Crea sito

Ragù di carne alla bolognese

Il ragù di carne alla bolognese è uno sughi più tipici della buona cucina italiana, conosciuto in tutto il mondo per condire pasta secca e fresca, come rigatoni, tagliatelle e lasagne.

Non è facile trovare una ricetta originale. Io vi propongo la mia che ho messo a punto leggendo diversi ricettari di cucina, anche quelli più antichi delle nostre nonne.

I bolognesi mi perdoneranno se non è perfetto ma vi assicuro che il risultato è proprio buono. Lo preparo spesso, soprattutto da lasciare in frigo per i miei uomini quando non sono a pranzo a casa.

Loro buttano la pasta e la condiscono con il ragù. Il piatto è sostanzioso e basta solo un contorno per finire il pranzo.

Fatemi sapere come lo preparate voi e se vi è piaciuta la mia ricetta.

Ragù alla bolognese
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 100 gPancetta o prosciutto crudo a cubetti
  • 80 gSedano
  • 80 gCarota
  • 1Cipolla
  • 25 mlOlio EVO
  • 25 gBurro
  • 400 gCarne trita mista (manzo e maiale)
  • 70 mlVino rosso
  • 300 gPassata di pomodoro
  • 100 mlBrodo di carne o latte
  • 1 fogliaAlloro
  • q.b.Sale
  • 1 cucchiaioConcentrato di pomodoro

Strumenti

  • Casseruola
  • Tritatutto
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Ragù di carne alla bolognese

    Pulire le verdure, togliere la pelle a cipolla e carota e i filamenti al sedano. Lavarle con cura sotto acqua corrente.

    Tritarle finemente e metterle nella casseruola. Tritare la pancetta (o il prosciutto crudo) e aggiungere al trito precedente.

    Far soffriggere con olio EVO e burro.

    Dopo qualche minuto, aggiungere la carne e farla rosolare mescolando con il cucchiaio di legno.

    Sfumare con il vino rosso.

    Sciogliere il concentrato di pomodoro in poco brodo, unirlo alla carne e mescolare bene.

    Aggiungere sale, pepe, la foglia di alloro, la passata di pomodoro e un pò di brodo (o acqua).

    Mescolare bene e lasciare cuocere il ragù per almeno due ore a fuoco molto lento, aggiungendo, gradualmente il brodo residuo oppure un po’ di latte.

    Il ragù si conserva in frigo per qualche giorno oppure si può surgelare in vasetti di vetro.

    E’ adatto per condire pasta fresca o secca e per le famose lasagne al forno unito alla besciamella.

Altre ricette

Potrebbero interessarvi anche la torta di rigatoni al ragù di salsiccia, la pasta al ragù bianco e piselli, il ragù di lenticchie e le lasagne alla bolognese.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su YouTube, Facebook, Instagram, Pinterest, Twitter e Telegram.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.