Pesto di pistacchi e panna

Pesto di pistacchi e panna

E poi ci sono quelle volte in cui Claudio è davvero convincente. Sarà stato perchè praticamente mi ha scritto che ancora aveva il boccone in bocca, sarà stato il suo entusiasmo, il mio amore per i pistacchi, sarà che se lo dice lui è vero. Mi ha convinta subito, con poche parole: Eva devi farlo. Tre parole, come gli ingredienti di questa ricetta, ok, dai son quattro. 😉 Velocissima e super gustosa, questo cremoso pesto di pistacchi si prepara in 5 minuti d’orologio. Se avete dei pistacchi e un tritatutto è praticamente fatta. Io ho usato della pasta fresca, fusilli, perchè a mio gusto con il pesto si amalgamano meglio, lo imprigionano per bene. Inizia la stagione dove potremmo vivere praticamente solo di frutta, verdura, gelati e bibite ghiacciate, ma davvero noi italiani alla pasta non possiamo rinunciare e quindi condimenti sfiziosi come questo diventano un jolly da giocare nelle torride giornate estive che ci attendono, eh si… il “bello” deve ancora venire. Pistacchio a noi due, mo ti pesto! 🙂

PESTO DI PISTACCHI:

  • 100 gr di pistacchi tostati (non salati)
  • 30gr di olio di semi
  • 4 gr di sale
  • 140 gr di panna fresca

Di pesto ne esce un pochettino con questa dose, niente paura, congelatelo a porzioni e quando si servirà non dovrete far altro che lasciarlo a temperatura ambiente per un paio d’ore. Naturalmente non aggiungete la panna se congelate il pesto, lo farete al momento in cui vi servirà.

Prendete i pistacchi tostati e non salati, metteteli nel bicchiere del tritatutto, aggiungete un pizzico di sale, iniziate a polverizzarli e versate a filo l’olio. 10303447_769276643105686_1822604559026154196_nDovete ottenere una pasta molto sostenuta che poi andremmo ad alleggerire con la panna. Versate la pasta di pistacchi ottenuta in una ciotola e versate la panna fresca (liquida NON cremosa), poca per volta mescolando bene con una spatola in maniera da amalgamarla bene. Regolatevi con la panna a consistenza, deve essere cremoso, non liquido, ma nemmeno scappare dalla pasta. Vi lascio una foto del pesto, sperando che renda l’idea.

Veloce, fresco e DE LI ZIO SO! Ho scritto a Claudio: hai fatto di me una donna felice con tre ingredienti! Lui se la rideva perchè già lo sapeva che il pesto di pistacchi mi sarebbe piaciuto un sacco! 🙂 Vi lascio e vi do appuntamento alla prossima, indicandovi la via per trovarci in giro, cioè sulla nostra pagina FB e nel nostro gruppo “Pasticciando con i Fables” dove ci scambiamo consigli, ricette e pasticciamo in compagnia. Eva

10462827_769276419772375_97184941557494760_n

Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi Pesto di pistacchi

Precedente Torta mascarpone fragole e champagne Successivo Limonata di ananas dissetante

13 commenti su “Pesto di pistacchi e panna

  1. mm che buono! sai che dai non usano molto i pistacchi (nè nel dolce nè nel salato) ma soprattutto inquest’ultimo…credo solo di averlo mangiato..proprio nel pesto di pistacchi e gamberetti che mi fece una mia carissima amica dell’abruzzo. Era ottimo, mi piacerebbe rifarlo e questa è un’ottima ricetta grazie e buona giornata

  2. giovanna il said:

    che buoni i pistacchi!! ed io ho la fortuna di vivere a circa 45 chilometri da Bronte la terra del pistacchio. Mi permetto di darti un consiglio anzichè congelare con la panna, prepara il pesto con il pistacchio al naturale con olio evo o semi, io preferisco il primo, mettilo nei barattolini di vetro ben puliti e sterilizzati copri con olio e tappa, così si mantiene per parecchio tempo e solo al momento della preparazione del piatto aggiungi la panna. E visto che ho l’occasione di parlarne prova a sostituire la panna con lo yogurt intero greco, poca acqua di cottura della pasta e poco prima di impiattare la scorzetta di limone grattugiata….vedrai che freschezza!!

  3. Simona il said:

    Buongiorno carissimi, sto per preparare questo pesto e vorrei sapere se lo avete provato con l’olio EVO in sostituzione di quello di semi. Grazie e a presto

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.