Ravioli taleggio e pere, golosa ricetta di primo

I ravioli taleggio e pere sono un primo piatto elegante e gustosissimo: “al contadino non far sapere quanto è buono il cacio con le pere” è noto, e la presenza delle nocciole aggiunge una gradevole nota croccante.

La prima volta ho preparato i ravioli taleggio e pere per caso: per il pranzo di domenica avevo programmato i classici ravioli con ricotta e spinaci ma, mentre mi accingevo a preparare il ripieno, lo sguardo mi è caduto su due pere rimaste tristi e sole nella fruttiera…il ricordo di un piatto mangiato tanti anni prima in un ristorante dalle parti di Brescia e una rapida verifica tra i formaggi nel frigo hanno così deciso il cambio del mio menu e devo dire che ne è veramente valsa la pena! 🙂 

Ravioli taleggio e pere

Ravioli taleggio e pere, golosa ricetta di primo

Ingredienti per 6 persone

Per la sfoglia

  • farina 00, 350 grammi
  • farina di semola, 150 grammi
  • uova, 5 (grandi)
  • olio extravergine di oliva, 1 cucchiaio scarso
  • farina per la spianatoia q.b.

Per il ripieno

  • ricotta, 250 grammi
  • taleggio,  250 grammi
  • parmigiano o grana padano, 40 grammi
  • pere, 2 piccole
  • sale e pepe q.b.

Per condire i ravioli

  • burro q.b.
  • parmigiano o grana padano grattugiato q.b.
  • maggiorana, qualche fogliolina
  • nocciole, 80 grammi

Preparazione

Sulla spianatoia mettere la farina a fontana e fare una buca al centro: rompervi tre uova intere e con l’aiuto di una forchetta muoverle come se si stesse facendo una frittata, incorporando dai bordi piano piano la farina; si formerà in tal modo una specie di pastella di uova e farina.

A questo punto allargare ancora la buca facendo spazio per altre due uova ed unirle all’impasto insieme all’olio, raccogliendo via via con la forchetta tutta la farina intorno.

Cominciare a lavorare l’impasto con le mani ed impastare fino ad ottenere un composto morbido, liscio ed omogeneo. Naturalmente tutta la preparazione della sfoglia viene ottimamente anche nell’impastatrice  😉 

Avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare una mezz’ora.

Intanto preparare il ripieno: sbucciare le pere e tagliarle a cubetti, lavorare bene la ricotta con il taleggio e il parmigiano, regolare di sale (poco) e pepe e aggiungere le pere.

Riprendere la pasta e con il mattarello o la macchinetta apposita stenderla in una sfoglia sottile. Distribuire su una striscia di sfoglia mucchietti di ripieno ben distanziati fra loro, coprire con un’altra striscia e tagliare con la forma che si preferisce.

Fare pressione con le dita intorno al ripieno per fare uscire tutta l’aria dal raviolo, poi sigillare bene i bordi.

Ravioli taleggio e pere appena sigillati
                                       Ravioli taleggio e pere appena sigillati

Lessare i ravioli taleggio e pere in abbondante acqua bollente salata, metterli nel piatto da portata e condirli con burro fuso e con qualche fogliolina di maggiorana.

Spolverizzare con il parmigiano grattugiato e le nocciole tritate e servire subito in tavola. 

Nota

Quando preparo la sfoglia ne faccio sempre una quantità leggermente maggiore, così ho in seguito la possibilità di tagliare quella avanzata in maltagliati o tagliatelle 🙂 .

Se questa ricetta ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook e Pinterest!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.