Crea sito

Uvetta e albicocche secche sotto grappa

Uvetta e albicocche secche sotto grappa sono una vera e propria “coccola” del dopo cena, quando arriva l’ora del relax sul divano con un buon libro o davanti alla televisione.

In realtà, le ho sempre acquistate già pronte ma da quando ho scoperto questa ricetta ho deciso di prepararle in casa sia per noi che come regalo per gli amici da abbinare a qualche vasetto di confettura di melagrana.

Bisogna solo ricordare che una volta preparata, la frutta deve macerare per circa 40 giorni prima di essere consumata.

Questi vasetti sono semplici da confezionare ma è fondamentale partire da ingredienti di buona qualità. Meglio mangiarne un po’ meno piuttosto che risparmiare sulla materia prima.

Ho scelto per questo motivo uvetta cilena, albicocche secche ma morbide e un’ottima grappa di dolcetto.

Per rendere i vasetti più carini ho acquistato etichette colorate con spago abbinato.

L’etichetta è molto importante per le conserve perché permette di indicare la data di preparazione e il contenuto. E poi rende la dispensa più bella da vedere… e per me anche questo aspetto è molto importante. E per voi?

Uvetta a albiccocche sotto grappa
  • DifficoltàBassa
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo40 Giorni
  • Porzioni10 vasetti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 750 mlGrappa di buona qualità
  • 300 gZucchero
  • 150 mlAcqua
  • 1 kgAlbicocche
  • 1 kgUvetta cilena

Strumenti

  • 10 Vasetti 300 ml
  • Cucchiaio di legno
  • Mestolo
  • Pentola grande

Preparazione

  1. Uvetta e albicocche

    Preparare lo sciroppo.

    Nella pentola, mettere a bollire l’acqua con lo zucchero mescolando. Lasciare bollire per un minuto poi spegnere e raffreddare. Quando lo sciroppo sarà freddo, unirlo alla grappa. Mescolare.

    Nel frattempo sperilizzare i vasetti.

    Sistemare le albicocche in alcuni vasetti e l’uvetta negli altri, stando attenti a riempirli per due terzi o poco più. E’ molto importante che la frutta rimanga totalmente coperta dal liquido. Potete anche fare dei vasetti con entrambi i frutti, dipende dai vostri gusti.

    Con il mestolo versare il liquido grappa-sciroppo fino a coprire completamente la frutta secca.
    Chiudere con i tappi ed etichettare con cura.

    Lasciare a macerare la frutta per circa 40 giorni prima di consumare.

Conservazione

La preparazione domestica delle conserve alimentari è un’abitudine molto diffusa nel nostro Paese. Purtroppo, però, alcuni errori nella preparazione possono portare rischi per la nostra salute. Ecco un documento del Ministero della Salute che illustra la regole base per una buona conservazione.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su YouTube, su Facebook, su Instagram, su Pinterestsu Twitter e su Telegram.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.