filo i liquidi fino ad esaurimento.

mustaccioli napoletani

Spolverate abbondantemente con della farina il piano di lavoro e trasferitevi l’impasto che sarà piuttosto appiccicosoInfarinatevi anche la mani e impastate aggiungendo poca farina per volta fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo

Nel frattempo accendete il forno a 180°C in modalità statica.

Stendete il composto con l’aiuto di un mattarello ad uno spessore di 8/9 millimetri in maniera omogenea. Tagliatelo a rombi con una rotella taglia pasta liscia.

Foderate con la carta forno una leccarda e man mano adagiate i biscotti ben distanziati fra loro, in cottura crescono. Sono riuscita a farcene stare 7/8 per teglia.

Reimpastate gli avanzi e stendete di nuovo la pasta e ritagliate altri rombi.

Mustaccioli

Quando il forno raggiunge la temperatura impostata, infornate a 180°C in modalità statica per circa 15 minuti.

Con questa cottura otterrete i MUSTACCIOLI morbidi, se invece li preferite duri, non vi resta che prolungare la cottura di altri 5 minuti circa.

Una volta cotti, sfornate e lasciateli raffreddare completamente su di una gratella.

COPERTURA al CIOCCOLATO:

Spezzettate il cioccolato fondente e scioglietelo a bagno maria a fuoco dolce, mescolando con una spatola per non farlo bruciare.

Potete procedere in tre maniere diverse per ricoprire i mustaccioli:

  1. Spennellate il cioccolato fuso sui biscotti.
  2. Immergete i biscotti direttamente nel cioccolato fuso.
  3. Prendete un biscotto tenendolo per un angolo, posizionatevi sopra la ciotola contenente il cioccolato fuso, tenetelo leggermente inclinato e cospargetelo con il cioccolato facendo scolare l’eccesso. (io questo)

Disponeteli ad asciugare sulla gratella in un luogo fresco, potete anche passarli in frigo.

I MUSTACCIOLI napoletani si conservano sotto una campana di vetro a temperatura ambiente (18/20°C) per una settimana. Il giorno dopo sono molto più buoni, quindi preparateli tranquillamente con un giorno d’anticipo.

Mi ha stupito come si riescano a distinguere perfettamente tutti i sapori, con un retro gusto piacevolissimo di caffè. Ancora una volta la nostra amica Marianna ha fatto bingo! Colgo l’occasione per suggerirvi la ricetta degli STRUFFOLI e i ROCCOCO‘sempre sue. 

Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook e nel nostro numeroso e super attivo Gruppo Facebook, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

 

 

 

2 Risposte a “Mustaccioli napoletani”

  1. buongiorno Eva,
    piccola domanda…. dopo che tolgo l’impasto dalla planetaria devo aggiungere altra farina( fino a che l’impasto raggiunge una morbida consistenza) oltre i 500 gr già consederati o la devo considerare nei 500 gr già pesati?.. non so se sono stata chiara … stamattina vado a rilento 😀 :D…. comunque siete fantastici!!!!
    grazie e buone feste
    Annarita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.