Focaccia facile con lievito madre

focaccia facile

C’era una volta l’improbabile. E’ l’unica parola che mi viene in mente pensando a questa focaccia: improbabile. Perché è stato un’esperimento in cui non credevo, di quelli che fai più per curiosità che per convinzione, e che non ti aspetti possa avere un esito positivo, ma che piuttosto sia un incombente fallimento. E invece devi ricrederti, e non solo, ma ti tocca anche di imparare qualcosa di nuovo. Questa focaccia è di una semplicità disarmante, è impossibile sbagliare qualcosa perché non c’è niente di esatto. E’ tutto quello che abbiamo sempre evitato parlando di lievitati. 🙂 Si, mi vien da ridere a pensarci. La sua caratteristica è l’alta idratazione, anzi l’altissima, cioè parliamo del 100%. L’altra caratteristica non meno rilevante, è che non si impasta. Si ok, di lievitati senza impasto ormai ce ne sono tanti in giro. Questo è oltre 🙂 non solo non si impasta, ma neanche si segue, cioè della serie “mischia tutto e scordatene”. Non ci sono passaggi intermedi da fare, impasti da piegare. Nulla di tutto ciò. Ed il risultato è oltre le aspettative. Detto francamente, non ci avrei scommesso una lira la prima volta, e infatti l’ho rifatta diverse volte per non avere dubbi che fosse stata sola una botta di c… ops, fortuna. Quindi senza indugi, vediamo come.

FOCACCIA FACILE CON LIEVITO MADRE

Dose per una teglia da 32 cm

  • 125 gr di pasta madre a 3 ore dal rinfresco
  • 500 gr di acqua
  • 1 cucchiaino di zucchero o malto d’orzo
  • 500 gr di farina 0
  • 1 cucchiaio di sale
  • 3 cucchiai di olio EVO

Per la finitura:

  • 40 gr di acqua
  • 40 gr di olio EVO
  • q.b. di sale grosso
  • q.b. di origano

In una ciotola abbastanza ampia versare tutta l’acqua, il cucchiaino di zucchero o meglio il malto d’orzo, e la pasta madre a pezzetti che andremo a sciogliere aiutandoci con i rebbi di una forchetta o con le mani. Non riusciremo a scioglierlo del tutto perché nel lievito c’è una parte insolubile per natura, che è il glutine, quindi rimarranno dei grumi di cui non dovremo preoccuparci. Sciolto il lievito versiamo nell’acqua tutta insieme la farina, meglio se setacciata. Mescoliamo con un cucchiaio di legno partendo dal centro e facendo dei cerchi di volta in volta più larghi verso il bordo della ciotola, fino a prendere tutta la farina. Aggiungiamo il sale e mescoliamo cercando di avere meno grumi possibili. Non dobbiamo preoccuparci molto, è una cosa che impiega uno o due minuti al massimo. Poi aggiungiamo l’olio e mescoliamo fino a che non sia assorbito dalla massa, che alla fine deve risultare una pastella densa. Abbiamo finito 🙂 è tutto qua. Forse ci abbiamo messo dieci minuti a farlo. Ora lasciamo riposare una mezz’ora coprendo solo la ciotola con un canovaccio. Poi oliamo per bene la teglia che useremo con abbondante olio EVO, possibilmente spennellando anche i bordi, e coliamo il nostro impasto al centro della teglia, in modo che lui si allarghi da solo. Ora copriamo con la pellicola e lasciamo a temperatura ambiente per circa 8/10 ore. Ovviamente parlo di temperature ambiente di questo periodo, cioè quando in casa io non ho meno di 27°C. Con temperature invernali concediamo un margine maggiore. Se posso dare un consiglio, anche se non è indispensabile: cercate di evitare di far andare la pellicola a diretto contatto con l’impasto, essendo molle quando poi andremo a scoprire risulterà difficoltoso. Se potete, usate quelle strisce di cartone come per le torte, o coprite la teglia con un coperchio e poi con la pellicola. Se non riuscite in questo accorgimento, pace, la focaccia vi verrà lo stesso.

griglia

Durante la lievitazione, questo impasto così diverso dai nostri soliti impasti, sorprendentemente crescerà e fare tante bolle, fino a riempire per i 2/3 la vostra teglia. Ora con la cottura non faremo altro che in termine tecnico “gelatinizzare gli amidi” e intrappolare tutte queste bolle che diventeranno l’alveolatura della nostra focaccia facile. Quindi accendiamo il forno a 200°C possibilmente ventilato, e prepariamo l’emulsione mischiando l’acqua e l’olio EVO necessarie per la finitura. Rimuoviamo la pellicola senza “sbattere” troppo la teglia, versiamo sulla superficie aiutandoci con un cucchiaio l’emulsione, e spargiamo senza esagerare di sale grosso e origano a piacimento. A forno caldo inforniamo. Ci vogliono circa 20/25 minuti con forno ventilato, e circa 30/35 con forno statico. E’ cotta quando ha in superficie un bel colorito ambrato. Cerchiamo di fare gli ultimi 10 minuti di cottura con la porta del forno a spiraglio, ponendo nella chiusura un cucchiaino per smaltire quanta più umidità possibile. Non crescerà molto in cottura, poiché non è un impasto incordato che si gonfia. E farà delle belle crepe in superficie. Quando sfornate, cercate di levarla appena è possibile dalla teglia e di servirla calda.

Questa focaccia buona da sola farcita di salumi o verdure magari grigliate, può essere usata anche al posto del pane come accompagnamento a tutto pasto. Io la sto facendo spessissimo impastando la sera tardi prima di andare a letto verso mezzanotte o l’una (e si, sono nottambulo), e cuocendo la mattina dopo per servirla a pranzo. Ha la caratteristica di essere molto croccante fuori e morbida dentro, e di stupire quando la assaporiamo per la facilità della sua preparazione. Quindi non mi resta che dirvi di provarla, e di amarla come la sto amando io. Sperando che possiate per sempre vivere felici e contenti, vi do appuntamento alla prossima, Claudio.

E non dimenticate di seguirci sulla nostra Fan Page su Facebook! 😉

Blog_IMG_4959

Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile Focaccia facile

 

 

48 thoughts on “Focaccia facile con lievito madre

  1. ieri per la prima volta mi sono cimentata a lavorare la pasta madre e ho provato la ricetta della focaccia….tutto come nelle foto e il sapore proprio buono…unico inconveniente?è rimasta attaccata alla teglia nonostante l’olio abbondante……come mai?

    • perché l’olio é meno denso dell’acqua ed ha tendenza a “risalire” durante la fase di lievitazione. Bisognerebbe provare la stessa ricetta con la carta forno

  2. stasera verso mezzanotte mi ci metto anch’io.
    stasera fatta la mia prima pizza eva, straordinaria al primo colpo, e mò non vi mollo più. GRAZIE!!!!!!

  3. Ciao!!!
    Innanzitutto siete fantastici e vi adoro!!!!
    Ho appena provato a fare questa focaccia semplice e ho riscontrato 2 “anomalie” : con forno ventilato a 200 gradi son servito 40 minuti di cottura e a me è venuta molto alta anche se ho usato una teglia di 32 cm

    Grazie,
    un abbraccio

    Ilaria

    • Grazie per i complimenti, ma non ho capito “le anomalie”. Dopo 40 minuti era cotta o ancora cruda? E il fatto che ti venga alta non ti piace o è un grave difetto?

      • Dopo 40 minuti era cotta. A me lievita molto e quindi in fase di cottura resta alta e non sottile come la tua, ma non è affatto un difetto,anzi…. ho usato le virgolette per la parola anomalie proprio perchè non sono difetti,solo differenze….questa ricetta è fantastica!!!!

  4. Ciao!!
    Ho fatto questa focaccia ed è venuto veramente buona, volevo ringraziarvi!!!
    Quella rimasta dopo 1 giorno l’ho messa in frigo perché fuori mi sembrava che patisse, voi come la conservate?

    Volevo chiedervi anche se tra le varie focacce che avete provato qual’è per voi quella che si conserva meglio perchè devo farne diverse per un pranzo e vorrei cuocerle alcune il giorno prima.

    Grazie!!!

  5. help!! buongiorno, ho fatto questa ricetta la prima volta con parte di manitoba e cottura in forno statico ed è venuta buonissima, questa volta ho fatto tutto farina 0 con forno ventilato ed il risultato .. brutto sopra, come se fosse cruda … cosa ho sbagliato?

  6. ciao! penso di essere l’unica alla quale non è riuscita questa focaccia 🙁 al di là che dentro è più compatta, con meno alveolature della tua foto ma nonostante l’ho fatta cuocere davvero tantissimo in più dentro mi è rimasta non dico cruda ma quasi 🙁 però ho dovuto usare esclusivamente farina 00 per una questione di allergia e una teglia da 28 cm, non avendone una più grande….dici che è per questi motivi che non è riuscita? grazie 🙁

    • A me piace tutto anche freddo, la pizza ad esempio è la mia colazione preferita se avanza dalla sera precedente. Quindi non so se faccio testo.. 😀

  7. grazie,tendenzialmente anche a me piace tutto freddo quindi vado tranquilla! Ti chiedo un consiglio sulle tempistiche.Domani riusciro a fare rinfresco+impasto+stesura per finire verso le 17 perchè poi non sarò a casa.Vorrei cuocerla domenica mattina per averla pronta per le 10, secondo te, lasciata nella stanza più fresca (17° circa) può andare o rischio che mi passi di lievitazione?oppure è meglio metterla in frigo e magari tirarla fuori verso le 23 prima di andare a letto?grazie

    • Scusa il ritardo nella risposta innanzitutto. Devi considerare questa focaccia molto delicata, perchè non ha struttura visto che non impasti ma mischi solo gli ingredienti, quindi se non vuoi rischiare, falla così come è riportato nella ricetta, cioè senza passaggi intermedi…

  8. fatto fatto, proprio per non rischiare l’ho cotta alle 23 quando siamo rientrati in casa e in effetti è andato tutto bene!Sicuramente questi preziosi consigli mi serviranno anche in futuro! l’abbiamo mangiata il giorno dopo sia fredda che leggermente scaldata ed era ottima, solo la prossima volta metterò un po’ meno olio nella teglia!grazieeeee

  9. Salve! Ho seguito questa ricetta per la mia prima esperienza con la pasta madre, dopo il primo rinfresco.
    Il risultato per quanto riguarda lievitazione e cottura è stato buono. Unica pecca il sapore piuttosto acidulo. Vista la mia inesperienza,mi chiedo se ho sbagliato qualcosa nella preparazione o può essere colpa della pasta madre di partenza?

    • Ciao, il sapore acidulo non è mai colpa della ricetta, ma dello stato di salute del lievito, o perchè siamo andati oltre lievitazione…

  10. Ciao, ho provato a fare questa focaccia ma è uscita molto acida. dove avrò sbagliato?nello stesso giorno ho fatto anche i vostri panini per hamburger e quelli sono usciti squisiti boh non capisco cosa ho sbagliato!! aiutatemi!

    • Ti è andata oltre lievitazione, le ore che diamo noi di lievitazione sono sempre da considerare indicative. Ogni casa ha una temperatura diversa, quindi ci si regola a volumi. 🙂

  11. Fatta ieri fantastica… Finalmente una focaccia che è venuta come volevo io…alta croccante fuori morbida dentro e assolutamente ben alveolata anche se l’ho fatta con esubero xD stupenda!! Grazie davvero per averla condivisa 😉

  12. Che bella!! Vorrei tantioprovarla a colpo sicuro (o quasi)….ma con ldb….:/ é una bestemmia!? Non sono stata una brava pasta madrina purtroppo…..nel caso quanto ldb potrei usare? 2/3gr? Grazie :))

    • Ciao Flora, devi fare la conversione classica: dose di solida diviso tre. Due parti di licoli e una di farina da aggiungere all’impasto. 😉

  13. bello il vostro blog…io inizio ora con il LM e mi piace molto la semplicità con cui vi approcciate alle ricette…mi sa che ci vedremo spesso!!! intanto mi stampo la ricetta di questa focaccia e la provo!! Grazie!!! 😉

  14. L’ho fatta, purtroppo mi si e’ completamente attaccata alla teglia. La prossima volta mettero’ la carta forno…. che tristezza…

  15. L’ho fatta già 3 volte e stasera la rifaccio per la 4 volta. Ma perché è troppo buona e facilissima da fare complimenti a voi ……..mitici

    • Bhe credo proprio che la leccarda del forno non sia indicata, prova ad usare una teglia delle giuste dimensioni…

Rispondi