Anko, confettura di fagioli rossi

Se ti dicessi che con i fagioli è possibile realizzare la confettura? Ecco a questo punto non so cosa darei nel vedere la tua espressione! Ma no, non storcere il naso perché in realtà questa antica preparazione è una ricetta di base della cucina giapponese. Infatti l’anko, chiamata anche confettura di fagioli rossi, è una deliziosa crema tipica con sui si farciscono i famosi dorayaki e altri dolci come i daifuku o i taiyaki.

Ma che sapore ha l’anko? Di fagioli rossi, certo, ma bisogna ricordare che la varietà azuki è di base molto più dolce rispetto ai fagioli che normalmente consumiamo in occidente. Inoltre anche la consistenza finale dell’anko è davvero determinante per essere apprezzata. Infatti nella versione koshian la confettura viene frullata fino a diventare una crema vellutata, nella tsubuan i fagioli restano grossolani, un po’ come ho fatto io.

Ti ho incuriosito? Ti confesso che la prima volta che ho assaggiato l’anko è stato grazie alla mia amica Teresa che me l’ha portata direttamente dal Giappone. Così, non appena ho trovagli gli azuki, mi sono cimentato subito nella preparazione della confettura. Non ho atteso di spalmarla su pane, fette biscottate o tra le morbide focaccine: ho affondato subito il cucchiaino e… bingo, la ricetta è proprio come quella nipponica!

Intanto ti ho parlato dell’anko, confettura di fagioli rossi, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!
Gio’

ricetta anko confettura di fagioli rossi peccato di gola di giovanni
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura2 Ore
  • PorzioniDosi per 1 kg
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaGiapponese

Ingredienti per circa 1 kg di confettura

  • 300 gFagioli rossi Azuki secchi
  • 350 gZucchero

Preparazione dell’anko confettura di fagioli rossi

  1. anko marmellata di fagioli rossi peccato di gola di giovanni 1

    Per preparare l’anko marmellata di fagioli rossi cominciamo mettendo in ammollo i fagioli. È importante che restino in ammollo in una ciotola piena d’acqua fresca dalle 8 alle 12 ore. Trascorso il tempo sciacquali accuratamente e poi immergili in acqua fredda e, dal momento del bollore, cuocili per 5 minuti. Scola gli azuki e ripeti l’operazione. Stavolta però dal momento del bollore lasciali cuocere per un paio d’ore. Ricorda che c’è bisogno di molta acqua e che questa dovrà essere sobbollente. A fine cottura risulteranno ammorbiditi e schiacciandoli leggermente dovranno rompersi subito. Quindi scolali e pesali: nel mio caso ho ottenuto all’incirca 700 grammi di fagioli cotti. 

  2. anko marmellata di fagioli rossi peccato di gola di giovanni 2

    Pesa esattamente la metà di zucchero calcolata sul peso degli azuki (nel mio caso quindi 350 grammi) e versa il tutto nel tegame. Accendi il fornello e mescola finché non avrai ottenuto un composto abbastanza compatto e cremoso: non preoccuparti, lo zucchero appena si scioglierà diventerà liquido. Continua a mescolare e di tanto in tanto schiaccia i fagioli con il cucchiaio. 

  3. ricetta anko confettura di fagioli rossi peccato di gola di giovanni 2

    Versa nei barattoli e l’anko marmellata di fagioli rossi è pronta!

I consigli di Giovanni

·      Non è usuale aggiungere degli aromi ma se preferisci un po’ di vaniglia non ci starebbe male;

·      Se l’acqua di cottura sta terminando non aggiungerne altra, piuttosto abbassa ulteriormente la famma;

·      L’anko, confettura di fagioli rossi prevede anche la versione con i fagioli verdi giapponesi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.