Speck e prugne antipasto

Speck e prugne antipasto

Gli antipasti: a che servono? A farci guadagnare tempo! Quindi quando ad esempio, avete ospiti a pranzo e come nel mio caso decidete di servire un risotto come primo piatto, mica lo potete preparare in anticipo, che fine farà quella deliziosa cremina? Sparisce. Per evitare di servire risotto asciutto, anche se per carità resterà comunque buono, preparate l’antipasto. Poco, due bocconcini a testa. Come si dice in cucina QB (quanto basta) per stuzzicare l’appetito, senza saziarli (altrimenti poi chi mangia il primo, il secondo, otto contorni, dolce, caffè e ammazzacaffè?) e a non lasciare i vostri ospiti a bocca asciutta nell’attesa della mantecatura del riso. Io cerco sempre di fare un piccolo antipasto che sia l’inizio di un filo conduttore, ossia a tema con il resto delle portate. Lascio a voi la scelta, ma con il mio menù particolarmente trentino questi bocconcini di speck e prugne erano l’ideale. Tanto più che non mi sembrava nemmeno di aver fatto qualcosa di particolare (da noi sono molto diffusi) e invece, non li avevano mai assaggiati. Bingo! 🙂

Speck e prugne:

(Dose per 4 persone) 

  • 8 fette di speck
  • 8 prugne secche grandi

A rendere speciale questo antipasto è doveroso dire che è solo merito delle materie prime. quindi vi consiglio speck dell’Alto Adige e delle prugne secche di buona qualità. Le fette di speck dovranno essere sottili, senza esagerare altrimenti si strapperanno. Quindi quando ve lo fate tagliare al banco, tirate le orecchie al commesso, di me si ricordano sempre! Ops. 😉

Per prima cosa dovete far rinvenire le prugne. Se il pranzo o la cena sono programmati e vi viene in mente questa ricetta, io vi consiglio di lasciarle in una ciotolina d’acqua tiepida per tutta la notte. Al mattino le scolate e poi le lasciate nel colino fino al momento dell’utilizzo. Se non avete tutto questo tempo, acqua calda per almeno due ore. L’importante è che le prugne siano morbide. Assemblarli è davvero semplice: stendete una fetta di speck in verticale rispetto a voi, appoggiate una prugna e arrotolate.

PhotoGrid_1381139389988

Fate scaldare una padella antiaderente, adagiatevi i bocconcini e fateli rosolare bene su ogni lato senza aggiungere nulla, rigirandoli di tanto in tanto. Ci vorranno circa 5 minuti. Disponete i bocconcini in una ciotolina, oppure in un piatto e servite tiepidi.

E con questo jolly avrete il tempo di dedicarvi agli ultimi ritocchi del vostro primo piatto. Ah, se non ci fossero gli antipasti bisognerebbe inventarli! Eva

Vi ricordo la nostra Fanpage su Facebook, passate a trovarci! 😉

1384343_641741499192535_1868137008_n

 Speck e prugne antipasto Speck e prugne antipasto Speck e prugne antipasto Speck e prugne antipasto Speck e prugne antipasto Speck e prugne antipasto Speck e prugne antipasto Speck e prugne antipasto Speck e prugne antipasto

Precedente Biscotti di pasta frolla cacao e nocciole Successivo Vellutata di zucca e patate

9 commenti su “Speck e prugne antipasto

  1. buone, vi è un contest dolce salato con questa originale ricetta potresti partecipare, se non sai qual è passa da me la trovi nella mia pagina dei contest, un bacio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.