Crea sito

Pancarrè senza glutine per tramezzini (ricetta facile)

Dopo diversi tentativi miseramente falliti, ho trovato la ricetta giusta per ottenere un pancarrè senza glutine soffice e di ottimo sapore, con cui preparare deliziosi toast e tramezzini, o da mangiare a colazione spalmato con marmellata o con nutella. Una vera conquista per me, visto che con le ricette che avevo provato fino ad oggi ottenevo sempre un pancarrè senza glutine dalla crosta croccante e molto asciutto: se seguite attentamente tutti i passaggi, invece, vi garantisco che otterrete un pancarrè senza glutine con crosta e mollica morbida anche il giorno successivo! Il merito va sicuramente a questo blog, da cui ho preso la ricetta e che mi ha illuminato anche sul metodo di cottura. Io ho fatto qualche piccola variazione, poiché non avevo a casa la farina Farmo né lo strutto, ma il pancarrè senza glutine è venuto lo stesso buono e sofficissimo. Il vantaggio di questa ricetta è anche la sua estrema facilità: niente impasti a mano né doppia lievitazione, vi basterà impastare tutti gli ingredienti e farli lievitare direttamente nello stampo. Importantissima è la cottura, che per questo pancarrè senza glutine deve avvenire a partire dal forno freddo: in questo modo impedirete che la crosta si indurisca. Se non lo consumate subito, conservate il pancarrè senza glutine chiuso in una busta di plastica per al massimo tre giorni.

Pancarrè senza glutine per tramezzini ricetta facile il chicco di mais

Ricetta del pancarrè senza glutine

Ingredienti per un pancarrè senza glutine di 24 x 11 cm:

  • 250 g di mix B per pane Schar
  • 160 g di mix Glutafin select Revolution per pane, pizza e dolci
  • 20 g di zucchero semolato
  • 8 g di sale fino
  • 50 g di burro morbido
  • 200 g di acqua tiepida
  • 150 g di latte tiepido
  • 5 g di lievito di birra fresco oppure 2,5 g di lievito di birra secco

Procedimento (preparazione: 15 min. lievitazione: 2 ore cottura: 1 ora)

Per preparare il pancarrè senza glutine iniziate riducendo il burro a tocchetti (1) e tenendolo a temperatura ambiente finché non diventa morbido (per velocizzare, io spesso lo metto nel forno spento e con la luce accesa). Sciogliete il lievito di birra in 100 ml di acqua tiepida (2). Nella ciotola dell’impastatrice o nel cestello della macchina del pane mettete i restanti 100 ml di acqua assieme al latte, allo zucchero e alle farine, quindi unite il burro morbido (3).

Pancarrè senza glutine per tramezzini ricetta facile il chicco di mais 1

Se non avete impastatrice o macchina del pane, potete preparare il pancarrè senza glutine anche a mano, usando un cucchiaio di legno o le fruste elettriche per impasti duri. Aggiungetevi a questo punto l’acqua in cui avete fatto sciogliere il lievito di birra (4). Iniziate a impastare (5) e, quando gli ingredienti iniziano ad essere ben amalgamati, aggiungete anche il sale (6).

Pancarrè senza glutine per tramezzini ricetta facile il chicco di mais 2

Impastate per una decina di minuti, fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo (7). Rivestite con un foglio di carta da forno uno stampo da plumcake di 24X11 cm (se non ce l’avete di questa misura, consultate questo articolo per sapere come calcolare le giuste dosi in base alla misura del vostro stampo). Versatevi l’impasto, distribuendolo uniformemente su tutta la superficie (8). Coprite con un foglio di pellicola, e fatelo lievitare nel forno spento e con la luce accesa per circa 2 ore. Controllatelo di tanto in tanto e, quando notate che l’impasto è arrivato al bordo dello stampo, togliete la pellicola e continuate la lievitazione: in questo modo non rischierete che vi si appiccichi e che, nel togliere la pellicola, il pancarré senza glutine si sgonfi. Trascorse le 2 ore di lievitazione, l’impasto avrà superato il bordo (9).

Pancarrè senza glutine per tramezzini ricetta facile il chicco di mais 3

Mettetelo quindi nel forno freddo e accendetelo a 140° statico. Lasciate cuocere per 30 minuti, quindi alzate la temperatura a 170° (sempre statico) e cuocete per altri 30 minuti. Se a un certo punto della cottura notate che la superficie del pancarrè senza glutine è già molto scura (alla fine deve essere di un bel marrone biscotto), spostate la funzione del forno in modo che eroghi calore solo sotto, oppure copritelo con un foglio di carta stagnola. Trascorsa un’ora di cottura, punzecchiatelo con uno stuzzicadenti e, se l’impasto è asciutto anche dentro, spegnete il forno e fate riposare il vostro pancarrè senza glutine nel forno spento con lo sportello aperto per una decina di minuti. Quindi sfornatelo (10) e fatelo raffreddare su una gratella (11). Tagliatelo solo quando è completamente freddo. Come potete vedere, questo pancarrè senza glutine è molto soffice, sia all’interno che all’esterno (12).

Pancarrè senza glutine per tramezzini ricetta facile il chicco di mais 4

Servite il pancarrè senza glutine a colazione, oppure usatelo per preparare deliziosi tramezzini o appetitosi toast.

Pancarrè senza glutine morbido per tramezzini ricetta facile il chicco di mais

Conservazione: il modo migliore per conservare il pancarrè senza glutine è tenerlo chiuso in una busta di plastica. Poiché non contiene conservanti, però, il rischio che si formi la muffa è piuttosto alto, per cui se non lo consumate entro 2-3 giorni conviene tagliarlo a fette e surgelarlo. All’occorrenza, potrete tirare fuori dal freezer le vostre fette di pancarrè senza glutine e passarle qualche minuto in forno o nel tostapane per farle rinvenire.

Se ti è piaciuta la ricetta del pancarrè senza glutine segui il Chicco di Mais anche su Facebook, Twitter e Google+ e clicca qui per scoprire tutte le ricette di pane senza glutine!

16 Risposte a “Pancarrè senza glutine per tramezzini (ricetta facile)”

  1. si vede benissimo quant’è morbido!!tutte quelle bolle dentro….buonissimo!!ma quanto sei brava fra…..il pancarrè che si compra mica è così…..cavolo vorrei imparare anch’io a fare le cose in casa,ma sono negata uffa!!!!

    1. Beh diciamo che ho fatto di necessità virtù 😀 Però dai, questo è molto semplice alla fine, quasi come fare un plumcake 😉

    1. Purtroppo le ricette di pane e pizza senza glutine sono molto legate ai tipi di farina usati, perché ogni farina assorbe i liquidi e lievita in modo diverso. Ti direi di provare con altri mix, ma non ti assicuro la riuscita. Quale delle due non riesci a trovare?

  2. Che dire….facile fare il pane con le farine senza glutine industriali già pronte. Chissà cosa ci mettono dentro. La vera sfida é realizzarlo partendo dalle farine naturali.

    1. Ciao Fede, nei mix dietoterapici ci mettono gli ingredienti che leggi in etichetta 😉 Sarebbe bello poter utilizzare solo farine naturalmente prive di glutine per fare il pane, il problema è… che non lievitano! Dopo decine di pani duri come sassi e pesanti come palle da bowling, per la mia esperienza ti posso dire che per ottenere un pane che somigli a quello glutinoso i mix dietoterapici sono indispensabili. Tra l’altro non è poi così facile come dici neanche con queste farine, prova ne è che con le ricette stampate sulle etichette di questi mix si ottengono in genere pani per nulla soddisfacenti, spingendo me e tantissimi altri blogger a sperimentare ricette alternative.
      Tutto ciò fermo restando il fatto che se hai una ricetta di pane preparato solo con farine naturalmente prive di glutine e che sia commestibile sarei felice di provarlo 🙂

  3. Ciao! Ho fatto questo pane due volte ed è il migliore mai provato ad oggi ^_^ giusto per aaggiungere un livello di difficoltà però ora devo evitare anche il latte e derivati. Perciò niente Glutafin e latte e burro. Vorrei provare a farlo sostituendo con latte di soia margarina e magari la farina Revolution al posto della Glutafin. Ce la farò? Mah! 😉

    1. Ciao Martina, per la sostituzione della farina puoi provare la Revolution oppure anche l’amido di frumento deglutinato, che è il componente più importante della Glutafin. Per il latte e il burro vai senza problemi con latte di soia o di riso e margarina vegetale 😉 Fammi sapere!

  4. Che meravigliose ricette proverò a farle per i miei bimbi entrambi celiaci…grazie per questi consigli così preziosi…siete importanti per mamme come me……

    1. Figurati, grazie a te Erica per essere passata a visitare il mio blog. Mi fa piacere condividere quel poco che ho imparato con chi si trova per necessità a cucinare senza glutine. Se ti serve aiuto con qualche ricetta chiedi pure, qui o sulla pagina facebook 😉

    1. Sì Barbara, un’altra lettrice l’ha provato sostituendo il latte con quello di soia e il burro con la margarina vegetale ed è venuto bene. Inoltre occhio anche alle farine, la Glutafin se non sbaglio contiene lattosio, puoi sostituirla con l’Agluten 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.