Crea sito

Torta della nonna con crema pasticcera e pinoli

La torta della nonna con crema pasticcera e pinoli è un dolce super classico talmente buono che a casa nostra lo prepariamo spessissimo. E’ ottima come dessert cremoso di fine pasto ma anche a colazione o merenda.

La sua realizzazione prevede due fasi principali: la preparazione della crema pasticcera e quella della pasta frolla. Perchè la torta rimanga perfetta dopo la cottura è molto importante che l’impasto non si attacchi allo stampo in modo da poterla servire intatta dopo averla sformata su un piatto da portata.

Potete usare per ungere la teglia il burro, la margarina o l’olio e per infarinare la farina normale oppure il pangrattato, la polenta o il semolino. Esistono in commercio speciali spray staccanti a base di oli vegetali. Si tratta di bombolette pratiche e molto facili da usare e da conservare in frigorifero una volta aperte.

Siete pronti? Iniziamo a preparare insieme questa magnifica torta seguendo passo passo le istruzioni.

Torta della nonna con crema pasticcera e pinoli
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni10 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gfarina
  • 130 gzucchero
  • 150 gburro
  • 1uovo
  • 1 bustinalievito in polvere per dolci
  • 50 gpinoli
  • q.b.latte
  • 20 gzucchero a velo

Crema pasticcera

  • Scorza di un limone bio
  • 120 gzucchero
  • 50 gfarina
  • 500 mllatte
  • 2uova
  • 1 bustinavanillina

Strumenti

  • Frusta a mano
  • Ciotola
  • Grattugia
  • Pentolino
  • Pellicola per alimenti
  • Pentola
  • Cucchiaio
  • Setaccio
  • Spianatoia
  • Carta forno
  • Ciotola grande
  • Mattarello
  • Stampo per crostata 26 cm
  • Spatola da pasticcere
  • Pennello
  • Spargizucchero

Preparazione

  1. Crema pasticcera

    CREMA PASTICCERA

    Versare il latte intero in un pentolino e farlo intiepidire a fuoco basso.

    Lavare il limone e asciugarlo. Grattugiare la scorza e tenere da parte.

    In una ciotola separata mettere lo zucchero e i tuorli d’uovo e sbatterli con una frusta, fino a ottenere una crema liscia e chiara.

    Versare anche la vanillina, la scorza grattugiata e farina setacciata e mescolare ancora per avere composto omogeneo.

    Aggiungere il latte riscaldato a filo e poco alla volta e mescolare la crema con la frusta.

    Versare il composto in una pentola antiaderente e mescolare con un cucchiaio.

    Cuocere la crema pasticcera per un quarto d’ora circa, mantenendo la fiamma molto bassa. 

    Quando la crema raggiunge la densità desiderata, togliere la pentola dal fuoco.

    Trasferirla in una ciotola per farla raffreddare. Per evitare che si formi una patina più solida in superficie, ricoprire con pellicola trasparente e lasciare raffreddare.

  2. Torta della nonna con crema pasticcera e pinoli

    Imburrare e infarinare uno stampo per crostata. Tenere da parte.

    In una ciotola mettere la farina, il burro, lo zucchero, l’uovo e il lievito. Impastare velocemente con la punta delle dita.

    Trasferire l’impasto su un piano di lavoro, compattarlo con le mani e avvolgerlo nella pellicola trasparente.

    Farlo riposare in frigo per mezz’ora.

    Preriscaldare il forno a 180°C statico.

    Riprendere l’impasto, dividere in due pezzi (uno di 2/3 del volume e l’altro 1/3) e stendere in due sfoglie sottili.

    Consiglio: perchè la frolla non si attacchi al mattarello infarinarla un po’ oppure metterla tra due fogli di carta forno. Io faccio così! 😉 Poi togliere quello di sopra e rovesciare l’altro sullo stampo.

    Foderare con la base più grande la tortiera, lasciando debordare la pasta dai bordi.

    Versare la crema pasticcera e livellarla. Coprire con 20 g di pinoli.

    Ricoprire con l’altra sfoglia. Sigillare bene i bordi, ritagliando la frolla in eccesso.

    Spennellare di latte e distribuire i pinoli rimasti.

    Cuocere in forno per 30 minuti.

    Sfornare, far raffreddare e spolverizzare di zucchero a velo. Servire a fette.

Varianti e altre ricette

Per farcire questa torta potete usare anche la crema pasticcera al limone. Potrebbero interessarvi anche la crostata di frutta fresca, la crostata di mirtilli selvatici, le crostatine di farro con composta di fragole e crema di yogurt, i biscotti doppi con la marmellata, la crostata di cioccolata e lamponi o il crumble di fragole.

La pasta frolla si può impastare con la planetaria. Io uso la Kenwood KVC7300S Impastatrice Planetaria Chef Titanium SYSTEM PRO.

Potete seguirmi anche su YouTubeFacebookInstagramPinterestTwitter Telegram.

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.