Crea sito

Frittata alle carote

La frittata alle carote si aggiunge ai mille modi di cucinare le uova.

Vero è che la frittata viene bene con ogni cosa…e da quando ho scoperto la cottura al forno che la rende più leggera e digeribile non posso fare a meno di sperimentare.

E allora siccome avevo un po’ di carote di troppo mi sono detta…proviamo a farci una frittata.

Risultato? Ottima, gustosa, dolce e colorata…un aspetto da non sottovalutare per farla mangiare anche ai bambini.

Questa poi è venuta molto soffice perché non solo ho battuto bene le uova, ma ho aggiunto due albumi montati a neve che hanno reso la Frittata alle carote simile ad un soufflè.

Allora che ne dite di vedere insieme la semplice ricetta?

Frittata alle carote

 

Frittata alle carote, dose per due persone.

  • 2 uova intere
  • 2 tuorli
  • 2 albumi
  • 200 gr di carote (ma la quantità è a vostro piacimento)
  • sale
  • pepe
  • 1 scalogno36

Fare la Frittata alle carote è molto semplice e abbastanza veloce.

Innanzitutto laviamo e sbucciamo le carote,  tagliamole a tocchetti e trasferiamole in un minipimer per grattuggiarle in maniera grossolana.

In alternativa possiamo anche tagliarle a fettine sottili e farle cuocere in padella per qualche minuto  insieme ad uno scalogno e ad un cucchiaio di olio.

In entrambi i casi il risultato non cambia…è solo per una questione visiva.

Ora separiamo i tuorli dagli albumi di due uova e montiamo quest’ultimi a neve ferma aggiungendo alcune gocce di limone.

In una terrina invece battiamo bene i due tuorli rimasti insieme a due uova intere aggiungendo un pizzico di sale e di pepe.

Uniamo ora le carote alle uova e per ultimo incorporiamo gli albumi con un movimento che deve andare dal basso verso l’alto.

Prendiamo una teglia da forno di medie dimensioni… più è grande più la frittata vine sottile, dipende dai vostri gusti.

Foderiamola con della carta da forno bagnata, strizzata e leggermente unta.

Versiamoci il composto di uova e carote e inforniamo a 180 gradi per circa 20 minuti non senza aver fatto scaldare il forno.

Una volta gonfia e dorata possiamo spegnerla e gustarla calda, tiepida ma anche fredda!!!

Non solo gustosa ma diversa!!!

Buon appetito.

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.