Crea sito

Shortbread: i biscotti scozzesi dell’ora del tè

Gli shortbread sono classici biscotti scozzesi da gustare all’ora del té. Il nome loro nome fa riferimento alla loro caratteristica principale: la friabilità (short, infatti, è un termine in disuso che significa friabile).

Si possono preparare in tre formati: gli shortbread fingers, quelli che vi propongo io, di forma rettangolare allungata e piuttosto spessi, gli shortbread rounds, di forma rotonda simili ad altri tipi di biscotti e i petticoat tails, un grande biscotto unico circolare servito a spicchi.

Composti da soli tre ingredienti: farina, burro e zucchero, sono molto facili da cucinare e vengono davvero squisiti solo se si usano ingredienti di ottima qualità. In particolare io ho scelto la farina di grano tenero di tipo 1 del Mulino della Riviera di Dronero, ideale per la pasta frolla.

Si tratta di  una farina non raffinata. Il prodotto che esce dalla macina è grezzo, come in natura, e solo successivamente attraverso l’abburattamento viene eliminata la parte più esterna. 

Il pregio di questa setacciatura, ancora tradizionale, è di mantenere il germe del cereale all’interno della farina. Il Germe di grano è la parte vitale e più importante del chicco: ricca di grassi naturali, sali minerali, proteine e vitamine. La presenza di questa elemento rende la farina viva in tutto e per tutto anche nei nostri shortbread! 😉

Sponsorizzato da Biscotti Cavanna

shortbread
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni60 biscotti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaBritannica

Ingredienti

  • 300 gfarina per frolla + q.b.
  • 200 gburro freddo a pezzi
  • 100 gzucchero
  • 1 pizzicosale

Strumenti

  • Spianatoia o ciotola
  • Pellicola per alimenti
  • Carta forno
  • Mattarello
  • Coltello
  • Stecchino in legno per spiedini
  • Leccarda

Preparazione

  1. Pasta frolla

    Su di una spianatoia (o una ciotola), mettere la farina a fontana, il pizzico di sale, lo zucchero e il burro freddo a pezzi.

    Lavorare con le mani velocemente fino a formare un panetto. Appiattirlo leggermente, avvolgerlo nella pellicola per alimenti e lasciarlo riposare in frigo per un’ora.

    Foderare la leccarda con carta forno.

  2. shortbread

    Infarinare un po’ il piano di lavoro e con il mattarello stendere l’impasto fino ad uno spessore di 1 cm formando un rettangolo.

    Con il coltello ritagliare dei biscotti rettangolari (2 x 6 cm) e sistemarli sulla leccarda.

    Con il fondo dello stecchino (la parte non appuntita) praticare 5 o 6 forellini per lato sui biscotti (vedi foto).

    Mettere i biscotti in frigo per un’altra mezz’oretta.

    Nel frattempo preriscaldare il forno a 180°C statico.

    Infornare gli shortbread e cuocerli per circa 20/25 minuti.

    Sfornare e lasciarli raffreddare.

    Servire così oppure con marmellata, crema di nocciole o lemon curd. Non deve mancare una tazza di tè!

Vassoi e altre ricette

I bellissimi vassoi e le originali tazze da tè sono de La Boite des Surprises di Cogne che ringrazio. 🙂

Potrebbero interessarvi anche la crostata di marmellata, la crostata di mirtilli selvatici, la ciambella di crostata, i biscotti doppi con la marmellata, la crostata di cioccolata e lamponi o il crumble di fragole.

Inoltre ho scritto un tutorial su come non rovinare la forma dei biscotti di pasta frolla in cottura.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.