Crea sito

Sorbetto al melone

Il sorbetto al melone è un dessert rinfrescante da proporre a fine pasto o a merenda durante le giornate di caldo intenso, per godersi un dolce al cucchiaio delizioso e leggero. Con il suo bel colore arancione e il suo gusto delicato il sorbetto al melone può essere un’ottima merenda – sana e volendo anche con poco zucchero – per i vostri bambini.

Potete preparare il sorbetto al melone sia con una gelatiera casalinga che senza gelatiera: io vi mostro entrambi i metodi e il risultato è molto simile. Considerate che prima di acquistare la gelatiera lo preparavo sempre a mano (la ricetta risale infatti al 2013) ed è sempre venuto benissimo. Certo la gelatiera è più pratica e veloce, ma anche a mano si può fare senza problemi. Se non amate il melone arancione – retato o Cantalupo – potete preparare il sorbetto al melone anche usando il melone giallo invernale.

sorbetto al melone cremoso ricetta con o senza gelatiera il chicco di mais
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gMelone (pesato senza buccia né semi)
  • 180 gZucchero (potete diminuire le dosi fino a 120-150 g)
  • 200 mlAcqua

Strumenti

Per il sorbetto al melone senza gelatiera

  • 1 Frullatore / Mixer
  • 1 Pentolino
  • 1 Cucchiaio
  • 1 Contenitore
  • Pellicola per alimenti

Per preparare il sorbetto al melone con la gelatiera

  • 1 Frullatore / Mixer
  • 1 Pentolino
  • 1 Gelatiera

Come preparare il sorbetto al melone

Ricetta del sorbetto al melone senza gelatiera (preparazione + riposo: 6 ore circa)

  1. Sorbetto al melone ricetta senza gelatiera il chicco di mais 1

    Per preparare il sorbetto al melone le operazioni preliminari sono le stesse, sia che usiate la gelatiera sia che lo prepariate a mano: in un pentolino mescolate l’acqua con lo zucchero e ponetelo sul fuoco basso, mescolando finché lo zucchero non si è completamente sciolto (1). Fate raffreddare completamente lo sciroppo così ottenuto; per velocizzare potete immergere il pentolino in acqua molto fredda (2). Mettetelo in frigorifero per circa un’ora. Sbucciate il melone ed eliminate tutti i semi. Tagliate la polpa e mettetela in un mixer o in un frullatore (3).

  2. Sorbetto al melone ricetta senza gelatiera il chicco di mais 2 frullare il melone

    Frullate per un paio di minuti, fino ad ottenere una purea omogenea (4). Fate attenzione che sia ben frullata, altrimenti i pezzi di frutta rimasti interi ghiacceranno formando sgradevoli grumi. Mettetela in frigorifero a raffreddare per bene, almeno una mezz’ora, quindi unite lo sciroppo (5). Mescolate accuratamente e versate il composto in una vaschetta bassa e larga (6).

  3. Sorbetto al melone ricetta senza gelatiera il chicco di mais 3 mescolare

    Copritela con un foglio di pellicola e mettetela in freezer. Dopo una mezz’ora estraete la vaschetta dal freezer e mescolate accuratamente con un cucchaio (7). Il sorbetto al melone sarà ancora molto liquido. Rimettete in freezer e ripetete l’operazione di mescolamento altre 5-6 volte, a distanza di mezz’ora l’una dall’altra. Piano piano il sorbetto al melone inizierà a ghiacciare e voi dovrete rompere bene i cristalli di ghiaccio che si formeranno usando un cucchiaio o una forchetta (8). Alla fine dovrete ottenere un composto morbido e cremoso (9). Quando avrete ottenuto questa consistenza fatelo riposare in freezer per circa due ore.

Ricetta del sorbetto al melone con la gelatiera (preparazione + riposo: 1 ora e 40 minuti)

  1. sorbetto al melone cremoso ricetta con o senza gelatiera il chicco di mais 4 ricetta con gelatiera koenig

    Per preparare il sorbetto al melone con una gelatiera casalinga seguite le stesse operazioni illustrate in precedenza, fino al punto 5. Versate quindi la miscela di melone e sciroppo nella gelatiera (10) e impostate una durata di almeno 30 minuti (11). A seconda dei modelli di gelatiera potrebbe volerci un po’ di più o un po’ di meno: le gelatiere senza compressore, che prevedono di tenere il cestello in freezer per una notte, impiegano generalmente un po’ di più perché meno potenti e più sensibili alla temperatura esterna. Quando il vostro sorbetto al melone avrà assunto una consistenza cremosa (spesso accade proprio che le pale smettano di girare quando è pronto) spegnete la gelatiera (12). Potete gustare il vostro sorbetto al melone subito oppure, se vi sembra troppo morbido, farlo riposare in freezer per un’oretta.

Note

Conservazione

Il sorbetto al melone si conserva in freezer per 2 settimane. Come accade per il gelato artigianale tende a indurirsi, ma è sufficiente lasciarlo a temperatura ambiente per 5-10 minuti prima di servirlo.

Consigli e varianti

Se usate un melone molto dolce potete diminuire la quantità di zucchero, arrivando anche a 120 g. Nella preparazione senza gelatiera, se per errore il vostro sorbetto al melone risulterà completamente ghiacciato in una delle fasi di rimescolamento, non disperate! Lasciatelo a temperatura ambiente quel tanto che basta a staccarlo in blocco dalla vaschetta, quindi tagliatelo a pezzi e frullatelo nel mixer. Rimettetelo nella vaschetta e continuate con le operazioni di mescolamento!

Con la stessa ricetta potete preparare un sorbetto fatto in casa con la frutta che preferite, purché abbia una polpa consistente e matura (anguria, pesca, fragole, kiwi…).

Se cercate altre ricette di gelati e sorbetti guardate qui!

In questo articolo sono presenti link sponsorizzati

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

5 Risposte a “Sorbetto al melone”

  1. bella ricetta, davvero… la proverò questo w-e … il sorbetto deve riposare una notte in freezer, giusto ? ma alla fine non risulterà completamente ghiacciato ?

    1. Ciao Cristina, ho sperimentato che la consistenza ideale la raggiunge dopo 8 ore di freezer (il mio è a meno 18 gradi). Se lo tieni di più sì, tende a congelarsi completamente, ma basterà tenerlo a temperatura ambiente per 5-10 minuti perché torni a una consistenza ideale. Purtroppo i frigoriferi casalinghi sono in genere troppo freddi per gelati e sorbetti, bisogna sempre avere l’accortezza di tirarli fuori qualche minuto prima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.