Trofie al pesto cremoso e pomodorini

trofie al pestoMmmm, vediamo, che fare? Dopo che quelli di Bio&Sisto, questa azienda di agricoltura biologica di cui vi ho parlato nei giorni precedenti, mi hanno mandato i loro prodotti da provare, mi sono trovato con tanta verdura fresca da cucinare e mangiare prima che deperisse. Impresa ardua, ho cucinato come un dannato perchè la roba era veramente tanta. E fra le altre cose c’era un bel mazzetto di basilico che mi chiedeva solo una cosa: fammi diventare pesto! Bhe facile, il pesto, però volevo fare qualcosa di più gustoso, ed ero lì a pensare, quando mio figlio ha preso fra le sue mani una bella manciata di pomodori datterini e mi fa: “papà, metti questi anche.” E se lo dice lui… 🙂 Quindi così per provare è nato un primo piatto che ci è piaciuto davvero molto, e quelle manine cariche di natura mi hanno fatto una tale tenerezza che ho voluto fotografarle. Il piatto è molto semplice, e si fa nel tempo che cuoce la pasta, quindi anche all’ultimo minuto. Sicuramente lo rifarò molto spesso, vediamo come farlo.

Trofie al pesto cremoso e pomodorini

Dose per 4 persone

  • 350 gr di trofie
  • 30 gr di basilico
  • 1 spicchio d’aglio
  • 10 gr di formaggio grattugiato
  • 50 gr di ricotta
  • 25 gr di olio EVO
  • una decina di mandorle
  • 10 pomodorini (io ho usato i datterini)
  • 1 spicchio d’aglio
  • q.b. di olio EVO
  • q.b. di sale
  • q.b. di formaggio grattugiato
  • Alcune foglie di basilico per decorare

Per prima cosa laviamo e asciughiamo bene il basilico di cui ovviamente useremo solo le foglie. Pesiamo tutti gli ingredienti. Per realizzare questo pesto cremoso andremo a frullare con un frullatore ad immersione tutti gli ingredienti necessari, ma per non farlo ossidare e quindi per fargli mantenere un bel colore verde, consiglio di frullarlo all’ultimo minuto prima di mantecare la pasta. Quindi nel frattempo che cuociamo le trofie in acqua bollente e salata, poniamo sul fuoco una padella con uno spicchio d’aglio e un filo d’olio, e soffriggiamo i pomodorini lavati e tagliati a metà. Basteranno 5 minuti girandoli spesso, devono rimanere vivi, non devono passire. Saliamo e spegniamo il fuoco, togliamoli dalla padella scolandoli dall’olio in eccesso e teniamoli da parte. Un minuti prima di scolare la pasta, versiamo in un contenitore stretto e alto tutti gli ingredienti necessari per il pesto cremoso, e cioè il basilico, l’aglio, il formaggio grattugiato, la ricotta, l’olio EVO e le mandorle, e frulliamo tutto con il frullatore ad immersione fino ad avere una bella crema omogenea. Scoliamo la pasta tenendoci da parte un pò di acqua di cottura, e riversiamo le trofie in pentola, aggiungiamo il nostro pesto cremoso, una manciata di formaggio grattugiato, e mantechiamo sul fuoco allungando con l’acqua di cottura se serve maggiore cremosità e se la pasta risulta  troppo asciutta. Servire nei piatti e guarnire con i pomodorini tenuti da parte e con qualche foglia di basilico.

Piatto veloce e improvvisato con il suggerimento del mio piccolino, ce lo siamo divorato., infatti è piaciuto molto anche alla prole, e questo è il termometro della mia cucina. E devo dire che faceva anche una discreta figura impiattato. Bhe, per oggi mi promuovo, e a pancia piena e cuore soddisfatto vi do appuntamento alla prossima, sorridete sempre, Claudio.

E se volete potete seguirci anche sulla nostra pagina Facebook, vi aspettiamo!

Blog_IMG_1658

Blog_IMG_1612

Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto Trofie al pesto 

Precedente Pane al timo con pasta madre Successivo Gnocco fritto ricetta semplice

7 commenti su “Trofie al pesto cremoso e pomodorini

  1. Le trofie mi piacciono molto come formato… e il vostro condimento mi piace.. Noi in genere abbiniamo il pesto con i pomodorini.. ed invece l’idea della ricotta rende il tutto ancor più cremoso! smack e buon w.e. 🙂

  2. Allora non avevo le trofie, non avevo le mandorle, il formaggio a mio marito non piace, ma è venuto un piatto buonissimo. Grazie!!!!! Mi avete salvato la serata perché ero veramente in crisi di idee. Ho raccolto l’ultimo basilico e gli ultimi pomodori dell’orto e vai!!!!

  3. francesca il said:

    ciao Eva!
    fatte ieri sera….che dire, buonissime!!!!! Ho usato dei datterini dolcissimi….li avrei mangiati come ciliegie, ma mio marito ci ha sentito l’acidità! ma sarà acido lui!!!!!
    Mi ha proposto di metterli nella salsina….ma io gli ho proposto che la prossima volta a lui non li metto. Condimento da 10 e lode in sapore e semplicità!

  4. Marilisa il said:

    Spesso e volentieri anche io metto le mandorle invece che i pinoli, ma la ricotta mi mancava… Che idea, i vostri consigli mi illuminano sempre !!!

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.