Crea sito

Scaloppine di orata agli agrumi

Le scaloppine di orata agli agrumi sono un piatto a base di pesce ghiotto, sfizioso e, nello stesso tempo, facilissimo da preparare anche per chi non è tanto esperto in cucina ma voglia comunque cimentarsi nella cottura del pesce.

Questa ricetta nasce in collaborazione con lAssociazione Piscicoltori Italiani (API) che annovera oltre 300 imprese di allevamento di pesce in Italia e ha come scopo la tutela, lo sviluppo ed il consolidamento di tutte le attività di allevamento ittico sia in acque interne che in acque marine e salmastre.

L’orata è un pesce di mare che può essere allevato in impianti sia a terra che in mare aperto. In natura è diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo. Gli antichi greci la descrivevano come un pesce veloce caratterizzato dalle sopracciglia “dorate”, a cui deve sicuramente il suo nome. 


Orata

Pregiata per le sue ottime e tenere carni bianche, sode e gustose, è molto apprezzata in cucina. Contiene molte vitamine, proteine e soprattutto sali minerali, utili all’organismo umano. Da non trascurare il fatto che, come gran parte dei pesci, è ricca di omega 3, acidi grassi, che aiutano a mantenere in buona salute le cellule.

Essendo una specie molto richiesta sul mercato, la pesca intensiva ha effetti negativi sugli stock presenti in mare. L’acquacoltura rappresenta, invece, una potenziale soluzione in grado di combinare la sempre minor disponibilità di pesce selvatico con il continuo aumento della domanda globale di prodotti ittici.

Questa volta vi propongo di prepararla come fossero delle scaloppine di carne. Vi consiglio di farvi sfilettare il pesce fresco dal pescivendolo di fiducia, in modo da semplificarvi la vita. Per renderle davvero sfiziose le aromatizziamo agli agrumi . Corriamo subito in cucina!

Scaloppine di orata agli agrumi
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2orate sfilettate (circa 720 g peso netto)
  • 1 spicchioaglio
  • 30 mlolio extravergine d’oliva
  • 1limone biologico
  • Mezzaarancia
  • q.b.farina di riso
  • q.b.sale e pepe
  • 80 ginsalata misticanza

Strumenti

  • Padella – antiaderente (grande)
  • Cucchiaio di legno
  • Spremiagrumi
  • Coltello
  • Grattugia
  • Carta assorbente
  • Piatto fondo

Preparazione

  1. Scaloppine di orata agli agrumi

    Asciugare con carta assorbente i filetti di orata.

    Mettere un po’ di olio evo in una padella con lo spicchio di aglio.

    In un piatto fondo mettere la farina di riso (se non l’avete va bene anche quella normale) e infarinare i filetti. Adagiare i filetti infarinati nella padella unta.

    A parte, grattugiare il limone e spremerne mezzo. Spremere anche la mezza arancia.

    Tagliare qualche fettina del limone rimasto per la guarnizione. Tenere da parte sia il succo che le fettine.

    Mettere su fuoco dolce la padella capiente con i filetti, appoggiandoli dalla parte della pelle, se ce l’hanno.

    Lasciar cuocere i filetti di orata per 3/4 minuti in modo che siano ben dorati, poi girarli dall’altra parte e proseguire la cottura per altri 3 minuti anche dall’altro lato.

    Aggiungere la scorza di limone grattugiata e il succo degli agrumi e aggiustare di sale e pepe. Lasciar evaporare 3 minuti e spegnere il fuoco.

    Nei piatti da portata, creare un letto di insalatina misticanza condita con un filo di olio e poco sale.

    Servire i filetti di orata agli agrumi assieme all’insalata e qualche fettina di limone. Buon appetito!

Altre ricette

Al posto dell’orata, potete utilizzare anche il branzino, la trota, il salmerino.

Potrebbero interessarvi anche l’orata al cartoccio in padella, il branzino con salsa al basilico, l’orata al forno alla ligure, la tartare di orata con le albicocche, l’orata in crosta di zucchine, il branzino al forno, il branzino al sale con erbe aromatiche.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter   e Telegram.

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.