Crea sito

Crostata di mirtilli selvatici

La crostata di mirtilli selvatici profuma di montagna e di estate. Io la preparo con la pasta frolla senza uovo e una copertura squisita di questi frutti freschi dalle mille proprietà.

Questo minuscolo e gustoso frutto viola, che cresce spontaneo nei nostri boschi è un vero aiuto per la nostra salute. I mirtilli selvatici con la loro attività antiossidante, sviluppano un’attività anticarcinogenetica, vasoprotettiva, antinfiammatoria, anti-obesità ed antidiabetica.

Non solo: fin dall’antichità si conosce la capacità del mirtillo nero di migliorare la circolazione. E’ ideale, quindi, per chi soffre di pesantezza e dolore alle gambe. Inoltre, migliora la memoria e la vista ed è efficace nel trattamento della diarrea.

L’aggettivo selvatico ci dice che si tratta di un frutto non coltivato che cresce spontaneo in natura. Lo possiamo trovare passeggiando lungo i sentieri di montagna in alta quota, sopra i 1000 mt di altitudine.

La pianta è un piccolo arbusto con foglie ovali e colore verde chiaro. Il periodo in cui si trovano i frutti è tra luglio e settembre.

Se, come a me, vi piacciono le passeggiate in montagna, dovete dedicare una mezza giornata alla raccolta dei mirtilli… per poterli gustare così al naturale oppure preparare un buona confettura o questa squisita e profumatissima crostata. 😉

Crostata di mirtilli selvatici
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la pasta frolla

  • 300 gfarina per crostata
  • 200 gburro
  • 100 gzucchero

Per la copertura

  • 200 gmirtilli selvatici
  • 10 gsucco di limone
  • 50 gzucchero
  • 1 fogliogelatina

Strumenti

  • Ciotola
  • Stampo da crostata da 24 cm
  • Pentolino
  • Cucchiaio di legno
  • Spianatoia
  • Mattarello
  • Pellicola per alimenti

Preparazione

  1. Pasta frolla

    Impasto della pasta frolla a mano

    Mettere sulla spianatoia la farina. Fare la fontana e aggiungere lo zucchero e il burro ben freddo tagliato a pezzetti piccoli.

    Impastare velocemente fino a formare un panetto. Avvolgere il panetto nella pellicola trasparente e farlo riposare in frigo per mezz’ora circa.

    Se volete vedere il video della mia pasta frolla realizzata in diretta ecco il link.

    Con il robot

    Mettere farina, zucchero e burro a cubetti nel bicchiere del robot. Far andare le lame a velocità media e a intervalli di circa dieci secondi.

    Non appena gli ingredienti iniziano a compattarsi, formando delle grosse briciole, trasferire l’impasto su piano di lavoro e compattarlo velocemente con le mani.

    Formare un panetto avvolgerlo nella pellicola. Metterlo a riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

    Trascorso questo tempo è possibile utilizzare la frolla.

  2. Crostata di mirtilli selvatici

    Preparare la composta di mirtilli.

    Mettere in acqua la gelatina.

    In un pentolino versare i mirtilli con lo zucchero e il limone. Scaldare fino a che lo zucchero non sia completamente sciolto, mescolando con il cucchiaio di legno.

    Aggiungere la gelatina strizzata, farla sciogliere e spegnere il fuoco. Far raffreddare.

    Completare la crostata.

    Preriscaldare il forno a 180°C statico.

    Infarinare il piano di lavoro, riprendere l’impasto di pasta frolla, stenderlo con il mattarello e posizionarlo nello stampo imburrato.

    Con le dita schiacciare contro i lati dello stampo per formare un bordo.

    Versare la composta di mirtilli, distriburla su tutta la superficie lasciando il bordo scoperto.

    Cuocere in forno a 180°C statico per mezz’ora.

    Lasciare raffreddare, togliere dallo stampo e servire a fatte. Buon appetito! 😉

Altre ricette

Potrebbero interessarvi anche la crostata di ricotta e mirtilli, la torta alla macedonia di frutta, la torta di pesche e mirtilli, la macedonia con mirtilli fragole e albicocche, i biscotti doppi con la marmellata, la crostata di cioccolata e lamponi o il crumble di fragole. Molto interessante anche lo sciroppo concentrato di mirtilli.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.