Crea sito

Zuppa di farro e castagne

La zuppa di farro e castagne è un piatto ideale per le serate fredde invernali quando non si vede l’ora di arrivare a casa e ritrovarsi a tavola con una bella ciotola fumante. Fra l’altro si può preparare in anticipo e quindi ci attende a casa pronta per essere solo riscaldata.

Le zuppe si possono cucinare in diverse versioni con tantissimi ingredienti differenti. Minestre, creme e zuppe sono presenti nella tradizione contadina da sempre quando si metteva a bollire quello che l’orto o la dispensa offrivano.

La minestra più antica è forse quella di pane che vi ho raccontato nella mia versione del pancotto. Ma esistono tanti altri ingredienti che si possono mettere nelle zuppe come ortaggi, legumi, cereali, funghi, frutta.

Io vi propongo questa a base di farro perlato (se avete tempo potete usare anche quello decorticato più pregiato), verdure e castagne.

Il farro è un cereale molto apprezzato in cucina ed è considerato benefico per la salute. Contiene, infatti, moltissime fibre, carboidrati, proteine, grassi pregiati e vitamine, in particolare del gruppo B. Inoltre è poco calorico e dona subito un senso di sazietà. La medicina popolare gli ha da sempre attribuito proprietà energetiche, rinfrescanti e di regolazione intestinale.

Abbinato alle verdure è davvero ottimo e le castagne danno alla zuppa quel tocco in più. In casa mia erano scettici invece li ho conquistati!

Zuppa di farro perlato con castagne
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gFarro perlato
  • 1Cipolla
  • 600 gVerdure a tocchetti (carote, patate, zucca, zucchine)
  • 1 fogliaAlloro
  • 20Castagne cotte (vedi note)
  • 1Dado vegetale
  • q.b.Sale
  • Acqua
  • q.b.Pepe

Strumenti

  • Pentola
  • Colino / Scolapasta
  • Coltello
  • Tagliere
  • Tritatutto o mezzaluna e tagliere
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Zuppa di farro perlato con castagne

    Mettere nella pentola 500 ml di acqua, un cucchiaino di sale e il farro perlato. Far bollire 25 minuti poi scolare in un colapasta e passare sotto l’acqua fredda. Tenere da parte.

    Intanto pulire e tagliare a tocchetti le verdure.

    Scaldare 800 ml di acqua.

    Tritare la cipolla e farla soffroggere due minuti nella pentola con un po’ di olio. Unire le verdure a dadini, un po’ di sale e la foglia di alloro e stufare per 5 minuti.

    Aggiungere l’acqua calda e il dado e bollire 20 minuti. Unire il farro e le castagne a pezzi, mescolare e cuocere altri 5 minuti.

    Spegnere, aggiustare di sale (se il caso) e lasciare riposare.

    Servire calda con una spolverata di pepe.

Castagne

A seconda della stagione si possono utilizzare castagne fresche bollite oppure castagne secche messe in ammollo e bollite o ancora quelle già pronte confezionate nei sacchetti o nei barattoli. Ce ne sono di ottima qualità in commercio.

Altre ricette

Se vi piacciono le zuppe e le minestre potrebbero interessarvi lo zemin de ceixei, la crema di lattuga, la crema di carote e topinambur allo zafferano, la zuppa di orzo e legumi e la crema di lenticchie aromatizzata.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.