Arrosto di maiale ricetta

Arrosto di maiale

Il primo giorno che ha dato una parvenza d’autunno, ne ho approfittato alla grande per farmi un bell’arrosto di maiale. Veramente io potrei cucinarlo anche a luglio, ma poi mi prendono in giro. Fatto sta, che come saprete ormai io e l’estate tanto d’accordo non andiamo. L’autunno è decisamente la mia stagione preferita, anche in cucina, dove posso ricominciare a dare sfogo ai fornelli e tutti i piatti “tipicamente” più adatti ad un clima freddo. Proprio freddo ancora non è, ma non potevo più resistere. Anche perché a casa mia se dico arrosto, ormai lo sanno intendo con la polenta. Quindi mi son messa di buona lena e ho iniziato a spadellare presto. Pregustando già il mio pranzetto. 🙂

Arrosto di maiale:

(Dose per 4 persone)

  • 800 gr di lonza di maiale
  • 200 ml di vino rosso
  • 1 carota grande
  • 2 gambi di sedano
  • 1 cipolla grossa
  • 500 ml di brodo
  • Sale
  • Pepe
  • Olio EVO

Se lo volete accompagnare con la polenta la ricetta la trovate qui e le cotture andranno di pari passo.

Preparate il brodo per aiutarvi con la cottura della carne, lascio a voi la libertà di usare la ricetta che più vi aggrada: farlo di carne o vegetale. Lavate la carota e il sedano, sbucciate la cipolla e tagliateli a cubetti piccoli. Prendete il pezzo di maiale e legatelo, è facile da fare ma non da spiegare e non saprei davvero come farvelo capire se non con un video che trovate qui.

Visto? Facile. E’ importante legare l’arrosto per mantenere la forma durante la cottura, inoltre potrete inserire un rametto di rosmarino, oppure avvolgerlo nella pancetta o nel lardo e le fette (legate) resteranno perfettamente aderenti all’arrosto. Una volta legata, massaggiatela con pepe e sale, se vi va potete usare anche un trito aromatico per insaporirla. In un tegame ampio scaldate 4/5 cucchiai di olio EVO, poggiate la carne e fatela rosolare su tutti i lati a fuoco vivo. Aggiungete le verdure tagliate prima a cubetti, fate cuocere 5 minuti, sfumate con il vino e lasciate evaporare tutto l’alcool. Coprite con un coperchio e continuate la cottura a fuoco dolce, rigirando di tanto in tanto l’arrosto in modo da ottenere una cottura omogenea. Fate attenzione che il fondo di cottura non asciughi del tutto, quindi all’occorrenza, aggiungete un mestolo di brodo, per evitare che si bruci. 

PhotoGrid_1379925171896

Un arrosto da 1 kg è cotto dopo 45/50 minuti circa, potete verificare la cottura con la prova dello stecco: pungete la carne, se il liquido che esce è bianco, significa che è cotto. Se il liquido che esce è ancora rosa la carne è ancora cruda e quindi dovrete proseguire. Quando l’arrosto sarà cotto, spegnete il fuoco, toglietelo dal tegame e poggiatelo su di un piatto. Frullate il fondo di cottura con un frullatore ad immersione. Se dovesse risultare troppo liquido, potete aggiungere al fondo frullato un cucchiaio di maizena per renderlo denso. Rimettetelo sul fuoco e fatelo addensare, aggiustate di sale e pepe. Tagliate il cordoncino e slegate la carne. Con un coltello grande e affilato tagliate l’arrosto a fette dallo spessore di 5/6 mm circa, tenendola ferma con l’aiuto di un forchettone. Ponete le fette su un piatto da portata e servite l’arrosto accompagnato dalla salsa. (e la polenta!).

Ecco, questo è il classico piatto che vi giuro io inizio a pregustare che devo ancora accendere i fuochi. Non ho mai pensato se è legato a qualcosa di particolare, forse era il piatto della domenica a casa mia?! Fatto sta che mi piace, tanto. La carne tenera e saporita, cotta lentamente con il suo “puccino” che sembra fatto apposta per la polenta, ma anche puré, patate al forno. Vedete voi!  Buon pranzo a tutti!!!! Eva

Vi ricordo di passare a trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook! 😉 

62467_634667313233287_1727977421_n

1187275_634667149899970_1941954356_n

 Arrosto di maiale arrosto di maiale arrosto di maiale arrosto di maiale

Precedente Focaccia dolce cacao e pere con lievito madre Successivo Torretta di melanzane e pane

2 commenti su “Arrosto di maiale ricetta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.