Crema di lenticchie aromatizzata

La crema di lenticchie aromatizzata è una zuppa molto gustosa, nutriente e facilissima da preparare. A noi piace gustarla per cena con qualche crostino di pane oppure semplicemente con un filo di olio al rosmarino o al peperoncino.

Per prepararla ho utilizzato le lenticchie di Colfiorito che sono conosciute per la loro qualità. Sono piccole e di vari colori: dal verde, al rosato, al tabacco. Sono tenerissime e saporite. Si tratta di un prodotto italiano (umbro in questo caso) di cui possiamo vantarci!

Utilizzando la materia prima di primissima qualità anche i piatti più semplici risultaranno come quelli dei grandi chef :-).

Questi legumi sono considerati da sempre la carne dei poveri, per le loro proprietà nutrizionali: ricche di fibre, sali minerali e vitamine, sono altamente proteici tanto che nelle diete vegetariane e vegane vengono consumati molto spesso.

Vi aggiungo una curiosità che mi ha inviato l’amico Maurizio Dragoni. Esaù, fratello gemello di Giacobbe, per un piatto di lenticchie cedette la primogenitura. Da lì adesso nel mondo ancora non c’è pace.

Le lenticchie, a differenza degli altri legumi, si cuociono in 20 minuti circa (per la crema le ho cotte più a lungo) e non hanno bisogno di preammollo. Quindi potete decidere anche all’ultimo momento di prepararvi questa deliziosa ricetta.

Io vi propongo di servire questa crema come primo piatto per una cena vegetariana leggera e nutriente prima, ad esempio, di una frittata di zucchine e un’insalata di finocchi tagliati fini e di qualche dolcetto di castagna come dessert.

Crema di lenticchie
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gLenticchie di Colfiorito (lavate in acqua fredda)
  • 2Scalogni
  • 1Gambo di sedano
  • 1Carota
  • 40 gOlio EVO
  • 100 gPassata di pomodoro
  • 1 lAcqua
  • 2 cucchiaiDado vegetale fatto in casa (Oppure del dado vegetale biologico)
  • q.b.Sale
  • q.b.Olio al peperoncino (o al rosmarino)
  • q.b.Crostini di pane (facoltativi)

Strumenti

  • Frullatore / Mixer

Preparazione

  1. Crema di lenticchie 2

    Tritare lo scalogno, il sedano e la carota.

    In una pentola capiente da zuppa, insaporirli nell’olio per due minuti.

    Unire le lenticchie, la passata di pomodoro, l’acqua, il dado e cuocere 45 minuti.

    Assaggiare e aggiustare di sale. I grandi chef assaggiano sempre!!!!

    Frullare con un mixer ad immersione.

    Lasciare riposare qualche minuto.

    Servire la crema calda nella fondine da zuppa, con un filo di olio aromatizzato e, se vi piace, qualche crostino di pane.

Variante egiziana di Maurizio Dragoni

In Egitto vengono utilizzate lenticchie rosse senza pomodoro, cipolla e un cucchiaio di cumino. Viene poi aggiunto un soffritto di aglio a fine cottura. Da servire con crostini

Conservazione

Si può conservare in frigo per due giorni. Se quando si vuole mangiare è troppo densa aggiungere un po’ di acqua mentre si fa riscaldare.

Altre ricette

Se vi piacciono le zuppe e le minestre potrebbero interessarvi la zuppa di lenticchie rosse e patate, la zuppa di lenticchie, lo zemin de ceixei, la crema di lattuga, la crema di carote e topinambur allo zafferano, la zuppa di farro e castagne e la zuppa di orzo e legumi. Sul blog trovate anche il ragù di lenticchie rosse.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,   Facebook,   Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.