Zucchine trombetta passate in padella

Le zucchine trombetta passate in padella sono un contorno saporito, ideale in estate per accompagnare secondi piatti a base di carne, pesce, uova e formaggi. Io le adoro anche per condire la pasta o per romperci un uovo… 😉

Sono veramente deliziose e si possono servire sia calde che a temperatura ambiente. Se non le conoscete dovete assolutamente provarle!

La zucchina trombetta d’Albenga è una varietà di zucca tipica della Liguria. Il suo nome deriva dalla caratteristica forma attorcigliata e rigonfiata alle estremità. Un’eccellenza del territorio insieme ad altri tre ortaggi stupendi come il carciofo spinoso, l’asparago violetto e il pomodoro cuore di bue. Quattro prodotti di cui noi liguri andiamo estremamente fieri. 

La raccolta delle zucchine trombetta va dai primi di giugno fino a ottobre. Dopo la raccolta, i frutti possono essere consumati freschi entro pochi giorni oppure si possono conservare in un luogo asciutto per più tempo fino a che non diventano color rame. C’è ancora una terza possibilità: far crescere il frutto attaccato alla pianta e raccoglierlo quando è grande come una normale zucca.

Io trovo la qualità di questa varietà di zucchina straordinaria per la polpa compatta e quasi priva di semi concentrati solo nel rigonfiamento finale. Il loro gusto delicato le rende un ingrediente che si adatta a mille ricette. Oggi le proviamo così… semplici semplici passate in padella! 😉

Zucchine trombette passate in padella
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

  • 500 gzucchine trombetta
  • 2cipollotti freschi
  • 30 mlolio extravergine d’oliva
  • q.b.sale e pepe
  • q.b.prezzemolo tritato

Strumenti

  • Padella – antiaderente
  • Cucchiaio di legno
  • Coltello
  • Tagliere

Preparazione

  1. Zucchine trombette passate in padella

    Lavare e tritare a coltello le foglie di prezzemolo. Tenere da parte.

    Lavare le zucchine, cimarle, asciugarle e tagliarle a tocchetti.

    In una padella, mettere i cipollotti a fettine e l’olio evo. Rosolare qualche minuto poi aggiungere le zucchine.

    Far cuocere per circa 15 minuti o fino a che i tocchetti non sono appassiti e dorati. Mescolare di tanto in tanto con il cucchiaio di legno.

    Regolare di sale e pepe.

    Spegnere il fuoco e poi unire il prezzemolo tritato.

    Servire calde o a temperatura ambiente come contorno (vedi varianti nelle note).

Consigli e altre ricette

Questa ricetta si presta a diverse varianti. Provate a sostituire la cipolla con lo scalogno, il prezzemolo con il basilico o con il timo. Oppure aggiungete qualche pinolo o olive snocciolate. Io questa sera ci ho rotto delle uova fresche. Squisite! Ma vanno bene anche per condire una pasta….

Potrebbero interessarvi anche altre ricette come le zucchine trombetta trifolate, i brichetti di zucchine fritti, le zucchine con le uova, le bietole saltate in padella alla orientale, i fagiolini speziati con pinoli tostati, la catalogna saltata in padella, i finocchi alla orientale, le bietoline rosse saltate.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.