Crea sito

Crema di liquore all’arancia

La crema di liquore all’arancia è una vera e propria coccola home-made, ottima da degustare sul divano mentre si legge un buon libro o si guarda un film oppure da condividere con gli amici e i propri cari a fine cena.

Ognuno di noi ha bevuto, almeno una volta, un limoncello o un liquore al caffè preparato artigianalmente e ha subito pensato a quanto fosse buono, chiedendosi se sarebbe stato capace di prepararlo uguale con le sue mani.

In realtà è facilissimo: basta usare un’ottima materia prima (nel nostro caso arance biologiche, zucchero e latte) e  un alcol puro che faccia risaltare le sostanze aromatizzanti, essenza del liquore stesso. 

Il gusto di questa crema di liquore è dolce e agrumato e la consistenza è così cremosa che conquista tutti, in particolare gli amanti dell’arancia, come me. Una graziosa bottiglietta di questa crema non deve mai mancare in frigorifero: è un modo per volersi bene!

Crema di liquore all'arancia
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo33 Giorni
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzionicirca 2 bottiglie da mezzo litro
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2arance biologiche intere
  • 500 galcol per liquori (95%)
  • 500 glatte intero
  • 400 gzucchero

Strumenti

  • Coltello
  • Ciotola in vetro e pellicola trasparente
  • Pentola
  • Mestolo
  • Imbuto
  • Cucchiaio di legno
  • Colino
  • 2 Bottiglie di vetro (da 500 ml ca)

Preparazione

  1. Crema di liquore all'arancia

    Tagliare le arance, con la scorza, in 4 spicchi e metterle a macerare nell’alcol in una ciotola per tre giorni. Coprire con pellicola trasparente.

    Trascorso questo tempo, far sobbollire il latte con lo zucchero, mescolando, per 30 minuti. Mi raccomando a fuoco basso!

    Poi spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.

    Unire l’alcol filtrato e amalgamare bene. Trasferire nelle bottiglie di vetro, chiuderle e lasciar riposare in frigo per almeno un mese prima di consumare. Servire la crema di liquore fredda.

    Attenzione: durante questi trenta giorni io scuoto la bottiglia per far amalgamare e stabilizzare gli ingredienti che potrebbero, soprattutto i primi giorni, tendere a separarsi.

Altre ricette

Se siete interessati ai liquori fatti in casa, potrebbero interessarvi: limoncelloliquore di erba luisa, fragolinoliquore al caffè, o alla melagrana. Oppure l’uvetta e le albicocche secche sotto grappa.

E se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTubeFacebookInstagramPinterestTwitter Telegram.

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.