Crea sito

Pasta e cavolfiore alla napoletana

Come preparare la pasta con il cavolfiore cremosa senza pomodoro

La pasta e cavolfiore alla napoletana è un primo piatto ricco e gustoso, una ricetta tradizionale che, alla stregua di altri piatti analoghi come pasta e patate, appartiene al quella cucina povera partenopea che sa regalare veri e propri capolavori usando pochi e semplici ingredienti: in questo caso pasta – meglio se mista – cavolfiore, aglio, olio, peperoncino e un paio di acciughe. Come per tutte le ricette tradizionali napoletane, esistono diverse varianti della pasta e cavolfiore: in alcune si mette il lardo al posto dell’acciuga, in altre si aggiunge il pomodoro, in altre ancora il tutto si ripassa poi in forno con un po’ di pangrattato.

La ricetta di pasta e cavolfiore alla napoletana è semplicissima ma, per realizzarla a regola d’arte, bisogna seguire qualche piccolo accorgimento: il cavolfiore, ad esempio, va tagliato in piccole cimette e stufato finché non diventi tenero; solo quando inizierà a sfaldarsi andrà aggiunta la pasta, che cuocerà insieme al resto degli ingrediienti in poca acqua, in modo da rilasciare tutto il suo amido e rendere il piatto cremoso e invitante. L’aggiunta finale di un po’ di pecorino grattugiato è facoltativa, ma devo dire che ci sta benissimo.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gPasta Mista (per me senza glutine)
  • 400 gCavolfiore (solo le cime)
  • 3Acciughe sott’olio
  • 1 spicchioAglio
  • 2Peperoncini piccanti
  • 4 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 1 ciuffoPrezzemolo
  • 1 cucchiaioPecorino (facoltativo)
  • q.b.Sale

Strumenti

  • Coltello
  • Tagliere
  • Tegame
  • Mestolo

Preparazione

  1. Ricetta della pasta e cavolfiore alla napoletana

    Per preparare pasta e cavolfiore alla napoletana iniziate pulendo il cavolfiore: ricavate le cime e tagliate le più grandi in 2 o 4 parti (1). In questo modo cuoceranno più in fretta. In un tegame dal fondo spesso fate dorare lo spicchio di aglio sbucciato nell’olio, assieme al peperoncino tritato e alle acciughe, finché queste non si squaglieranno completamente (2). Unite quindi le cime di cavolfiore (3).

  2. Salatele e lasciatele insaporire un paio di minuti, quindi aggiungete un po’ di acqua calda, quanta ne basta per coprire a filo il cavolfiore (4). Coprite con il coperchio e lasciate stufare a fiamma dolce per 15-20 minuti, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo altra acqua calda, poca per volta, se fosse necessario. Quando il cavolfiore sarà tenero e inizierà a sfaldarsi (5) potete aggiungere ancora un po’ di acqua calda prima di unire la pasta. Non mettetene troppa, sempre meglio aggiungerne poca per volta per non rischiare di avere un piatto brodoso quando la pasta sarà giunta a cottura. Aggiungete quindi la pasta (6) e un pizzico di sale.

  3. Cuocete pasta e cavolfiore alla napoletana per il tempo necessario a portare a cottura la pasta, mescolandola spesso (7) quasi fosse un risotto e aggiungendo poca acqua calda quando quella messa in precedenza si sarà assorbita. Quando la pasta sarà cotta il fondo di cottura dovrà risultare denso e cremoso (8). Spegnete il fuoco e aggiungete il prezzemolo tritato e, se vi piace, un po’ di pecorino grattugiato (9).

  4. Servite pasta e cavolfiore alla napoletana subito, guarnita con un po’ di prezzemolo e di peperoncino tritati.

  5. Varianti

    Come detto pasta e cavolfiore alla napoletana conosce tante varianti, che possono differire anche molto da famiglia a famiglia: c’è chi aggiunge del pomodoro fresco ai cavolfiori; alcuni non mettono le acciughe, altri al soffritto di aglio e peperoncino preferiscono un classico battuto di sedano, carota e cipolla a cui aggiungono spesso un po’ di lardo. Qualcuno, infine, aggiunge una crosta di parmigiano che si scioglie in cottura e dona alla pasta e cavolfiore ancor più sapore.

  6. Per quanto riguarda il tipo di pasta, infine, sebbene la pasta mista sia il tipo più diffuso per questa ricetta – ricordiamo che è un piatto di origine povera e quindi di recupero, per cui è normale che si usassero gli avanzi di pasta – potete utilizzare un qualsiasi formato di pasta da minestra come i cannolicchi o i tubetti. Chi ha necessità di cucinare senza glutine, dato che la pasta mista glutenfree è difficile da trovare, può risolvere come ho fatto io, ossia mescolando diversi formati di pasta che abbiano lo stesso tempo di cottura, eventualmente spezzandoli.

Note

Se ti è piaciuta la ricetta di pasta e cavolfiore alla napoletana segui il Chicco di Mais anche su FacebookInstagram e Pinterest mentre QUI trovi tutte le ricette della cucina campana!

Una risposta a “Pasta e cavolfiore alla napoletana”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.