Crea sito

Vellutata di carote e topinambur allo zafferano

La vellutata di carote e topinambur allo zafferano è una minestra delicata, ottima come primo piatto per una cena leggera.

Nella mia ricetta la crema vellutata viene addensata per riduzione attraverso l’ebollizione perché non aggiungo nessuna sostanza legante , come farina o patate, agli ingredienti di base.

Il topinambur è un tubero ricco di proprietà e benefici per la salute. Tra le sue azioni più conosciute vi è quella dimagrante. Infatti pulisce l’intestino e con il suo contenuto di inulina permette di sentirsi sazi senza avere troppe calorie (molto meno della patata, ad esempio). Nel mondo è conosciuto anche con il nome di Carciofo di Gerusalemme. Il suo utilizzo in cucina non è molto diffuso ma a me piace moltissimo e lo uso spesso sia stufato che nelle zuppe.

Anche le carote sono ortaggi molto utili per la nostra salute perché ricchi di caroteni, sostanze che l’organismo utilizza per produrre la Vitamina A molto importante per la vista. Fra l’altro, le carote fanno bene sia crude che cotte perché la cottura non pregiudica l’utilità dei caroteni.

Infine, anche lo zafferano è una spezia ricca di sostanza benefiche, molto utili per i disturbi dell’umore, come sedativo e antispasmodico. Molto utile anche per le funzioni digestive. Mi raccomando… usare sempre quello in stimmi!

Insomma questa vellutata è un concentrato di salute, cucinarla è molto semplice ed è pure molto buona!

Vellutata di carote, topinambur allo zafferano
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gTopinambur
  • 2Carote
  • Zafferano in stimmi
  • 1Cipollotto fresco o mezza cipolla
  • 500 mlAcqua
  • 30 mlOlio EVO
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Strumenti

  • Pentola
  • Frullatore / Mixer o Bimby
  • Pelapatate

Preparazione

  1. Crema di topinambur

    Pulire le carote e i topinambur con il pelapatate, lavarli e tagliarli a pezzi. Affettare la cipolla finemente.

    Scaldare un cucchiaio d’olio in una pentola dai bordi alti e soffriggere la cipolla. Versare le verdure, coprire d’acqua e bollire a fuoco lento per 25 minuti.

    Aggiungere lo zafferano e far cuocere ancora per 10 minuti. Io uso quello in pistilli e non in bustina.

    Frullare la zuppa e servire calda con un filo di olio e una spruzzata di pepe.

Altre ricette

Se vi piacciono le zuppe e le minestre potrebbero interessarvi lo zemin de ceixei, la crema di lattuga, la zuppa dio orzo e legumi, la zuppa di farro e castagne e la crema di lenticchie aromatizzata.v

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.