Pancakes, ricetta originale americana

Eccomi qui di nuovo da voi con una ricetta della mia infanzia, i pancakes! Una colazione che ho spesso fatto nei miei anni passati oltreoceano e che spesso ancora oggi mi preparo. Una colazione sana, nutriente e che, al contrario di quello che uno pensa, non richiede un tempo eccessivo per essere preparata. Certo che i Pancakes non si possono preparare se ci alziamo all’ultimo momento e dobbiamo portare i figli a scuola urgentemente che sta per suonare la campanella, oppure se dobbiamo scappare a prendere il bus! Però quando abbiamo qualche minuto in più, magari nel weekend, prendiamoci il tempo per fare una colazione diversa! Si può anche tenere la pastella pronta in frigo e cuocere al momento, sarà un attimo avere dei pancakes belli caldi!

pancakes
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaAmericana

Ingredienti

210 g farina
13 g lievito chimico in polvere (una bustina scarsa)
1.5 g sale (una punta di cucchiaino)
1 cucchiaio zucchero
280 g latte
1 uovo
40 g burro (fuso)
sciroppo di acero (per accompagnare)
frutta fresca (per accompagnare)

Passaggi

Iniziare la preparazione dei pancakes facendo fondere il burro al microonde o, in mancanza di questo, in un pentolino a fuoco dolce.

Setacciare in una boule la farina ed il lievito chimico. Aggiungere quindi anche lo zucchero ed il sale. Quindi unire il latte e mescolare per creare una pastella senza grumi.

Dopo aver unito il latte aggiungere anche l’uovo, mescolare e per ultima cosa incorporare il burro fuso tiepido. Mescolare bene per ottenere una pastella liscia.

Scaldare la piastra antiaderente per pancakes o per crepes leggermente unta. Io generalmente passo sulla superficie un pezzo di carta assorbente unto con poco burro fuso. Quando è ben calda versare al centro mezzo mestolo li impasto e lasciare che assuma spontaneamente una forma rotonda. Se necessario inclinare leggermente la padella per distribuire. L’impasto dovrà avere inizialmente nella padella uno spessore di circa mezzo centimetro o poco più. Poi, grazie alla presenza del lievito e con il calore del fuoco, i pancakes andranno a gonfiarsi durante la cottura.

L’impasto sarà pronto per essere girato quando avrà la superficie coperta di buchini. Con una paletta antigraffio girare il pancake e cuocere anche dall’altro lato. Sarà pronto quando assume una bella colorazione dorata scura.

Appoggiare il pancake pronto su un piatto di servizio e andare nello stesso modo a preparare anche gli altri. Man mano che saranno pronti andranno appoggiati uno sopra l’altro a creare una pila di pancakes!

I pancakes si mangiano tradizionalmente accompagnati dallo sciroppo d’acero, ed è così che io li amo! Però sono altrettanto buoni con frutta fresca, panna montata o crama pasticcera. Dipende dai vostri gusti e dal vostro appetito!

Per quanto riguarda la cottura, si può tranquillamente utilizzare una padella comune, ma se si vuole fare un piccolo investimento, si può acquistare una padella adatta a crepes che viene adattata facilmente anche ai pancakes. Se poi si desidera uno strumento ancora più specifico, si può acquistare la padella con i fori già pronti per la cottura. Avete dei bimbi? Allora esistono addirittura delle padelle per fare pancakes con simatiche faccine!

Conservazione

I pancakes fatti e mangiati al momento sono al massimo della loro bontà. Però, in caso di necessità, la pastella pronta può essere tenuta in un contenitore ermetico in frigo per 2 giorni.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.