Crea sito

Risotto al mandarino

Il risotto al mandarino è un primo piatto stagionale, molto delicato e dal sapore particolare. E’ adatto per chi vuole stupire gli ospiti con una ricetta originale, un po’ diversa dal solito.

Il mandarino è un agrume autunnale e invernale (io ho usato quello tardivo), ricco di vitamine e sali minerali che donano al nostro organismo numerosi benefici per la salute.

Alcuni studi hanno dimostrato che gli oli estratti dalla pianta di mandarino aiutano a contrastare il dolore, l’ansia e la nausea. Inoltre per la presenza di Vitamina C, questo frutto aumenta le difese immunitarie.

Secondo uno studio pubblicato nel 2006 sul Journal of Food Composition and Analysis, i mandarini hanno un livello di esperidina più alto rispetto agli altri agrumi. Questo composto lavora in sinergia con la vitamina C e favorisce la produzione di collagene, una sostanza molto importante per il sostegno strutturale della pelle, contrastandone l’invecchiamento.

Anche la buccia, che contiene il limonene , ha proprietà proprietà antiossidanti; usarla quindi è una buona pratica ma ovviamente solo quando si è sicuri che non sia stata trattata con sostanze chimiche.

Nella mia ricetta la useremo. Sono sicura che il gusto più delicato e dolce rispetto a quello dell’arancia vi piacerà in abbinamento a questo particolare risotto.

Fatemi sapere!

Risotto al mandarino
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gRiso Carnaroli (o altro per risotti)
  • 1Cipollotto fresco
  • q.b.Olio EVO
  • 5Mandarini (il succo più la scorza di uno)
  • 500 mlBrodo vegetale (vedi note)
  • 60 gParmigiano grattugiato
  • 1 bicchierinoVino bianco

Strumenti

  • Coltello
  • Grattugia
  • Spremiagrumi
  • Risottiera
  • Cucchiaio di legno
  • Pentola
  • Mestolo

Preparazione

  1. Risotto al mandarino

    Gratuggiare la buccia di un mandarino.

    Spremere i 5 mandarini e mettere da parte.

    Scaldare il brodo in una pentola. Pulire il cipollotto, tagliare a fettine sottili e rosolare nella risottiera con un filo d’olio.

    Aggiungere il riso e farlo tostare un minuto mescolando con il cucchiaio di legno.

    Sfumarlo con il vino e fare evaporare l’alcool a fiamma medio-alta. Iniziare a bagnare con il brodo bollente, usando il mestolo. Abbassare il fuoco. Continuare la cottura, aggiungendo se occorre altro brodo caldo.

    Cuocere per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto, facendo assorbire il liquido. A questo punto, invece del brodo, versare il succo di mandarino. Mettere anche la buccia gratuggiata. Lasciar cuocere, mescolando, per altri 4 minuti per far assorbire il liquido.

    Mantecare con il parmigiano e spegnere il fuoco. Aggiustare di sale, dopo aver assaggiato. Ricordate che i grandi cuochi assaggiano sempre! Servire caldo.

Brodo vegetale

Per preparare un buon brodo vegetale, sbucciare la cipolla, eliminare le foglie al sedano e spellare ed eliminare le estremità alla carota. Lavare bene gli ortaggi, coprire con un litro di acqua e bollire per un’ora a fuoco lento. Condire con sale grosso, filtrare e utilizzare.

Se vi va date anche un’occhiata al mio articolo 10 regole per un buon risotto.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.