Crea sito

Tracina Limone e menta

Tracina Limone e menta

Tracina Limone e menta
Tracina Limone e menta

Questi pesci sono diffusi nei bassi fondali sabbiosi di tutto il mar Mediterraneo e sulle coste atlantiche dall’Europa occidentale a nord fino all’arcipelago britannico all’Africa tropicale. Una specie vive nell’Oceano Pacifico cileno.
Le tracine presentano un corpo cilindrico ma appiattito sul ventre (sono pesci che vivono principalmente sul fondo), con testa arrotondata, bocca molto grande rivolta verso l’alto e occhi posto molto in alto sulla testa.
Le pinne pettorali sono ampie, le ventrali piccole. La lunga pinna dorsale è preceduta da una pinna formata da 5-6 raggi-spine cavi, collegati a una ghiandola velenifera. Altre spine velenifere sono poste sull’opercolo branchiale. La pinna anale è opposta e simmetrica alla dorsale. La pinna caudale è a delta. La livrea è variabile da specie a specie, anche se tutte presentano un ventre giallo-bianco, mentre il resto del corpo ha un colore di fondo bianco, giallo o beige marezzato di bruno o di nero.
Le dimensioni variano dai 15 cm di Trachinus collignoni ai 53 cm di Trachinus draco.

Ingredienti per 4 persone:

1 trascinata circa 700 gr.
1 limone
1 Habanero Orange o altro a piacere
4 foglioline di menta
sale q.b.
Olio EVO q.b.

Preparazione

L’ingrediente principale di questa ricetta non è la Tracina come potrebbe sembrare, ma sicuramente è la pazienza. La Tracina costa circa € 20 al chilo, quindi un prezzo medio, il problema è che per pulirla è necessario circa ½ ora.

Facendo molta attenzione alle spine, molto grosse che la tracina ha sul dorso (come si vede dalla foto), si pulisce il pesce, la pelle ha un disegno molto bello, se riuscite a toglierla intera la potete utilizzare per la decorazione.

Ora avete due filetti, togliere tutte le lische e tagliare la carne a cubetti, sul fondo di una ciotola mettete 1/2 habanero, sopra disponete i cubetti di tracina, salare e irrorare con il succo di un limone, coprire e riporre in frigo per almeno quattro ore

Qualche minuto prima di servire scolare la tracina, aggiungere qualche fogliolina di menta e la buccia grattugiata di un limone non trattato, disporla in un piatto aiutandovi con un coppa pasta a cerchio.

Aggiungere un filo di Olio e se volete potete decorare con la pelle del pesce.

Servire e buon appetito.

Questi pesci sono diffusi nei bassi fondali sabbiosi di tutto il mar Mediterraneo e sulle coste atlantiche dall’Europa occidentale a nord fino all’arcipelago britannico all’Africa tropicale. Una specie vive nell’Oceano Pacifico cileno.

Le tracine presentano un corpo cilindrico ma appiattito sul ventre (sono pesci che vivono principalmente sul fondo), con testa arrotondata, bocca molto grande rivolta verso l’alto e occhi posto molto in alto sulla testa.
Le pinne pettorali sono ampie, le ventrali piccole. La lunga pinna dorsale è preceduta da una pinna formata da 5-6 raggi-spine cavi, collegati a una ghiandola velenifera. Altre spine velenifere sono poste sull’opercolo branchiale. La pinna anale è opposta e simmetrica alla dorsale. La pinna caudale è a delta. La livrea è variabile da specie a specie, anche se tutte presentano un ventre giallo-bianco, mentre il resto del corpo ha un colore di fondo bianco, giallo o beige marezzato di bruno o di nero.
Le dimensioni variano dai 15 cm di Trachinus collignoni ai 53 cm di Trachinus draco.

Ingredienti per 4 persone:

una trascinata circa 700 gr.

un limone

quattro foglioline di menta

sale q.b.

OEO q.b.

L’ingrediente principale di questa ricetta non è la Tracina come potrebbe sembrare, ma sicuramente è la pazienza. La Tracina costa circa € 20 al chilo, quindi un prezzo medio, il problema è che per pulirla è necessario circa ½ ora.

Facendo molta attenzione alle spine, molto grosse che la tracina ha sul dorso (come si vede dalla foto) pelle

si pulisce il pesce, la pelle ha un disegno molto bello, se riuscite a toglierla intera la potete utilizzare per la decorazione.

Ora avete due filetti, togliere tutte le lische e tagliare la carne a cubetti, disporli  in una ciotola, salare e irrorare con il succo di un limone , coprire e riporre in frigo per almeno quattro ore

Qualche minuto prima di servire scolare la tracina, aggiungere qualche fogliolina di menta e la buccia grattuggiata di un limone non trattato, disporla in un piatto aiutandovi con un coppa pasta a cerchio.

Aggiungere un filo di OEO  e se volete potete decorare con la pelle del pesce.

Servire e buon appetito.

Se volete preparare delle ricette con pesce non perfettamente cotto, qui potete vedere cosa con viene fare per evitare problemi.
 https://blog.giallozafferano.it/peperonciniedintorni/anisakis/
calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici
DSCF3659 DSCF3663 DSCF3662 DSCF3661 DSCF3668 DSCF3667

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.