Liquore al mandarino fatto in casa

Liquore al mandarino

Il liquore è una bevanda ad alto tenore alcolico, preparata con acqua, alcol etilico, zucchero, che può essere aromatizzato con frutta, fiori, essenze o spezie. Naturalmente fare i liquori in casa è un passatempo divertente è un modo per recuperare antiche tradizioni e godere di un buon bicchierino di aroma forte e genuino. Uno solo però, mi raccomando non esagerate. Il segreto per un buon liquore sta sicuramente nella genuinità dei prodotti utilizzati, dovranno essere il più sano possibile, sia che li compriate o che abbiate la fortuna di coglierli nel vostro giardino dovrà trattarsi di prodotti biologici. Ho trovato dei bellissimi mandarini biologici e così mi sono messa al lavoro, che è davvero relativo e con pazienza ho aspettato il passare dei giorni, la giusta maturazione del mio liquore al mandarino. Forte, profumato, con un bel colore acceso. Vi avviso che è veramente strong, quindi servitelo in bicchieri piccoli. 😀

LIQUORE AL MANDARINO: 

(Dose per 1 litro circa) 

  • 5 mandarini BIO
  • 300 gr di zucchero 
  • 500 ml di alcol etilico a 95°
  • 200 ml di acqua

Lavate bene la buccia dei mandarini sotto l’acqua corrente. 
Procuratevi un vaso di vetro con relativo tappo (meglio se a vite).
Sbucciate i mandarini e inserite le bucce nel vaso, versateci sopra l’alcol etilico e richiudete con il tappo. 
Mettete il vaso a macerare per 2 settimane in un luogo buio, va benissimo un armadietto della cucina. 
Trascorso questo periodo scolate le scorzette, che saranno diventate bianche, mettetele in una garza pulita e strizzatele, facendo ricadere il liquido nell’alcol. 
Potete anche strizzarle poche per volta. 
Passate le due settimane procediamo a preparare lo sciroppo di zucchero semplicemente versando in una pentola l’acqua e lo zucchero e portando a bollore mescolando di tanto in tanto per far sciogliere in modo uniforme lo zucchero. Ai primi segni di ebollizione spegnete la fiamma e lasciate raffreddare.
Aggiungetelo all’alcol, mescolate bene, lasciatelo riposare 1 ora prima di filtrarlo. 
Filtrate prima con un colino e nuovamente con delle garze a maglia stretta e imbottigliatelo. 

Il grado alcoolico di questo liquore è facilmente calcolabile seguendo un formuletta che trovate facilmente in rete. Non so quanto sia attendibile ma io ve lo riporto perchè la mia esperienza di “assaggiatore di alcoolici”, ed ho una carriera di lungo corso in questo :P , lo ritiene attendibile.

(alcool in grammi x % di volume) : (alcool in grammi + sciroppo di zucchero in gr) = gradazione alcolica finale.

Pronto, per essere assaggiato, regalato, tenuto in dispensa per le occasioni. Se vi può essere utile io per filtrarlo bene bene, ho usato i filtri per il caffè tedesco, bloccati con della mollette sul contenitore. 🙂 Ci vuole pazienza a rabboccare man mano che scende nel contenitore, con i filtri così stretti ci mette ore, ma non gli serve compagnia, potete continuare a a fare le vostre cose nel frattempo, otterrete un liquore perfettamente limpido. Non mi resta che invitarvi a fare un giro sulla nostra Fanpage su Facebook e ad iscrivervi al nostro gruppo Pasticciando con i Fables… dove sarà facile avere un contatto più diretto ed immediato con noi e con tutti gli amici che ci seguono. Eva

Liquore al mandarino Liquore al mandarino Liquore al mandarino Liquore al mandarino Liquore al mandarino Liquore al mandarino Liquore al mandarino

 

 

8 thoughts on “Liquore al mandarino fatto in casa

  1. bellissima ricetta! volevo chiedere se questo liquore può essere riscaldato ‘tipo punch’.
    Grazie e sempre complimenti per TUTTO!!!

  2. Bella ricetta! Avrei solo una domanda.. dopo che è stato imbottigliato si può consumare subito o bisogna aspettare? Grazie in anticipo!

  3. Appena fatto ed assaggiato, veramente veramente strong, ma molto molto buono!!!;-)
    Giusto due domandine ine ine, le mie bucce sono uscite dure, quindi non sono riuscita a strizzarle, come mai??? Per filtrarlo ho utilizzato una garza che uso per il latte vegetale, ma è sceso senza problemi, forse doveva venire più denso???
    In ogni caso grazie per la bellissima ricetta e complimenti per tutte le altre, vi seguo da tempo e produco le vostre fette biscottate ogni settimana, oltre alle piadine, le freselle e tante altre cose buonissime!!!;-)

Rispondi