Panini per burger o burger buns

I panini per burger sono panini soffici dalla forma tonda, ricoperti con semi di sesamo; tipici della cucina americana da fast food ma ormai famosi e amati in tutto il mondo e venduti in pub e chioschi in ogni luogo.

La notizia bella è che si possono preparare anche a casa e, sinceramente, sono tutta un’altra cosa! 🙂 Prepararli non è poi così difficile e se seguirete la ricetta passo passo il risultato sarà perfetto.

I burger buns diventeranno fragranti e profumati, pronti per essere farciti con ciò che più vi piace: dal più classico con la svizzera di carne, pomodori, formaggio, ketchup ed insalata a quello con il pesce fino al vegetariano con il burger di zucchine o melanzane.

Con le dosi indicate potrete preparare sei maxi buns o 12 mini buns. Dipende da come li volete proporre. I primi vanno bene per un pranzo o una cena come piatto unico in famiglia, i secondi per un buffet con gli amici. Stupirete tutti perchè sono più buoni di quelli comprati… provare per credere! 😉

Panini per burger o burger buns
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6 panini maxi o 12 mini
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaAmericana

Ingredienti

  • 280 mllatte intero
  • 40 gzucchero
  • 15 glievito di birra fresco
  • 300 gfarina 00
  • 200 gfarina Manitoba
  • 20 golio extravergine d’oliva
  • 10 gsale fino
  • 1tuorlo
  • 1 cucchiaiosemi di sesamo

Strumenti

  • Ciotola
  • Frusta a mano o cucchiaio
  • Carta forno
  • Pellicola per alimenti
  • Leccarda
  • Spianatoia
  • Pennello e ciotolina
  • Piccolo contenitore alluminio
  • Gratella per dolci

Preparazione

  1. burger buns

    In una ciotola sciogliete il lievito e lo zucchero nel latte leggermente tiepido. Mescolare bene con la frusta o un cucchiaio.

    Aggiungere le farine, l’olio e il sale ed iniziare ad impastare con le mani per almeno 5 minuti, trasferendovi su un piano di lavoro infarinato. Lavorare l’impasto fino ad ottenere un panetto morbido, liscio ed omogeneo.

    Trasferire in una ciotola, coprire con pellicola trasparente e lasciare lievitare in luogo tiepido, al riparo da correnti d’aria. Aspettare fino a che non raddoppierà il volume. Ci vorranno almeno due ore.

    Attenzione: se non impastate a mano ma con la planetaria dovrete usare il gancio.

    Trascorse le due ore, foderare la leccarda con carta forno. Trasferire l’impasto lievitato sul piano di lavoro e formare 6 palline uguali (o 8 o 12 a seconda dei gusti).

    Disporle ben distanziate sulla carta forno.

    In una ciotolina, sbattere il tuorlo con un cucchiaio di latte e spennellare la parte superiore dei panini. Cospargere di semi di sesamo.

    Lasciare lievitare i buns per altre due ore coperti da pellicola trasparente o da un canovaccio inumidito.

    Preriscaldare il forno a 200°C statico, inserendo un piccolo contenitore con un po’ di acqua.

    Se vi fa piacere potete leggere come cuocere il pane e la focaccia nel forno di casa.

    Cuocere i panini per circa 20 minuti o fino a che non sono ben dorati.

    Togliere la placca del forno con prudenza e far raffreddare su una gratella.

    Tagliare a metà e farcire a piacere.

    Primo consiglio: i panini cotti si conservano in sacchetti di plastica per alimenti con chiusura ermetica per due o tre giorni in frigorifero. Prima dell’utilizzo riscaldarli in forno per far riacquistare la loro fragranza originale.

    Secondo consiglio: i buns si possono congelare già cotti. Scongelarli e scaldarli in forno prima di utlizzarli.

    Terzo consiglio: i semi di sesamo si possono sostituire con semi di papavero, zucca, girasole, ecc.

Altre ricette

Potrebbero interessarvi anche: croque monsieur e croque madame e hot dog fatti in casa.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.