Croque madame di casa nostra

Il  croque madame di casa nostra, realizzato con il Fontaveto, è un delizioso sandwich francese, paragonabile al toast ma cento volte più sfizioso.

Molto spesso lo preparo per cena, accompagnato da una bella insalata e un boccale di birra. In me suscita bellissimi ricordi dei miei anni trascorsi tra la Francia e il Belgio. Lo prendevo spesso per uno spuntino veloce nelle loro tipiche brasserie.

Per la ricetta, molto semplice, occorre del pane in cassetta dal retrogusto dolce (come quello che in Francia chiamano pain de mie) oppure del classico pane a fette di grano duro. Altri ingredienti fondamentali sono il prosciutto cotto che deve essere di ottima qualità e l’uovo freschissimo!

Ma protagonista di questo sandwich è il formaggio ed è proprio qui che sta la novità della mia ricetta casalinga rispetto a quella francese che in genere usa l’emmenthal. Ho provato ad utilizzare il Fontaveto, prodotto dal Caseificio Val d’Aveto e il risultato è stato sorprendente.

Riscoperta del classico Fontal nazionale a pasta morbida, dolce e delicata, di color giallo paglierino. Fontaveto è un formaggio da tavola ideale da consumare come secondo piatto o usato come ingrediente per molte preparazioni, grazie alla sua facilità a fondere e al suo sapore particolarmente delicato. Nel croque madame dà davvero quel tocco in più! Provare per credere…

Sponsorizzato da Caseificio Val d’Aveto

croque madame
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaFrancese

Ingredienti

  • 8 fettePane in cassetta o pancarrè
  • 4 fetteprosciutto cotto
  • 4uova
  • 100 gformaggio fontaveto
  • 50 gburro
  • q.b.sale

Strumenti

  • 2 Padelle e 1 coperchio
  • Grattugia a fori larghi
  • Coltello
  • Coppapasta rotondi (facoltativi)
  • Pentolino
  • Pennello
  • Spatola

Preparazione

Date un’occhiaia anche alla videoricetta.
  1. Croque madame

    Grattugiare il Fontaveto (o un formaggio a pasta morbida) in una grattugia dai fori larghi.

    Preparare le fette di prosciutto cotto e il pancarrè su un piano di lavoro.

    Poi sciogliere 15 g di burro in un pentolino (o in un bicchiere al microonde) a fuoco bassissimo e spennellare ciascuna fetta di pancarrè solo da un lato.

    Su 4 di esse e dal lato non imburrato, disporre il prosciutto e il formaggio poi chiudere i sandwiches con le altre fette, rivolgendo la parte imburrata verso l’esterno.

    In una padella, rosolare i toast su entrambi i lati in 25 g di burro. Farli dorare da entrambi i lati per alcuni minuti.

    A parte friggere le uova nel poco burro rimasto e salare.

    Attenzione: perchè le uova fritte rimangano rotonde e a occhio di bue porre sulla padella dei coppapasta di 10 cm di diametro e rompervi dentro le uova, salare leggermente e coprire con il coperchio per cuocerli all’occhio di bue.

    Con l’aiuto di una spatola trasferire le uova sui croque madame. Servire caldi.

Varianti e altre ricette

Se volete un gusto più deciso potete utilizzare anche il San Stè ®, il formaggio saporito e stagionato tipico della Val d’Aveto prodotto con latte crudo intero. 

Potrebbero interessarvi anche croque monsieur e croque madame, hot dog fatti in casa, buns per hamburger, le focaccette al formaggio, crostini con patè di fegatini e la pizza in padella.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.